Piano di Sorrento i cittadini si sostituiscono alle istituzioni a pulire il parco di Via Petrulo VIDEO

0

Piano di Sorrento  cittadini si sostituiscono alle istituzioni a pulire il parco di Via Petrulo , una iniziativa partita dai consiglieri di opposizione Vincenzo Iaccarino e Anna Iaccarino che sta avendo adesioni dalla società civile.  Il parco di Via Petrulo è un’area pubblica con enormi potenzialità, anche un piccolo anfiteatro, ma è abbandonato a se stesso, oggi ci hanno pensato i cittadini a ripulirlo in parte, presenti anche gli attivisti del Movimento Cinque Stelle di Grillo, Lotito candidato sindaco a Sorrento, e Roberta d’ Esposito di Mamme al Centro , “Un piccolissimo gesto, ma importantissimo – dice Salvatore Mare – . Con il nostro impegno ci riapproprieremo della cosa pubblica e affermeremo con forza il principio che “pubblico” non sono beni a disposizione di chi “comanda”, bensì nostri, pagati con le nostre tasse, i nostri soldi, il nostro lavoro (troppo spesso gravati di costi extra, ma questo è un altro discorso). Coloro che siedono nei posti chiave delle nostre istituzioni, non sono “condottieri”, non diventano padroni, ma solo solo dei semplici amministratori che devono rendere conto ai propri datori di lavoro, “i cittadini”. La denuncia è partita sui social network da parte di Vincenzo Iaccarino ma non ha avuto nessuna reazione e nessuno dell’amministrazione era presente all’evento di questa mattina “A Piano di Sorrento il Parco Pubblico di Petrulo, dimenticato e abbandonato al degrado – dice Mariella Nica – , torna agli abitanti e ai bambini del quartiere grazie all’opera volontaria di un gruppo di cittadini attivi e consapevoli.” “Una giornata all’insegna della socializzazione, del donare volentieri parte del proprio (poco) tempo libero, e riuscire a dare nuova vita ad un parco pubblico abbandonato. – spiega  Mare – . La cosa più bella della giornata si é verificata quando siamo tornati dopo pranzo ed abbiamo trovato i bambini di Petrulo, armati di scope, rastrelli e pale, intenti alle pulizie; ci hanno aiutato, ci hanno raccontato le loro storie, della loro volontà di vivere il parco, ma soprattutto hanno realmente lavorato con noi, divertendosi e rendendosi utili. Non voglio segnare questa stupenda giornata all’insegna del volontariato con una connotazione politica, ma mi sembra d’obbligo segnalare l’impegno dei due consiglieri d’opposizione del comune Piano di Sorrento, Vincenzo Iaccarino ed Anna Iaccarino, la partecipazione del candidato sindaco del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni comunali di Sorrento, Rosario Lotito e di parte dei componenti della lista, all’insegna di quello che auspichiamo, collaborazione e pensiero unico per i comuni sorrentini. Sono molto contento che anche il candidato per il M5S alle regionali Alberto Gargiulo, abbia partecipato e sudato con noi, sempre presente e in silenzio, senza farsi pubblicità. Cosa dire, voglio ringraziare tutti coloro che non curanti delle sigle e dei colori, hanno collaborato rimboccandosi le maniche, desidero citare e non me ne vogliano (so che non gli piace apparire) Mariella Nica, Franco Maresca, Roberta d’Esposito, Johnny Pollio, Raffaele Ferraro i bambini di Petrulo e scusate se certamente dimentico qualcuno, ancora grazie, che questo piccolo gesto sia l’inizio di una nuova coscienza popolare che ci permetta di essere sempre più partecipi in modo da riappropriarci delle cose pubbliche, le nostre cose pubbliche. “Una giornata all’insegna della socializzazione, del donare volentieri parte del proprio (poco) tempo libero, e riuscire a dare nuova vita ad un parco pubblico abbandonato – racconta Salvatore Mare – . La cosa più bella della giornata si é verificata quando siamo tornati dopo pranzo ed abbiamo trovato i bambini di Petrulo, armati di scope, rastrelli e pale, intenti alle pulizie; ci hanno aiutato, ci hanno raccontato le loro storie, della loro volontà di vivere il parco, ma soprattutto hanno realmente lavorato con noi, divertendosi e rendendosi utili. Non voglio segnare questa stupenda giornata all’insegna del volontariato con una connotazione politica, ma mi sembra d’obbligo segnalare l’impegno dei due consiglieri d’opposizione del comune Piano di Sorrento, Vincenzo Iaccarino ed Anna Iaccarino, la partecipazione del candidato sindaco del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni comunali di Sorrento, Rosario Lotito e di parte dei componenti della lista, all’insegna di quello che auspichiamo, collaborazione e pensiero unico per i comuni sorrentini. Sono molto contento che anche il candidato per il M5S alle regionali Alberto Gargiulo, abbia partecipato e sudato con noi, sempre presente e in silenzio, senza farsi pubblicità. Cosa dire, voglio ringraziare tutti coloro che non curanti delle sigle e dei colori, hanno collaborato rimboccandosi le maniche, desidero citare e non me ne vogliano (so che non gli piace apparire) Mariella Nica, Franco Maresca, Roberta d’Esposito, Johnny Pollio, Raffaele Ferraro i bambini di Petrulo e scusate se certamente dimentico qualcuno, ancora grazie, che questo piccolo gesto sia l’inizio di una nuova coscienza popolare che ci permetta di essere sempre più partecipi in modo da riappropriarci delle cose pubbliche, le nostre cose pubbliche.”

Piano di Sorrento  cittadini si sostituiscono alle istituzioni a pulire il parco di Via Petrulo , una iniziativa partita dai consiglieri di opposizione Vincenzo Iaccarino e Anna Iaccarino che sta avendo adesioni dalla società civile.  Il parco di Via Petrulo è un'area pubblica con enormi potenzialità, anche un piccolo anfiteatro, ma è abbandonato a se stesso, oggi ci hanno pensato i cittadini a ripulirlo in parte, presenti anche gli attivisti del Movimento Cinque Stelle di Grillo, Lotito candidato sindaco a Sorrento, e Roberta d' Esposito di Mamme al Centro , "Un piccolissimo gesto, ma importantissimo – dice Salvatore Mare – . Con il nostro impegno ci riapproprieremo della cosa pubblica e affermeremo con forza il principio che "pubblico" non sono beni a disposizione di chi "comanda", bensì nostri, pagati con le nostre tasse, i nostri soldi, il nostro lavoro (troppo spesso gravati di costi extra, ma questo è un altro discorso). Coloro che siedono nei posti chiave delle nostre istituzioni, non sono "condottieri", non diventano padroni, ma solo solo dei semplici amministratori che devono rendere conto ai propri datori di lavoro, "i cittadini". La denuncia è partita sui social network da parte di Vincenzo Iaccarino ma non ha avuto nessuna reazione e nessuno dell'amministrazione era presente all'evento di questa mattina "A Piano di Sorrento il Parco Pubblico di Petrulo, dimenticato e abbandonato al degrado – dice Mariella Nica – , torna agli abitanti e ai bambini del quartiere grazie all'opera volontaria di un gruppo di cittadini attivi e consapevoli." "Una giornata all'insegna della socializzazione, del donare volentieri parte del proprio (poco) tempo libero, e riuscire a dare nuova vita ad un parco pubblico abbandonato. – spiega  Mare – . La cosa più bella della giornata si é verificata quando siamo tornati dopo pranzo ed abbiamo trovato i bambini di Petrulo, armati di scope, rastrelli e pale, intenti alle pulizie; ci hanno aiutato, ci hanno raccontato le loro storie, della loro volontà di vivere il parco, ma soprattutto hanno realmente lavorato con noi, divertendosi e rendendosi utili. Non voglio segnare questa stupenda giornata all'insegna del volontariato con una connotazione politica, ma mi sembra d'obbligo segnalare l'impegno dei due consiglieri d'opposizione del comune Piano di Sorrento, Vincenzo Iaccarino ed Anna Iaccarino, la partecipazione del candidato sindaco del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni comunali di Sorrento, Rosario Lotito e di parte dei componenti della lista, all'insegna di quello che auspichiamo, collaborazione e pensiero unico per i comuni sorrentini. Sono molto contento che anche il candidato per il M5S alle regionali Alberto Gargiulo, abbia partecipato e sudato con noi, sempre presente e in silenzio, senza farsi pubblicità. Cosa dire, voglio ringraziare tutti coloro che non curanti delle sigle e dei colori, hanno collaborato rimboccandosi le maniche, desidero citare e non me ne vogliano (so che non gli piace apparire) Mariella Nica, Franco Maresca, Roberta d'Esposito, Johnny Pollio, Raffaele Ferraro i bambini di Petrulo e scusate se certamente dimentico qualcuno, ancora grazie, che questo piccolo gesto sia l'inizio di una nuova coscienza popolare che ci permetta di essere sempre più partecipi in modo da riappropriarci delle cose pubbliche, le nostre cose pubbliche. "Una giornata all'insegna della socializzazione, del donare volentieri parte del proprio (poco) tempo libero, e riuscire a dare nuova vita ad un parco pubblico abbandonato – racconta Salvatore Mare – . La cosa più bella della giornata si é verificata quando siamo tornati dopo pranzo ed abbiamo trovato i bambini di Petrulo, armati di scope, rastrelli e pale, intenti alle pulizie; ci hanno aiutato, ci hanno raccontato le loro storie, della loro volontà di vivere il parco, ma soprattutto hanno realmente lavorato con noi, divertendosi e rendendosi utili. Non voglio segnare questa stupenda giornata all'insegna del volontariato con una connotazione politica, ma mi sembra d'obbligo segnalare l'impegno dei due consiglieri d'opposizione del comune Piano di Sorrento, Vincenzo Iaccarino ed Anna Iaccarino, la partecipazione del candidato sindaco del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni comunali di Sorrento, Rosario Lotito e di parte dei componenti della lista, all'insegna di quello che auspichiamo, collaborazione e pensiero unico per i comuni sorrentini. Sono molto contento che anche il candidato per il M5S alle regionali Alberto Gargiulo, abbia partecipato e sudato con noi, sempre presente e in silenzio, senza farsi pubblicità. Cosa dire, voglio ringraziare tutti coloro che non curanti delle sigle e dei colori, hanno collaborato rimboccandosi le maniche, desidero citare e non me ne vogliano (so che non gli piace apparire) Mariella Nica, Franco Maresca, Roberta d'Esposito, Johnny Pollio, Raffaele Ferraro i bambini di Petrulo e scusate se certamente dimentico qualcuno, ancora grazie, che questo piccolo gesto sia l'inizio di una nuova coscienza popolare che ci permetta di essere sempre più partecipi in modo da riappropriarci delle cose pubbliche, le nostre cose pubbliche."