…e meno male che siamo in campagna elettorale

0

Siamo agli sgoccioli: ormai un altro mese di pazienza e poi finiranno queste nuvole di fumo che ci gettano negli occhi, con la vana speranza di farci dimenticare quanto, negli ultimi cinque anni, sia stato fatto…fatto???? Quanto in questi cinque anni non è stato fatto!
Ma in fin dei conti, è uno schema che ritorna da anni: i giorni, le ore prima delle elezioni si fanno passi che nemmeno un gigante…
Quello però che mi lascia sconcertato è che nemmeno questo serve a mantenere positano pulita né in ordine: ci sono ancora cantieri aperti in ogni angolo, perfino i grandi alberghi hanno zone ancora chiuse al pubblico….per non parlare dei famigerati “secchielli della spazzatura” che non contengono nemmeno una bottiglia di plastica. Inoltre ci sono persone (turisti o addirittura positanesi) che scambiano i famosi “secchietti” come punti di raccolta della spazzatura, per cui si ci trova, in pieno giorno, di fronte a spettacoli indecorosi come quello riportato in foto.
Pregate, preghiamo che il fumo negli occhi dei lavori dell’ultimo minuto, degli eventi per fare casino, delle inaugurazioni di locali finiti da tempo possa nascondere anche alla vista dei turisti la mancanza totale di controllo su un patrimonio che giorno dopo giorno ci sta sfuggendo di mano.
Sembra che non riusciamo più(perché ancora spero che lo vogliamo fare) a preservare il nostro paese nel modo in cui dovremmo, nel modo in cui i nostri padri ce lo hanno affidato .
Un positaneseSiamo agli sgoccioli: ormai un altro mese di pazienza e poi finiranno queste nuvole di fumo che ci gettano negli occhi, con la vana speranza di farci dimenticare quanto, negli ultimi cinque anni, sia stato fatto…fatto???? Quanto in questi cinque anni non è stato fatto!
Ma in fin dei conti, è uno schema che ritorna da anni: i giorni, le ore prima delle elezioni si fanno passi che nemmeno un gigante…
Quello però che mi lascia sconcertato è che nemmeno questo serve a mantenere positano pulita né in ordine: ci sono ancora cantieri aperti in ogni angolo, perfino i grandi alberghi hanno zone ancora chiuse al pubblico….per non parlare dei famigerati “secchielli della spazzatura” che non contengono nemmeno una bottiglia di plastica. Inoltre ci sono persone (turisti o addirittura positanesi) che scambiano i famosi “secchietti” come punti di raccolta della spazzatura, per cui si ci trova, in pieno giorno, di fronte a spettacoli indecorosi come quello riportato in foto.
Pregate, preghiamo che il fumo negli occhi dei lavori dell’ultimo minuto, degli eventi per fare casino, delle inaugurazioni di locali finiti da tempo possa nascondere anche alla vista dei turisti la mancanza totale di controllo su un patrimonio che giorno dopo giorno ci sta sfuggendo di mano.
Sembra che non riusciamo più(perché ancora spero che lo vogliamo fare) a preservare il nostro paese nel modo in cui dovremmo, nel modo in cui i nostri padri ce lo hanno affidato .
Un positanese

Lascia una risposta