Napoli. La banda del buco colpisce in pausa pranzo la sede della Deutsche Bank. Bottino di 60mila euro

0

Napoli. L’effetto sorpresa è arrivato nel primo pomeriggio, poco dopo la chiusura delle porte e l’uscita dei clienti. È stato allora, allo scoccare delle 15.35, che cinque uomini incappucciati hanno fatto irruzione all’interno della filiale della Deutsche Bank di via dei Mille spuntando dal foro praticato in una parete adiacente ai locali dell’istituto confinanti con un garage. In quel momento all’interno si trovavano solo i dipendenti. Ancora loro, gli specialisti della banda del buco. Un colpo audace, se si pensa che è stato commesso nel cuore di Chiaia e in pieno giorno, ma preparato fin nei minimi particolari, roba da professionisti. Il bottino che i malviventi – alcuni dei quali armati di pistola – sono riusciti a portarsi via è di 60mila euro, ma sarebbe stato sicuramente più corposo se si fosse aperta anche la cassaforte del bancomat, che invece un impiegato è riuscito a salvare con uno stratagemma. I rapinatori sono entrati nella banca passando attraverso un foro praticato su una delle pareti e all’interno hanno trovato alcuni impiegati, ma non la guardia giurata, che poco prima si era allontanata. Dopo avere razziato quanto c’era nella cassaforte e nelle casse, i malviventi hanno costretto il cassiere a digitare il codice di sblocco del bancomat. L’uomo, però, ha sbagliato la digitazione e i cinque non sono riusciti a svuotare la cassaforte blindata contenente il denaro dello sportello. Quando il vigilante ha fatto ritorno nella banca ha scoperto i rapinatori all’opera ma è stato subito bloccato e disarmato. In meno di dieci minuti la rapina era stata fatta e i cinque banditi hanno trovato la via di fuga attraverso quello stesso foro nella parete che confina con il garage che avevano utilizzato come passaggio per l’ingresso, portandosi via anche la pistola del vigilante. Sull’episodio indaga la polizia. (Il Mattino) 

Napoli. L’effetto sorpresa è arrivato nel primo pomeriggio, poco dopo la chiusura delle porte e l'uscita dei clienti. È stato allora, allo scoccare delle 15.35, che cinque uomini incappucciati hanno fatto irruzione all'interno della filiale della Deutsche Bank di via dei Mille spuntando dal foro praticato in una parete adiacente ai locali dell'istituto confinanti con un garage. In quel momento all'interno si trovavano solo i dipendenti. Ancora loro, gli specialisti della banda del buco. Un colpo audace, se si pensa che è stato commesso nel cuore di Chiaia e in pieno giorno, ma preparato fin nei minimi particolari, roba da professionisti. Il bottino che i malviventi – alcuni dei quali armati di pistola – sono riusciti a portarsi via è di 60mila euro, ma sarebbe stato sicuramente più corposo se si fosse aperta anche la cassaforte del bancomat, che invece un impiegato è riuscito a salvare con uno stratagemma. I rapinatori sono entrati nella banca passando attraverso un foro praticato su una delle pareti e all'interno hanno trovato alcuni impiegati, ma non la guardia giurata, che poco prima si era allontanata. Dopo avere razziato quanto c'era nella cassaforte e nelle casse, i malviventi hanno costretto il cassiere a digitare il codice di sblocco del bancomat. L'uomo, però, ha sbagliato la digitazione e i cinque non sono riusciti a svuotare la cassaforte blindata contenente il denaro dello sportello. Quando il vigilante ha fatto ritorno nella banca ha scoperto i rapinatori all'opera ma è stato subito bloccato e disarmato. In meno di dieci minuti la rapina era stata fatta e i cinque banditi hanno trovato la via di fuga attraverso quello stesso foro nella parete che confina con il garage che avevano utilizzato come passaggio per l'ingresso, portandosi via anche la pistola del vigilante. Sull'episodio indaga la polizia. (Il Mattino)