Napoli bellissima col lungomare pedonalizzato, ma della Fiera del Libro di Via Caracciolo nessuna traccia

0

Bellissima Napoli con il lungomare pedonalizzato, migliaia di persone e famiglie che passeggiano, festeggiamenti vari, concerti improvvisati, spettacoli, la suggestione della passeggiata con il risciò, una mostra a Castel dell’Ovo , da non perdere per la location (oggi c’era una mostra sulle malattie del secolo a cominciare dalla guerra fino all’ Aids) poi una passeggiata al borgo dei Marinari, la sosta in un ristorante, non senza qualche intoppo, tipo il cameriere che si scorda di segnare i primi e questi arrivano dopo un’ora e mezza, con gli astanti oramai sfastariati a cui non va bene più niente, ma in tutto questo si cercava la Fiera del Libro, ebbene di essa nessuna traccia, nonostate abbiamo fatto avanti e indietro il corso.. Ecco il comunicato stampa, ma nessuna spiegazione ne indicazione sul perchè non c’era.. saremmo andati a Cimitile o rimasti a Positano, ci ha consolato però la bella passeggiata, auto nel moderno parcheggio Morellli,  godersi cosi la capitale della Campania la domenica è raro ..Il bello spazio della città di Napoli che si apre sulla maestosità de Golfo farà da cornice a un’interessante iniziativa organizzata dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. Si tratta di Un (lungo) mare di libri, manifestazione per la promozione e diffusione del libro sul Lungomare che avrà come protagonisti editori e librai aventi sede legale e/o ubicazione nella regione Campania. Proprio ai professionisti che hanno garantito un piccolo programma di eventi collaterali entro il termine del 31 marzo 2015, sono stati infatti affidati gratuitamente i venti stand in legno che saranno montati sulla panoramica Via Caracciolo.

Una cornice paesaggistica eccezionale farà da sfondo alla prima tornata della fiera en plein air che partirà domenica 19 aprile 2015, per proseguire fino all’autunno. Un (lungo) mare di libri sarà ripetuto una domenica mattina a scadenza mensile per sei mesi, da aprile a ottobre, con la speranza di trascinare tutta la metropoli partenopea in un caldo e festivo fermento culturale. Un’apposita area comune destinata agli eventi accoglierà reading di letture, intermezzi musicali e altre iniziative simili, destinate a coinvolgere direttamente il pubblico in un grande movimento per la promozione della lettura.

I caldi raggi del sole, lo sciabordio delle onde e i riflessi del mare faranno da sfondo a una serie di interessanti attività edificanti. Stagliati nella luce dorata, il Vesuvio e il Castel dell’Ovo in lontananza non saranno gli unici elementi da ammirare in queste delicate mattinate promosse dal Comune di Napoli. La famosa passeggiata domenicale dei napoletani potrebbe assumere risvolti molto più culturali… Per affermarlo con certezza non ci resta che aspettare l’arrivo dei bei giorni che allietano sempre Partenope in primavera, e non solo.

Foto | Sara Rania

Bellissima Napoli con il lungomare pedonalizzato, migliaia di persone e famiglie che passeggiano, festeggiamenti vari, concerti improvvisati, spettacoli, la suggestione della passeggiata con il risciò, una mostra a Castel dell'Ovo , da non perdere per la location (oggi c'era una mostra sulle malattie del secolo a cominciare dalla guerra fino all' Aids) poi una passeggiata al borgo dei Marinari, la sosta in un ristorante, non senza qualche intoppo, tipo il cameriere che si scorda di segnare i primi e questi arrivano dopo un'ora e mezza, con gli astanti oramai sfastariati a cui non va bene più niente, ma in tutto questo si cercava la Fiera del Libro, ebbene di essa nessuna traccia, nonostate abbiamo fatto avanti e indietro il corso.. Ecco il comunicato stampa, ma nessuna spiegazione ne indicazione sul perchè non c'era.. saremmo andati a Cimitile o rimasti a Positano, ci ha consolato però la bella passeggiata, auto nel moderno parcheggio Morellli,  godersi cosi la capitale della Campania la domenica è raro ..Il bello spazio della città di Napoli che si apre sulla maestosità de Golfo farà da cornice a un’interessante iniziativa organizzata dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. Si tratta di Un (lungo) mare di libri, manifestazione per la promozione e diffusione del libro sul Lungomare che avrà come protagonisti editori e librai aventi sede legale e/o ubicazione nella regione Campania. Proprio ai professionisti che hanno garantito un piccolo programma di eventi collaterali entro il termine del 31 marzo 2015, sono stati infatti affidati gratuitamente i venti stand in legno che saranno montati sulla panoramica Via Caracciolo.

Una cornice paesaggistica eccezionale farà da sfondo alla prima tornata della fiera en plein air che partirà domenica 19 aprile 2015, per proseguire fino all’autunno. Un (lungo) mare di libri sarà ripetuto una domenica mattina a scadenza mensile per sei mesi, da aprile a ottobre, con la speranza di trascinare tutta la metropoli partenopea in un caldo e festivo fermento culturale. Un’apposita area comune destinata agli eventi accoglierà reading di letture, intermezzi musicali e altre iniziative simili, destinate a coinvolgere direttamente il pubblico in un grande movimento per la promozione della lettura.

I caldi raggi del sole, lo sciabordio delle onde e i riflessi del mare faranno da sfondo a una serie di interessanti attività edificanti. Stagliati nella luce dorata, il Vesuvio e il Castel dell’Ovo in lontananza non saranno gli unici elementi da ammirare in queste delicate mattinate promosse dal Comune di Napoli. La famosa passeggiata domenicale dei napoletani potrebbe assumere risvolti molto più culturali… Per affermarlo con certezza non ci resta che aspettare l’arrivo dei bei giorni che allietano sempre Partenope in primavera, e non solo.

Foto | Sara Rania