Orria, ladri di gasolio

0

I soliti ignoti non risparmiano neanche il gasolio della caldaia della Scuola Elementare e dell’Infanzia.
 A scoprire il singolare furto è stato il tecnico incaricato di verificare il regolare funzionamento dell’impianto di riscaldamento, in seguito alla segnalazione, da parte delle insegnanti del Plesso Scolastico di Orria capoluogo, della mancata accensione dei radiatori.


Tra lo stupore e l’incredulità generale, è stato avvisato dell’accaduto il Sindaco del Comune cilentano, Manlio DE FEO, il quale, non trovandosi in loco, per il tramite dell’Assessore alle Politiche Sociali, Pier Luigi DI FIORE, ha provveduto ad inoltrare denuncia dei fatti alla Stazione dei Carabinieri di Gioi C.to.
 Il sopralluogo, effettuato dai Carabinieri, ha confermato, grazie ad elementi fattuali, il “modus operandi” dei ladri.
 Dopo aver segato il lucchetto della porta del deposito e forzato il tappo della cisterna, presumibilmente, grazie ad una pompa elettrica – con molta probabilità- collegata ad una batteria di un furgone, hanno trafugato, con relativa facilità, circa 15 q di gasolio.
 Al momento, non sono state raccolte testimonianze oculari circa movimenti sospetti verificatisi tra la notte di lunedì e martedì scorsi.
 Sembrerebbe, che i ladri abbiano avuto, oltre alla destrezza, anche una discreta fortuna, tenuto conto che il Plesso Scolastico è situato in pieno centro urbano. I Carabinieri indagano.
 L’episodio criminoso, tanto singolare, quanto sconcertante, è soltanto l’ultimo di una serie di furti perpetrati a danno di abitazioni private e di case di campagna, posti in essere nei piccoli centri del Cilento collinare.
 M.S.
 

I soliti ignoti non risparmiano neanche il gasolio della caldaia della Scuola Elementare e dell’Infanzia.
 A scoprire il singolare furto è stato il tecnico incaricato di verificare il regolare funzionamento dell’impianto di riscaldamento, in seguito alla segnalazione, da parte delle insegnanti del Plesso Scolastico di Orria capoluogo, della mancata accensione dei radiatori.


Tra lo stupore e l’incredulità generale, è stato avvisato dell’accaduto il Sindaco del Comune cilentano, Manlio DE FEO, il quale, non trovandosi in loco, per il tramite dell’Assessore alle Politiche Sociali, Pier Luigi DI FIORE, ha provveduto ad inoltrare denuncia dei fatti alla Stazione dei Carabinieri di Gioi C.to.
 Il sopralluogo, effettuato dai Carabinieri, ha confermato, grazie ad elementi fattuali, il “modus operandi” dei ladri.
 Dopo aver segato il lucchetto della porta del deposito e forzato il tappo della cisterna, presumibilmente, grazie ad una pompa elettrica – con molta probabilità- collegata ad una batteria di un furgone, hanno trafugato, con relativa facilità, circa 15 q di gasolio.
 Al momento, non sono state raccolte testimonianze oculari circa movimenti sospetti verificatisi tra la notte di lunedì e martedì scorsi.
 Sembrerebbe, che i ladri abbiano avuto, oltre alla destrezza, anche una discreta fortuna, tenuto conto che il Plesso Scolastico è situato in pieno centro urbano. I Carabinieri indagano.
 L’episodio criminoso, tanto singolare, quanto sconcertante, è soltanto l’ultimo di una serie di furti perpetrati a danno di abitazioni private e di case di campagna, posti in essere nei piccoli centri del Cilento collinare.
 M.S.
 

Lascia una risposta