Canoa, esordio brillante per la Polisportiva San Michele di Amalfi ai Campionati Regionali: cinque ori e tre bronzi FOTO

0

Brillante esordio per i giovani atleti dell’ASD San Michele di Amalfi ai Campionati Regionali di Canoa Kayak.
Domenica 19 aprile, nelle acque del Lago di Miseno (Bacoli), si sono disputati i Campionati Regionali di velocità sulla distanza dei 1000 e 200 metri, per le categorie Ragazzi, Junior, Senior e Master, organizzati dal Canoa Club Napoli in collaborazione con il Comitato Regionale Campania.
Inoltre si è svolta la I Prova della Canoa Giovani sulla distanza dei 200 e 2000 metri per le categorie Allievi e Cadetti.
Ancora nutrita la partecipazione delle società campane: oltre alla “Polisportiva S. Michele” di Vettica di Amalfi, erano presenti altre sette società tra cui: il Circolo Nautico Posillipo, il Circolo Canottieri Irno, il Circolo Nautico Canottieri Agropoli, la Lega Navale di Castellammare di Stabia, il Circolo Ilva di Bagnoli, il Circolo Canoa Palermo e il Circolo Canottieri Antonio Offredi ASD di Amalfi.
L’ASD San Michele di Amalfi, allenata dai Professori Andrea Gargano e Luciano Grasselli, sponsorizzata dalla società “GM Engineering S.r.l.” di Minori ha partecipato con sei atleti: Vincenzo Proto, Vincenzo Sicignano, Giovanni Mercadante, Bartolomeo Merolla, Antonio Cappuccio e Vincent Oliveto, conquistando ben cinque medaglie d’oro e tre di bronzo.
Subito in evidenza l’atleta amalfitano Vincenzo Proto, nella finale dei 200 metri K1 categoria ragazzi, il quale con una gara brillante ha conquistato la medaglia d’oro ed il titolo di Campione Regionale, lasciando alle sue spalle rispettivamente l’atleta del Circolo Nautico Canottieri Agropoli e quello del Circolo Nautico Posillipo.
L’atleta dell’ ASD San Michele ha conquistato anche due medaglie di bronzo nella finale dei 1000 metri K1 categoria ragazzi e nella finale dei 200 metri K1 categoria junior, categoria superiore a quella destinata alla sua età.
Nella Canoagiovani in evidenza ancora gli atleti amalfitani, Vincenzo Sicignano e Giovanni Mercadante, che nelle due finali dei 200 metri K1, categoria cadetti “B”, con due bellissime gare, hanno conquistato le rispettive medaglie d’oro, con alle loro spalle gli atleti dell’Ilva Bagnoli e del Circolo Canottieri Irno, che hanno conquistato gli argenti, mentre le due medaglie bronzo sono state assegnate agli atleti del Circolo Nautico Posillipo e del Circolo Canottieri Irno.
Finali senza storie quella dei 200 e 2000 metri K2, categoria cadetti “B”, dove i due atleti amalfitani dell’ASD San Michele, Giovanni Mercadante e Vincenzo Sicignano hanno conquistato le medaglie d’oro, mentre l’argento è stato assegnato agli atleti del Circolo Nautico Posillipo.
Medaglia anche per l’atleta più piccolo dell’ASD San Michele, Vincent Oliveto, il quale nella finale dei 200 metri categoria Allievi “A” ha conquistato la medaglia di bronzo.
Alla fine delle gare i Professori Andrea Gargano e Luciano Grasselli, hanno espresso parole di elogio per i loro atleti, i quali si sono ben distinti nelle rispettive finali in programma, salendo per ben cinque volte sul gradino più alto del podio.Brillante esordio per i giovani atleti dell’ASD San Michele di Amalfi ai Campionati Regionali di Canoa Kayak.
Domenica 19 aprile, nelle acque del Lago di Miseno (Bacoli), si sono disputati i Campionati Regionali di velocità sulla distanza dei 1000 e 200 metri, per le categorie Ragazzi, Junior, Senior e Master, organizzati dal Canoa Club Napoli in collaborazione con il Comitato Regionale Campania.
Inoltre si è svolta la I Prova della Canoa Giovani sulla distanza dei 200 e 2000 metri per le categorie Allievi e Cadetti.
Ancora nutrita la partecipazione delle società campane: oltre alla “Polisportiva S. Michele” di Vettica di Amalfi, erano presenti altre sette società tra cui: il Circolo Nautico Posillipo, il Circolo Canottieri Irno, il Circolo Nautico Canottieri Agropoli, la Lega Navale di Castellammare di Stabia, il Circolo Ilva di Bagnoli, il Circolo Canoa Palermo e il Circolo Canottieri Antonio Offredi ASD di Amalfi.
L’ASD San Michele di Amalfi, allenata dai Professori Andrea Gargano e Luciano Grasselli, sponsorizzata dalla società “GM Engineering S.r.l.” di Minori ha partecipato con sei atleti: Vincenzo Proto, Vincenzo Sicignano, Giovanni Mercadante, Bartolomeo Merolla, Antonio Cappuccio e Vincent Oliveto, conquistando ben cinque medaglie d’oro e tre di bronzo.
Subito in evidenza l’atleta amalfitano Vincenzo Proto, nella finale dei 200 metri K1 categoria ragazzi, il quale con una gara brillante ha conquistato la medaglia d’oro ed il titolo di Campione Regionale, lasciando alle sue spalle rispettivamente l’atleta del Circolo Nautico Canottieri Agropoli e quello del Circolo Nautico Posillipo.
L’atleta dell’ ASD San Michele ha conquistato anche due medaglie di bronzo nella finale dei 1000 metri K1 categoria ragazzi e nella finale dei 200 metri K1 categoria junior, categoria superiore a quella destinata alla sua età.
Nella Canoagiovani in evidenza ancora gli atleti amalfitani, Vincenzo Sicignano e Giovanni Mercadante, che nelle due finali dei 200 metri K1, categoria cadetti “B”, con due bellissime gare, hanno conquistato le rispettive medaglie d’oro, con alle loro spalle gli atleti dell’Ilva Bagnoli e del Circolo Canottieri Irno, che hanno conquistato gli argenti, mentre le due medaglie bronzo sono state assegnate agli atleti del Circolo Nautico Posillipo e del Circolo Canottieri Irno.
Finali senza storie quella dei 200 e 2000 metri K2, categoria cadetti “B”, dove i due atleti amalfitani dell’ASD San Michele, Giovanni Mercadante e Vincenzo Sicignano hanno conquistato le medaglie d’oro, mentre l’argento è stato assegnato agli atleti del Circolo Nautico Posillipo.
Medaglia anche per l’atleta più piccolo dell’ASD San Michele, Vincent Oliveto, il quale nella finale dei 200 metri categoria Allievi “A” ha conquistato la medaglia di bronzo.
Alla fine delle gare i Professori Andrea Gargano e Luciano Grasselli, hanno espresso parole di elogio per i loro atleti, i quali si sono ben distinti nelle rispettive finali in programma, salendo per ben cinque volte sul gradino più alto del podio.

Lascia una risposta