INTERVISTA A PEPPE D’ESPOSITO CON LORENZO E LA NOSTRA CONCRETEZZA CAMBIEREMO MASSA

0

Incontro Giuseppe D’Esposito, detto Peppe, attuale consigliere comunale di minoranza, in un freddo pomeriggio della settimana appena trascorsa, mentre soffia un forte vento di tramontana.
L’appuntamento è per le 18.00, lui arriva con leggero anticipo, mi saluta con cortesia ed indicando fuori dalla finestra dice: “È il vento del cambiamento, vede?”. I suoi occhi hanno una luce particolare, sembrano quelli di un ragazzino, non dimostra i suoi 57 anni.
Trasmette un entusiasmo contagioso, quando inizia a raccontare della sua scelta di presentarsi alle prossime elezioni comunali al fianco del candidato sindaco Lorenzo Balducelli.
“Sono stato tra i primi ad incoraggiare Balducelli, per il quale nutro da anni una profonda stima, a formare questo gruppo ricco di competenze ed unito per perseguire il bene comune. Lorenzo sarà il sindaco di tutti, permetterà alla nostra città di superare le ormai obsolete logiche campaniliste e metterà a disposizione di tutti le sue competenze con la grande umiltà che lo contraddistingue.
Ha parlato di “vento del cambiamento”. Quale sarebbe il cambiamento che Il Patto con la Città” porterebbe rispetto all’attuale amministrazione?
Il vero cambiamento consisterebbe nell’affidare il nostro Comune a persone oneste, concrete e trasparenti, il cui fine è unicamente quello di lavorare per il bene di tutte le frazioni.
Nel dettaglio, cosa sarebbe opportuno cambiare nelle dinamiche dell’amministrazione comunale?
In primis occorrerebbe ridurre gli sprechi, che a mio avviso sono davvero troppi. Ad esempio, ritengo eccessivi gli affidamenti di incarichi esterni: molto spesso si tratta di lavori che potrebbero essere svolti da dipendenti comunali e non vedo il perché si debbano pagare cifre elevatissime che potrebbero invece servire per coprire altre spese.
In concreto, quali interventi crede siano necessari a Massa Lubrense?
In generale credo che Massa Lubrense non abbia bisogno di grandi promesse, ma di piccoli interventi costanti che mirino a migliorare la vita dei cittadini giorno per giorno. Per il lavoro che faccio (dirigente dell’Ufficio Postale di Termini), vengo a contatto con moltissime persone, le quali mi vedono come un punto di riferimento per piccole e grandi questioni che nel nostro Comune non vanno o sono da migliorare. Ascoltando quotidianamente le esigenze ed i bisogni dei miei concittadini ho capito che a Massa, soprattutto dopo la riduzione delle corse “Sita”, servirebbe introdurre un servizio interno di pullmini: almeno due di dimensioni ridotte che possano servire tutte le frazioni, anche quelle attualmente del tutto scoperte o comunque penalizzate dal trasporto pubblico, come Acquara, Schiazzano, Termini, Marciano, Nerano, Torca e Marina Lobra. Migliorare i trasporti servirebbe notevolmente anche al rilancio turistico. Allo stato attuale un turista che da Napoli volesse raggiungere Punta Campanella utilizzando i mezzi pubblici incontra non pochi problemi…
Quale altra iniziativa ritiene importante per Massa Lubrense?
Un aspetto fondamentale è quello del rilancio dell’agricoltura, sia per questioni legate all’economia del territorio ed al rilancio turistico, sia per motivi legati alla salute dei cittadini. Ritengo necessario agevolare i produttori del territorio nel vendere prodotti biologici a km 0, organizzando settimanalmente un mercatino sul territorio comunale, o, in alternativa, veicolando la vendita di prodotti biologici nei negozi di ortofrutta presenti nel nostro Comune. Questo tipo di approccio sarebbe una grande vittoria sia su un piano di marketing turistico, sia per quanto riguarda la corretta alimentazione dei cittadini massesi.

Laura Parisi.Incontro Giuseppe D’Esposito, detto Peppe, attuale consigliere comunale di minoranza, in un freddo pomeriggio della settimana appena trascorsa, mentre soffia un forte vento di tramontana.
L’appuntamento è per le 18.00, lui arriva con leggero anticipo, mi saluta con cortesia ed indicando fuori dalla finestra dice: “È il vento del cambiamento, vede?”. I suoi occhi hanno una luce particolare, sembrano quelli di un ragazzino, non dimostra i suoi 57 anni.
Trasmette un entusiasmo contagioso, quando inizia a raccontare della sua scelta di presentarsi alle prossime elezioni comunali al fianco del candidato sindaco Lorenzo Balducelli.
“Sono stato tra i primi ad incoraggiare Balducelli, per il quale nutro da anni una profonda stima, a formare questo gruppo ricco di competenze ed unito per perseguire il bene comune. Lorenzo sarà il sindaco di tutti, permetterà alla nostra città di superare le ormai obsolete logiche campaniliste e metterà a disposizione di tutti le sue competenze con la grande umiltà che lo contraddistingue.
Ha parlato di “vento del cambiamento”. Quale sarebbe il cambiamento che Il Patto con la Città” porterebbe rispetto all’attuale amministrazione?
Il vero cambiamento consisterebbe nell’affidare il nostro Comune a persone oneste, concrete e trasparenti, il cui fine è unicamente quello di lavorare per il bene di tutte le frazioni.
Nel dettaglio, cosa sarebbe opportuno cambiare nelle dinamiche dell’amministrazione comunale?
In primis occorrerebbe ridurre gli sprechi, che a mio avviso sono davvero troppi. Ad esempio, ritengo eccessivi gli affidamenti di incarichi esterni: molto spesso si tratta di lavori che potrebbero essere svolti da dipendenti comunali e non vedo il perché si debbano pagare cifre elevatissime che potrebbero invece servire per coprire altre spese.
In concreto, quali interventi crede siano necessari a Massa Lubrense?
In generale credo che Massa Lubrense non abbia bisogno di grandi promesse, ma di piccoli interventi costanti che mirino a migliorare la vita dei cittadini giorno per giorno. Per il lavoro che faccio (dirigente dell’Ufficio Postale di Termini), vengo a contatto con moltissime persone, le quali mi vedono come un punto di riferimento per piccole e grandi questioni che nel nostro Comune non vanno o sono da migliorare. Ascoltando quotidianamente le esigenze ed i bisogni dei miei concittadini ho capito che a Massa, soprattutto dopo la riduzione delle corse “Sita”, servirebbe introdurre un servizio interno di pullmini: almeno due di dimensioni ridotte che possano servire tutte le frazioni, anche quelle attualmente del tutto scoperte o comunque penalizzate dal trasporto pubblico, come Acquara, Schiazzano, Termini, Marciano, Nerano, Torca e Marina Lobra. Migliorare i trasporti servirebbe notevolmente anche al rilancio turistico. Allo stato attuale un turista che da Napoli volesse raggiungere Punta Campanella utilizzando i mezzi pubblici incontra non pochi problemi…
Quale altra iniziativa ritiene importante per Massa Lubrense?
Un aspetto fondamentale è quello del rilancio dell’agricoltura, sia per questioni legate all’economia del territorio ed al rilancio turistico, sia per motivi legati alla salute dei cittadini. Ritengo necessario agevolare i produttori del territorio nel vendere prodotti biologici a km 0, organizzando settimanalmente un mercatino sul territorio comunale, o, in alternativa, veicolando la vendita di prodotti biologici nei negozi di ortofrutta presenti nel nostro Comune. Questo tipo di approccio sarebbe una grande vittoria sia su un piano di marketing turistico, sia per quanto riguarda la corretta alimentazione dei cittadini massesi.

Laura Parisi.

Lascia una risposta