Juve Stabia con la Salernitana ci pensa Jidayi , sconfitti i granata

0

Da Salernonotizie Brutta partita della Salernitana a Castellammare  di Stabia contro la Juve Stabia: granata sotto dopo appena un minuto con un colpo di testa di Jidayi imbeccato su punizione da Carrozza. La Salernitana pare reagire bene con una punizione di Gabionetta che sfiora il palo, ma sono i padroni di casa che sfiorano il raddoppio in almeno tre circostanze con Nicastro e Carrozza: solo il palo e un super Gori dicono no alle vespe. Finale di tempo convulso con piccole scaramucce in campo e cartellini gialli distribuiti a più giocatori dal direttore di gara. Nella ripresa Menichini inserisce Negro, Cristea e Mendicino passando ad un atteggiamento più offensivo ma senza costruire nitide palle gol ma solo mischie in area e solo un palo nel finale di Gabionetta. I granata perdono ma la sconfitta è resa indolore dalla concomitante sconfitta del Benevento a Matera 2-1 che lascia il distacco di +5  invariato a tre turni dal termine.

E’ un derby che alla vigilia dunque profuma di serie B per la Salernitana a quattro giornate dal termine. Gli uomini di Menichini hanno a disposizione alla vigilia due risultati su tre, tenendo l’orecchio anche alla radiolina per buone nuove da Matera dove in contemporanea gioca il Benevento. La capolista scende in campo al Menti con il 3-5-2. Rinforza difesa e centrocampo il tecnico di Ponsacco perdendo qualcosa in avanti e tenendo ben presente il valore degli avversari. Torna Tuia nel pacchetto arretrato dopo la squalifica. In campo anche Pestrin dal primo minuto dopo il turno “voluto” di stop dal mister per non rischiare cartellini gialli (ad ogni ammonizione Pestrin salterà la gara successiva). In attacco tandem brasiliano con Calil e Gabionetta con quest’ultimo autore sabato della sua prima doppietta a Salerno. Sacrificati di turno Favasuli a centrocampo e Negro in attacco che entrerà a gara in corso (Perrulli è squalificato e Trevisan partirà dalla panchina). Davanti a Gori dunque agiscono i tre centrali di ruolo Tuia, Lanzaro e Bocchetti.Colombo e Franco saranno gli esterni che faranno da pendolo tra difesa e centrocampo. La mediana si completa con Moro, Pestrin e Bovo con i brasiliani Calil e Gabionetta in avanti.

Menichini in settimana ha detto che non disputerà una partita da difensivista. D’altro canto il mister stabiese Savini è consapevole dell’importanza della sfida che giocherà senza gli unici indisponibili ‘’pesanti’’ come Gammone e Di Carmine. Tra i pali Pisseri con Cancellotti, Contessa,  Polak e  Migliorini sulla linea difensiva, centrocampo a tre con Jidayi, La Camera e Nicastro che supporteranno il tridente composto da Carrozza, Bombagi e l’esperto Ripa.

Salernitana scortata al Menti da 800 tifosi muniti di supporters card. Impianto stabiese pieno come ai bei tempi nonostante sia stata indetta la giornata gialloblu.

LA PARTITA

Alle 15 precise il sig. Dei Giudici di Latina da l’inizio alle ostilità. La Juve Stabia parte a testa bassa e passa subito in vantaggio al primo minuto. Punizione di Carrozza dalla sinistra, palla a centro area e Tuia si fa sfuggire Jidayi che di testa fa secco Gori per l’1-0. Esplode la tifoseria delle vespe e Salernitana che tenta l’immediata reazione con Gabionetta che su punizione sfiora il pari con un sinistro che fa la barba al palo. Ci prova Franco sulla sinistra dopo cinque minuti ma la sua incursione non va a buon fine.

Al 10’ il primo giallo: un incerto Tuia si fa sfuggire Carrozza e lo ferma fallosamente. La partita è vibrante e si sviluppa su ritmi alti, complice il gol al fulmicotone delle vespe. I padroni di casa quando affondano creano sempre grattacapi a Lanzaro e soci. Al 17’ la Juve Stabia sfiora il raddoppio: Migliorini passa a Nicastro che taglia in due la linea maginòt ospite e tutto solo salta Gori e centra il palo: sulla ribattuta la difesa granata si salva in corner. Al 20’ la Salernitana reclama un rigore per un fallo di mano di La Camera su cross di Moro, per l’arbitro si può proseguire. Ma è ancora la Juve Stabia vicina al gol con Nicastro che su un taglio di Carrozza si ritrova di nuovo il raddoppio sui piedi ma stavolta è Gori che di pugni salva la squadra ospite. Ci prova Moro a suonare la carica dai 35 metri, il suo destro viene parato in due tempi da Pisseri.

E’ ancora Juve Stabia pericolosa con i cross dalla sinistra, Bocchetti in spaccata libera in corner. Intanto anche Nicastro finisce sul taccuino del direttore di gara. Al 36’ gli animi si accendono: Bocchetti e Carrozza vengono quasi alle mani dopo un’azione fallosa di Bombagi: l’arbitro punisce entrambi con il giallo. Ci prova ancora Ripa nelle vespe ma il suo colpo di testa termina altissimo. Salernitana che fatica a trovare spazi e soffre molto a destra dove Colombo sempre in ritardo viene ammonito al 40’. Al 45? Carrozza si divora ancora il raddoppio: da solo di fronte a Gori si allunga incredibilmente il pallone che il portiere granata fa suo. Termina il primo tempo con gli animi surriscaldati e con Pestrin e Ripa che hanno un duro battibecco. Prima frazione totalmente appannaggio dei padroni di casa.

SECONDO TEMPO

Comincia la ripresa al Menti con Menichini che inserisce Negro al posto di Bocchetti e Salernitana con il 4-3-3. Savini lascia invariato l’undici iniziale. Parte bene la Salernitana con un incursione di Gabionetta che in verticale due contro uno non sfrutta la ripartenza. Le vespe rispondono con una buona azione e con un bel tiro di Bombagi respinto da Gori, Franco poi libera. Ma Salernitana più intraprendente con Negro che sfiora il pari di sinistro imbeccato da Moro, ma chiuso in corner da Migliorini. Colombo dal cross della bandierina di testa manda al lato.

La partita nonostante le due squadre si sono allungate non perde di fascino: punizione stabiese di Bombagi che sfiora il sette al 10’ mentre due minuti dopo Negro recupera palla sulla trequarti, serve Gabionetta che spara a lato. Dopo il quarto d’ora il match rallenta e Menichini inerisce Cristea per uno spento Calil. Savini risponde con Maiorano per Jidayi che ha speso troppo. Al 23’ ancora le vespe in ripartenza si presentano con Ripa dinanzi a Gori che in uscita di piede salva ancora la sua squadra.

Le due squadre iniziano a risentire della giornata calda e abbassano il ritmo e Menichini al 30’ rileva Bovo per Mendicino giocandosi il tutto per tutto ma i padroni di casa ancora pungenti con uno slalom di Bombagi chiuso da Lanzaro in extremis.Ci prova dopo un minuto anche Contessa dal limite ma la sfera è fuori. Savini inserisce Caserta per Carrozza rinforzando gli argini a centrocampo. Gli uomini di Menichini si gettano alla rinfusa in avanti e colpiscono il palo con Gabionetta dopo un bel tiro a giro. Tutti avanti ma è la Juve Stabia che sfiora ancora il gol con Ripa che manda alto da pochi passi di testa. Dopo tre minuti di recupero tutti sotto la doccia: vittoria play-off delle vespe e Salernitana che perde ma non si fa male grazie alla sconfitta del Benevento a Matera che lascia tutto invariato.

LA CRONACA MINUTO PER MINUTO

1°TEMPO

1’ – Comincia il derby al Menti con la Juve Stabia in avanti;

2’ – VANTAGGIO JUVE STABIA: Punizione gialloblu di Carrozza dalla sinistra che imbecca Jidayi che di testa batte Gori per l’1-0;

4’ – Punizione di Gabionetta che sfiora il palo, granata vicini al pari;

9’ – Bella incursione di Franco a sinistra che non trova Bovo al centro pronto all’impatto;

10’ – Ammonito Tuia per fallo su Carrozza;

17’ – Migliorini taglia per Nicastro che tutto solo salta Gori e centra il palo: sulla ribattuta la difesa granata si salva in corner;

20’ – Salernitana reclama un rigore per un fallo di mano di La Camera su cross di Moro;

22’ – Nicastro su un taglio di Carrozza si ritrova di nuovo il raddoppio sui piedi ma stavolta è Gori che di pugni salva la squadra ospite;

23’ – Ci prova Moro a dare la scossa dai 35 metri, il suo destro viene parato in due tempi da Pisseri;

30’- Ancora un cross pericoloso dalla sinistra, Bocchetti libera in corner;

32’ – Ammonito Nicastro nella Juve Stabia;

37’ – Partita che si incattivisce e ne fanno le spese con il giallo Bocchetti e Carrozza;

39’ – Colpo di testa di Ripa che termina alto;

40’ – Ci prova Bovo dal limite, non va;

45? – Carrozza si divora il raddoppio! Da solo di fronte a Gori si allunga incredibilmente il pallone che il portiere granata fa suo;

48’ – Termina il primo tempo con la Juve Stabia meritatamente in vantaggio, 1-0 stretto alle vespe;

2°TEMPO

1’ – Comincia la ripresa al Menti con Menichini che inserisce Negro al posto di Bocchetti e Salernitana con il 4-3-3;

2’ – Cross di Colombo che non trova Calil in area;

4’ – Incursione di Gabionetta che in verticale due contro uno non sfrutta la ripartenza;

5’ – Buona azione stabiese con un bel tiro di Bombagi respinto da Gori, Franco poi libera;

9’ – Negro sfiora il pari di sinistro imbeccato da Moro, ma è chiuso in corner da Migliorini;

11’ – Punizione stabiese pericolosissima che sfiora il sette;

12’ – Negro recupera palla sulla trequarti, serve Gabionetta che spara a lato;

20’ – Cristea rileva uno spento Calil. Savini risponde con Maiorano per Jidayi;

23’ – Ripa dinanzi a Gori che in uscita di piede salva ancora la sua squadra;

30’ – Mendicino per Bovo nei granata;

31’ – Bombagi in slalom in area fermato da Lanzaro;

33’ – Contessa dal limite, palla fuori;

35’ – Caserta per Carrozza nella Juve Stabia;

40’ – PALO SALERNITANA!!” Destro a giro di Gabionetta che colpisce il palo;

45’ – Vespe che sfiorano ancora con Ripa il raddoppio

48’ – Dopo 3 minuti di recupero termina il match, vittoria meritata della Juve Stabia al Menti sulla capolista.

TABELLINO   –   JUVE STABIA-SALERNITANA 1-0

JUVE STABIA (4-4-2): Pisseri, Cancellotti (45’st Romeo), Contessa, La Camera, Polak, Migliorini, Nicastro, Jidayi (21’st Maiorano), Ripa, Bombagi, Carrozza (36’st Caserta). A disp: Santurro, Liotti, Burrai, Gomez. All: Savini.

SALERNITANA (3-5-2): Gori; Tuia, Lanzaro, Bocchetti (1’st Negro); Colombo, Moro, Pestrin, Bovo (30’st Mendicino), Franco; Gabionetta, Calil (21’st Cristea). A disp: Russo, Trevisan, Pezzella, Favasuli. All: Menichini.

Arbitro: Dei Giudici di Latina (Rizzato/Rossini)

NOTE. Marcatori: 2’pt Jidayi (J)

Ammoniti: Tuia, Bocchetti, Colombo e Pestrin (S), Jidayi, Carrozza (J)

Angoli: 3-4

Recuperi: 1’pt; 3’st.

 

Da Salernonotizie Brutta partita della Salernitana a Castellammare  di Stabia contro la Juve Stabia: granata sotto dopo appena un minuto con un colpo di testa di Jidayi imbeccato su punizione da Carrozza. La Salernitana pare reagire bene con una punizione di Gabionetta che sfiora il palo, ma sono i padroni di casa che sfiorano il raddoppio in almeno tre circostanze con Nicastro e Carrozza: solo il palo e un super Gori dicono no alle vespe. Finale di tempo convulso con piccole scaramucce in campo e cartellini gialli distribuiti a più giocatori dal direttore di gara. Nella ripresa Menichini inserisce Negro, Cristea e Mendicino passando ad un atteggiamento più offensivo ma senza costruire nitide palle gol ma solo mischie in area e solo un palo nel finale di Gabionetta. I granata perdono ma la sconfitta è resa indolore dalla concomitante sconfitta del Benevento a Matera 2-1 che lascia il distacco di +5  invariato a tre turni dal termine.

E’ un derby che alla vigilia dunque profuma di serie B per la Salernitana a quattro giornate dal termine. Gli uomini di Menichini hanno a disposizione alla vigilia due risultati su tre, tenendo l’orecchio anche alla radiolina per buone nuove da Matera dove in contemporanea gioca il Benevento. La capolista scende in campo al Menti con il 3-5-2. Rinforza difesa e centrocampo il tecnico di Ponsacco perdendo qualcosa in avanti e tenendo ben presente il valore degli avversari. Torna Tuia nel pacchetto arretrato dopo la squalifica. In campo anche Pestrin dal primo minuto dopo il turno “voluto” di stop dal mister per non rischiare cartellini gialli (ad ogni ammonizione Pestrin salterà la gara successiva). In attacco tandem brasiliano con Calil e Gabionetta con quest’ultimo autore sabato della sua prima doppietta a Salerno. Sacrificati di turno Favasuli a centrocampo e Negro in attacco che entrerà a gara in corso (Perrulli è squalificato e Trevisan partirà dalla panchina). Davanti a Gori dunque agiscono i tre centrali di ruolo Tuia, Lanzaro e Bocchetti.Colombo e Franco saranno gli esterni che faranno da pendolo tra difesa e centrocampo. La mediana si completa con Moro, Pestrin e Bovo con i brasiliani Calil e Gabionetta in avanti.

Menichini in settimana ha detto che non disputerà una partita da difensivista. D’altro canto il mister stabiese Savini è consapevole dell’importanza della sfida che giocherà senza gli unici indisponibili ‘’pesanti’’ come Gammone e Di Carmine. Tra i pali Pisseri con Cancellotti, Contessa,  Polak e  Migliorini sulla linea difensiva, centrocampo a tre con Jidayi, La Camera e Nicastro che supporteranno il tridente composto da Carrozza, Bombagi e l’esperto Ripa.

Salernitana scortata al Menti da 800 tifosi muniti di supporters card. Impianto stabiese pieno come ai bei tempi nonostante sia stata indetta la giornata gialloblu.

LA PARTITA

Alle 15 precise il sig. Dei Giudici di Latina da l’inizio alle ostilità. La Juve Stabia parte a testa bassa e passa subito in vantaggio al primo minuto. Punizione di Carrozza dalla sinistra, palla a centro area e Tuia si fa sfuggire Jidayi che di testa fa secco Gori per l’1-0. Esplode la tifoseria delle vespe e Salernitana che tenta l’immediata reazione con Gabionetta che su punizione sfiora il pari con un sinistro che fa la barba al palo. Ci prova Franco sulla sinistra dopo cinque minuti ma la sua incursione non va a buon fine.

Al 10’ il primo giallo: un incerto Tuia si fa sfuggire Carrozza e lo ferma fallosamente. La partita è vibrante e si sviluppa su ritmi alti, complice il gol al fulmicotone delle vespe. I padroni di casa quando affondano creano sempre grattacapi a Lanzaro e soci. Al 17’ la Juve Stabia sfiora il raddoppio: Migliorini passa a Nicastro che taglia in due la linea maginòt ospite e tutto solo salta Gori e centra il palo: sulla ribattuta la difesa granata si salva in corner. Al 20’ la Salernitana reclama un rigore per un fallo di mano di La Camera su cross di Moro, per l’arbitro si può proseguire. Ma è ancora la Juve Stabia vicina al gol con Nicastro che su un taglio di Carrozza si ritrova di nuovo il raddoppio sui piedi ma stavolta è Gori che di pugni salva la squadra ospite. Ci prova Moro a suonare la carica dai 35 metri, il suo destro viene parato in due tempi da Pisseri.

E’ ancora Juve Stabia pericolosa con i cross dalla sinistra, Bocchetti in spaccata libera in corner. Intanto anche Nicastro finisce sul taccuino del direttore di gara. Al 36’ gli animi si accendono: Bocchetti e Carrozza vengono quasi alle mani dopo un’azione fallosa di Bombagi: l’arbitro punisce entrambi con il giallo. Ci prova ancora Ripa nelle vespe ma il suo colpo di testa termina altissimo. Salernitana che fatica a trovare spazi e soffre molto a destra dove Colombo sempre in ritardo viene ammonito al 40’. Al 45′ Carrozza si divora ancora il raddoppio: da solo di fronte a Gori si allunga incredibilmente il pallone che il portiere granata fa suo. Termina il primo tempo con gli animi surriscaldati e con Pestrin e Ripa che hanno un duro battibecco. Prima frazione totalmente appannaggio dei padroni di casa.

SECONDO TEMPO

Comincia la ripresa al Menti con Menichini che inserisce Negro al posto di Bocchetti e Salernitana con il 4-3-3. Savini lascia invariato l’undici iniziale. Parte bene la Salernitana con un incursione di Gabionetta che in verticale due contro uno non sfrutta la ripartenza. Le vespe rispondono con una buona azione e con un bel tiro di Bombagi respinto da Gori, Franco poi libera. Ma Salernitana più intraprendente con Negro che sfiora il pari di sinistro imbeccato da Moro, ma chiuso in corner da Migliorini. Colombo dal cross della bandierina di testa manda al lato.

La partita nonostante le due squadre si sono allungate non perde di fascino: punizione stabiese di Bombagi che sfiora il sette al 10’ mentre due minuti dopo Negro recupera palla sulla trequarti, serve Gabionetta che spara a lato. Dopo il quarto d’ora il match rallenta e Menichini inerisce Cristea per uno spento Calil. Savini risponde con Maiorano per Jidayi che ha speso troppo. Al 23’ ancora le vespe in ripartenza si presentano con Ripa dinanzi a Gori che in uscita di piede salva ancora la sua squadra.

Le due squadre iniziano a risentire della giornata calda e abbassano il ritmo e Menichini al 30’ rileva Bovo per Mendicino giocandosi il tutto per tutto ma i padroni di casa ancora pungenti con uno slalom di Bombagi chiuso da Lanzaro in extremis.Ci prova dopo un minuto anche Contessa dal limite ma la sfera è fuori. Savini inserisce Caserta per Carrozza rinforzando gli argini a centrocampo. Gli uomini di Menichini si gettano alla rinfusa in avanti e colpiscono il palo con Gabionetta dopo un bel tiro a giro. Tutti avanti ma è la Juve Stabia che sfiora ancora il gol con Ripa che manda alto da pochi passi di testa. Dopo tre minuti di recupero tutti sotto la doccia: vittoria play-off delle vespe e Salernitana che perde ma non si fa male grazie alla sconfitta del Benevento a Matera che lascia tutto invariato.

LA CRONACA MINUTO PER MINUTO

1°TEMPO

1’ – Comincia il derby al Menti con la Juve Stabia in avanti;

2’ – VANTAGGIO JUVE STABIA: Punizione gialloblu di Carrozza dalla sinistra che imbecca Jidayi che di testa batte Gori per l’1-0;

4’ – Punizione di Gabionetta che sfiora il palo, granata vicini al pari;

9’ – Bella incursione di Franco a sinistra che non trova Bovo al centro pronto all’impatto;

10’ – Ammonito Tuia per fallo su Carrozza;

17’ – Migliorini taglia per Nicastro che tutto solo salta Gori e centra il palo: sulla ribattuta la difesa granata si salva in corner;

20’ – Salernitana reclama un rigore per un fallo di mano di La Camera su cross di Moro;

22’ – Nicastro su un taglio di Carrozza si ritrova di nuovo il raddoppio sui piedi ma stavolta è Gori che di pugni salva la squadra ospite;

23’ – Ci prova Moro a dare la scossa dai 35 metri, il suo destro viene parato in due tempi da Pisseri;

30’- Ancora un cross pericoloso dalla sinistra, Bocchetti libera in corner;

32’ – Ammonito Nicastro nella Juve Stabia;

37’ – Partita che si incattivisce e ne fanno le spese con il giallo Bocchetti e Carrozza;

39’ – Colpo di testa di Ripa che termina alto;

40’ – Ci prova Bovo dal limite, non va;

45′ – Carrozza si divora il raddoppio! Da solo di fronte a Gori si allunga incredibilmente il pallone che il portiere granata fa suo;

48’ – Termina il primo tempo con la Juve Stabia meritatamente in vantaggio, 1-0 stretto alle vespe;

2°TEMPO

1’ – Comincia la ripresa al Menti con Menichini che inserisce Negro al posto di Bocchetti e Salernitana con il 4-3-3;

2’ – Cross di Colombo che non trova Calil in area;

4’ – Incursione di Gabionetta che in verticale due contro uno non sfrutta la ripartenza;

5’ – Buona azione stabiese con un bel tiro di Bombagi respinto da Gori, Franco poi libera;

9’ – Negro sfiora il pari di sinistro imbeccato da Moro, ma è chiuso in corner da Migliorini;

11’ – Punizione stabiese pericolosissima che sfiora il sette;

12’ – Negro recupera palla sulla trequarti, serve Gabionetta che spara a lato;

20’ – Cristea rileva uno spento Calil. Savini risponde con Maiorano per Jidayi;

23’ – Ripa dinanzi a Gori che in uscita di piede salva ancora la sua squadra;

30’ – Mendicino per Bovo nei granata;

31’ – Bombagi in slalom in area fermato da Lanzaro;

33’ – Contessa dal limite, palla fuori;

35’ – Caserta per Carrozza nella Juve Stabia;

40’ – PALO SALERNITANA!!” Destro a giro di Gabionetta che colpisce il palo;

45’ – Vespe che sfiorano ancora con Ripa il raddoppio

48’ – Dopo 3 minuti di recupero termina il match, vittoria meritata della Juve Stabia al Menti sulla capolista.

TABELLINO   –   JUVE STABIA-SALERNITANA 1-0

JUVE STABIA (4-4-2): Pisseri, Cancellotti (45’st Romeo), Contessa, La Camera, Polak, Migliorini, Nicastro, Jidayi (21’st Maiorano), Ripa, Bombagi, Carrozza (36’st Caserta). A disp: Santurro, Liotti, Burrai, Gomez. All: Savini.

SALERNITANA (3-5-2): Gori; Tuia, Lanzaro, Bocchetti (1’st Negro); Colombo, Moro, Pestrin, Bovo (30’st Mendicino), Franco; Gabionetta, Calil (21’st Cristea). A disp: Russo, Trevisan, Pezzella, Favasuli. All: Menichini.

Arbitro: Dei Giudici di Latina (Rizzato/Rossini)

NOTE. Marcatori: 2’pt Jidayi (J)

Ammoniti: Tuia, Bocchetti, Colombo e Pestrin (S), Jidayi, Carrozza (J)

Angoli: 3-4

Recuperi: 1’pt; 3’st.