La non Violenza spiegata, nelle scuole delle Penisola,ai ragazzi e ai loro genitori…Mamme al Centro racconta

0

Continua ,alla grande, il Tour di Mamme al Centro, contro le violenze di genere e il bullismo, Un percorso condiviso e corale che , ormai, stà coinvolgendo tutte le scuole della Penisola Sorrentina e non solo….
Il Segreto del nostro”successo” è nello Staff : Ogni anello di questa,grande ,catena della solidarietà contro le violenze e il bullismo contribuisce a rendere unico e speciale il dialogo che si instaura con i ragazzi e, ogni, singolo, ragazzo è chiamato a diventare protagonista , testimone e portatore di pace…e il patto diventa concreto quando i giovani indossano i braccialetti “bianchi” della pace (braccialetti bianchi, di carta , che contengono messaggi di pace, contro ogni forma di violenza )
I ragazzi porteranno,per sempre, il simbolo e il ricordo di una giornata indimenticabile e di un mai la esperienza che rimarrà,per sempre, nei loro cuori : Affinchè “non dimentichino” ad ognuno di loro verrà rilasciato un attestato speciale, un attestato di chi prende coscienza della non violenza e di chi si impegna, ogni giorno e con il cuore, ad essere un portatore pace….
La non violenza spiegata da chi è andato in guerra, da un rapper che “canta” il sociale , da un gruppo “speciale di esperti” che sanno come parlare ai ragazzi , dal giornale on-line positanonews che segue ,assiduamente e puntualmente, tutte le tappe … se a tutto ciò….aggiungiamo la grande e contagiosa simpatia di un presentatore-speaker Radiofonico…allora la ricetta è perfetta !
Mamme al Centro ha messo insieme un gruppo ,che ama definire Angeli del sociale o Ageli della Strada “ di persone “meravigliose” e poliedriche capaci di sprigionare, come un caledoscopio, colori positivi e di trasmetterli ai giovani: Esperti in vari settori del sociale, Esperti di comunicazione, medici, Artisti, campioni mondiali, rapper , Attori, che fino al qualche tempo fa erano chiamati a fare altro, e che , adesso, mettono in campo le loro energie, le loro esperienze, che sanno raccontare della vita, della guerra ma anche della pace e delle scelte giuste da prendere “ .La vita ci offre sempre delle scelte e bisogna saper,sempre, cogliere non quelle più semplici ma quelle GIUSTE “ questo è il messaggio lancianto da ogni singola persona del gruppo che porta con se un bagaglio enorme di esperienze sul campo della cultura , dello sport , del sociale e dell’arte….per proiettarlo dritto nel cuore dei ragazzi…Grandi eroi, grandi artisti, gradi medici che ,al momento giusto, hanno saputo fare le giuste scelte e che sanno “raccontarle” ai giovani, che dicono , in maniera sentita e corale, NO ALLE VIOLENZE DI GENERE. Grandi cuori, grandi Storie, grandi studi messi sul campo per fornire , nell’immediato, elementi chiave che possano aprire porte della speranza e occhi che non vedevano: quasi tre ore, forti, indimenticabili che “catturano” l’attenzione e il cuore di ogni singolo ragazzo…e dopo nessuno sarà più lo stesso, nessuno sarà più indifferente alla violenza, ognuno si farà carico di essere “portatore” di pace….
Lo staff e la “formula” proposta da Mamme al Centro funziona perchè sposa realtà forti e diverse che si fondono,insieme, per dar vita ad una melodia bellissima ,unica e senza nessuna stonatura…Una fusione di “ideali e valori” condivisi da tutti i membri dello staff ma anche dalle scuole ospitanti, un empatia forte e coinvolgente che arriva dritta ai cuori dei ragazzi . Ogni membro dello staff “Mamme al Centro” e Piano Sociale di zona fa parte, come un’anello imprescindibile, di questa grande catena di solidarietà…a cui tutti siamo chiamati a riflettere e a donare ,un po’ , del nostro tempo, un po’ del nostro cuore…Non per essere migliori ma per far si che il mondo che ci circonda sia “migliore” iniziando dal piccolo, iniziando da ognuno di noi….Iniziando dal nostro cuore, dalle nostre coscienze.
Non si può spiegare l’emozione che si prova nel vedere centinaia di occhi brillare, tante voci cantare il rep della non violenza…Non si possono spiegare i grazie , gli abbracci, i baci, le file per un autografo e il calore che riceviamo in ogni scuola dove andiamo e in ogni cuore che raggiungiamo….Non si può spiegare quello che sentiamo, dentro, nel sapere di aver lasciato un pezzo di ognuno di noi e del nostro cuore in ogni tappa, in ogni scuola, in ogni ragazzo….
Un emozione che lascia in ogni piccolo cuore un seme e che arricchisce chi lo riceve e chi lo dona….
Le prossime tappe vedranno come protagoniste le seguenti scuole che hanno aderito con grande entusiasmo dei dirigenti scolastici:
20 Aprile Istituto Comprensivo Tasso di Sorrento (NA)
21 Aprile Istituto comprensivo Pulcarelli di Sant’Agata (Na)
28 Aprile Istituto comprensivo LucAntonio-Porzio di Positano (Sa )
Addirittura il 27 Aprile è previsto ,al Pulcarelli di Sant’Agata, un incontro , contro le violenze di genere, rivolto ai soli genitori…perchè spesso la violenza nasce tra le mura domestiche, dove i bambini sono spettatori silenti….
Sono già state toccate le seguenti tappe:
Abbiamo iniziato, nel mese di febbraio al Comprensivo Buonocore Fienga di Meta (Na)
nel mese di Marzo siamo stati ai Comprensivi :
Bozzaotre di Massa Lubrense (Na)
Alla sede Massa (a Trinità) del comprensivo di Piano di Sorrento (Na)
Prossimo appuntamenti, in vista sono nel Mese di Maggio:
Istituto Comprensivo Amalfi di Piano di Sorrento

«Lezioni contro la violenza» L ’Associazione Mamme al Centro ha infatti trovato il supporto dei Dirigenti scolastici , che si sono offerti di aprire le porte ai percorsi di sensibilizzazione contro la violenza. Lo slogan della campagna è :“che ogni giorno sia un giorno contro la violenza e di piccoli gesti per creare un terreno diverso dove crescere coscienza” Gli stereotipi che sottendono la violenza sono difficili da sradicare, e solo una continua e capillare attività di sensibilizzazione e prevenzione potrà aiutarci a cambiare la situazione. Il progetto, di Mamme al Centro gode del patrocinio morale del Piano sociale di zona Napoli 33 dei Comuni associati della Penisola Sorrentina e il magazine Positano News ha come obiettivo quello di informare i ragazzi più giovani sui temi della violenza sulle donne, violenza di genere e sul fenomeno del bullismo .
IL PROGRAMMA
Il programma si basa sul concetto di “Edutainment”, ossia educazione+intrattenimento; questo concetto si associa bene con le esigenze dei ragazzi giovani che hanno spesso bisogno di ricevere un linguaggio aperto, semplice e diretto. Perchè la violenza non è mai una cosa bella, perchè la violenza è una cicatrice che non si rimargina mai, una piaga sociale da combattere tutti uniti.
Ogni percorso di sensibilzzazione , in ogni tappa, Mamme al Centro Endas aggiungerà una nota in più, una novità particolarmente emozionanti: Amici del mondo dello spettacolo ,cultura e arte pronti a mettere il cuore, a mettersi in gioco per poter sensibilizzare e interagire con i ragazzi, uomini e donne del domani .
. Il giorno 20 aprile presso la scuola media Tasso di Sorrento insieme allo Staff sarà ospite d’onore l’attrice Imma Gaudomonte attrice napoletana che ci parlerà di femminicidio e di storie di vita , ci svelerà il lato più umano e intimo, all’insegna di sani valori etici, morali. Un tour ,emozionate, che ci sta portando in giro per tutti gli Istituti comprensivi e delle scuole superiori della Penisola Sorrentina -dice Roberta d’Esposito -abbiamo iniziato al comprensivo di Meta Buonocore Fienga, simo stati al Bozzaotre di Massa Lubrense, e alla sede Massa del comprensivo di Piano di Sorrento .
E’ una bellissima esperienza quella di vedere protagonisti i ragazzi, esortarli ad interagire anche con lo staff su argomentazione di uguaglianza e di rispetto. Durante gli incontri vengono affrontati temi che riguardano tutte le forme di violenza : dalle violenze dirette, al bullismo,allo stalking ,alle minacce, la violenza sessuale e psicologica, dentro e fuori dalle mura domestiche.
In merito alla violenza contro le donne, i dati sono allarmanti: Purtroppo siamo in crescita: Aumentano ,ogni giorno, le segnalazioni di episodi di stalking e atti violenti. Lo ha affermato Roberta d’Esposito dell’Associazione “Mamme al Centro Endas” . Spesso la violenza è prima psicologica, poi anche materiale e alla fine letale”.
L’Associazione Mamme al Centro ha saputo mostrare “l’importanza di ripartire dalla scuola oltre che dalla strade e dai territori, con un occhio rivolto alla cultura e alla sensibilizzazione. Perché non c’è prevenzione senza iniziative di dialogo e sensibilizzazione”.
Nei progetti 2015 di Prevenzione Salute per Mamme e famiglie di “Mamme al Centro Endas”tra le attività rientra anche la lotta contro la violenza sulle donne, che ormai da anni ha tra i propri obiettivi anche quello di fare prevenzione sul tema violenza, andando nelle scuole e promuovendo momenti di incontro e confronto con le classi. L’obiettivo è quello di tenere alta l’attenzione sul tema e offrire spunti di discussione che poi i ragazzi possano approfondire in classe con i docenti. Molte manifestazioni di violenza, dallo stalking alla violenza psicologica, non sono spesso considerate tali e solo il 7,2% delle donne denuncia la violenza subita.
Dal dialogo si può creare una rete di comunicazione nelle aule come nella strada e nella famiglia, un rapportarsi fra alunni i e docenti. La responsabilità e lo scopo di “Mamme al Centro Endas” e del suo staff, al fine di sensibilizzare tutti noi e soprattutto di farci comprendere un fenomeno strutturale come la violenza di genere e di poter pianificare politiche con una serie di prevenzione a protezione delle ipotetiche vittime. Approfondire, coinvolgere e far riflettere su queste tematiche nelle scuole durante un percorso di dialogo e interazioni dei nostri esperti.
Il team “Mamme al Centro e Piano Sociale di Zona Na 33 “ per la campagna di sensibilizzazione
contro le violenze di genere nelle scuole
dott. Carlo Alfaro , la Dott.ssa Anna Sallustro, la dott.ssa Letizia Raus del piano sociale di zona Na 33; il rapper Mauro Marsu, autore ed interprete della canzone “Storia di Mara” , (con musiche a cura del team di produzione dei “RaZorDub” : DJ Neno, DJ Spider e Aniello Iaccarino, registrata al “Monopattino Studio” di Peppe De Angelis) simbolo dell’associazione “Mamme al Centro” per questa campagna, ha eseguito dal vivo il brano e discusso con i ragazzi adottando il registro linguistico e culturale dell’Hip Hop. Ciro Gallo, tecnico nazionale Militari Combat ed istruttore di metodologie di allenamento dei reparti militari Special Forces Fighting Skill (corpi speciali inglesi), detentore di cinque Guinnes mondiali e due volte campione del mondo di Muay Thai, che è intervenuto in veste di esperto di tecniche di auto-difesa; gli organizzatori Enzo Cirillo e Roberta D’Esposito, con il supporto di Vittoria Sammaria e Marisa Gargiulo , Il tutto affidato alla conduzione attenta, frizzante , simpatica e stimolante di Nino Lauro, speaker radiofonico ( Nino Lauro ha partecipato, ultimamente, anche alla nota trasmissione televisiva , su canale 5 Avanti un altro , con Gerri Scotti, dove ha dimostrato grande bravura e simpatia ) per sottolineare l’importanza di non dimenticare quanto questo crimine orrendo sia sottovalutato .
Il tour MAMME AL CENTRO, conto le violenze di genere, nelle scuole rappresenta un “gioiello” di inestimabile valore,proposto ai ragazzi da uno staff appositamente studiato per coinvolgere i giovani tramite messaggi e lezioni di vita da trasmettere , con un linguaggio attento e coinvolgente, affinché il confronto e il dialogo siano da esempio e fonte di aiuto, lealtà, correttezza, perseveranza, dedizione, passione, e coraggio”.
Il valore di questo tour è quello di rafforzare la lotta contro le discriminazioni e le violenze, un momento per riflettere sui passi ancora da compiere, ma soprattutto un’occasione per incontrare i ragazzi e la comunità con appelli e riflessioni per renderla partecipe delle iniziative di aiuto e sostegno.
 Ci piace concludere questo articolo con una poesia: di Nazim Hikmet

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.
Con L’augurio che ci siano sempre più cuori in cui seminare e coscienze da smuovere….
 Continua ,alla grande, il Tour di Mamme al Centro, contro le violenze di genere e il bullismo, Un percorso condiviso e corale che , ormai, stà coinvolgendo tutte le scuole della Penisola Sorrentina e non solo….
Il Segreto del nostro”successo” è nello Staff : Ogni anello di questa,grande ,catena della solidarietà contro le violenze e il bullismo contribuisce a rendere unico e speciale il dialogo che si instaura con i ragazzi e, ogni, singolo, ragazzo è chiamato a diventare protagonista , testimone e portatore di pace…e il patto diventa concreto quando i giovani indossano i braccialetti “bianchi” della pace (braccialetti bianchi, di carta , che contengono messaggi di pace, contro ogni forma di violenza )
I ragazzi porteranno,per sempre, il simbolo e il ricordo di una giornata indimenticabile e di un mai la esperienza che rimarrà,per sempre, nei loro cuori : Affinchè “non dimentichino” ad ognuno di loro verrà rilasciato un attestato speciale, un attestato di chi prende coscienza della non violenza e di chi si impegna, ogni giorno e con il cuore, ad essere un portatore pace….
La non violenza spiegata da chi è andato in guerra, da un rapper che “canta” il sociale , da un gruppo “speciale di esperti” che sanno come parlare ai ragazzi , dal giornale on-line positanonews che segue ,assiduamente e puntualmente, tutte le tappe … se a tutto ciò….aggiungiamo la grande e contagiosa simpatia di un presentatore-speaker Radiofonico…allora la ricetta è perfetta !
Mamme al Centro ha messo insieme un gruppo ,che ama definire Angeli del sociale o Ageli della Strada “ di persone “meravigliose” e poliedriche capaci di sprigionare, come un caledoscopio, colori positivi e di trasmetterli ai giovani: Esperti in vari settori del sociale, Esperti di comunicazione, medici, Artisti, campioni mondiali, rapper , Attori, che fino al qualche tempo fa erano chiamati a fare altro, e che , adesso, mettono in campo le loro energie, le loro esperienze, che sanno raccontare della vita, della guerra ma anche della pace e delle scelte giuste da prendere “ .La vita ci offre sempre delle scelte e bisogna saper,sempre, cogliere non quelle più semplici ma quelle GIUSTE “ questo è il messaggio lancianto da ogni singola persona del gruppo che porta con se un bagaglio enorme di esperienze sul campo della cultura , dello sport , del sociale e dell’arte….per proiettarlo dritto nel cuore dei ragazzi…Grandi eroi, grandi artisti, gradi medici che ,al momento giusto, hanno saputo fare le giuste scelte e che sanno “raccontarle” ai giovani, che dicono , in maniera sentita e corale, NO ALLE VIOLENZE DI GENERE. Grandi cuori, grandi Storie, grandi studi messi sul campo per fornire , nell’immediato, elementi chiave che possano aprire porte della speranza e occhi che non vedevano: quasi tre ore, forti, indimenticabili che “catturano” l’attenzione e il cuore di ogni singolo ragazzo…e dopo nessuno sarà più lo stesso, nessuno sarà più indifferente alla violenza, ognuno si farà carico di essere “portatore” di pace….
Lo staff e la “formula” proposta da Mamme al Centro funziona perchè sposa realtà forti e diverse che si fondono,insieme, per dar vita ad una melodia bellissima ,unica e senza nessuna stonatura…Una fusione di “ideali e valori” condivisi da tutti i membri dello staff ma anche dalle scuole ospitanti, un empatia forte e coinvolgente che arriva dritta ai cuori dei ragazzi . Ogni membro dello staff “Mamme al Centro” e Piano Sociale di zona fa parte, come un’anello imprescindibile, di questa grande catena di solidarietà…a cui tutti siamo chiamati a riflettere e a donare ,un po’ , del nostro tempo, un po’ del nostro cuore…Non per essere migliori ma per far si che il mondo che ci circonda sia “migliore” iniziando dal piccolo, iniziando da ognuno di noi….Iniziando dal nostro cuore, dalle nostre coscienze.
Non si può spiegare l’emozione che si prova nel vedere centinaia di occhi brillare, tante voci cantare il rep della non violenza…Non si possono spiegare i grazie , gli abbracci, i baci, le file per un autografo e il calore che riceviamo in ogni scuola dove andiamo e in ogni cuore che raggiungiamo….Non si può spiegare quello che sentiamo, dentro, nel sapere di aver lasciato un pezzo di ognuno di noi e del nostro cuore in ogni tappa, in ogni scuola, in ogni ragazzo….
Un emozione che lascia in ogni piccolo cuore un seme e che arricchisce chi lo riceve e chi lo dona….
Le prossime tappe vedranno come protagoniste le seguenti scuole che hanno aderito con grande entusiasmo dei dirigenti scolastici:
20 Aprile Istituto Comprensivo Tasso di Sorrento (NA)
21 Aprile Istituto comprensivo Pulcarelli di Sant’Agata (Na)
28 Aprile Istituto comprensivo LucAntonio-Porzio di Positano (Sa )
Addirittura il 27 Aprile è previsto ,al Pulcarelli di Sant’Agata, un incontro , contro le violenze di genere, rivolto ai soli genitori…perchè spesso la violenza nasce tra le mura domestiche, dove i bambini sono spettatori silenti….
Sono già state toccate le seguenti tappe:
Abbiamo iniziato, nel mese di febbraio al Comprensivo Buonocore Fienga di Meta (Na)
nel mese di Marzo siamo stati ai Comprensivi :
Bozzaotre di Massa Lubrense (Na)
Alla sede Massa (a Trinità) del comprensivo di Piano di Sorrento (Na)
Prossimo appuntamenti, in vista sono nel Mese di Maggio:
Istituto Comprensivo Amalfi di Piano di Sorrento

«Lezioni contro la violenza» L ’Associazione Mamme al Centro ha infatti trovato il supporto dei Dirigenti scolastici , che si sono offerti di aprire le porte ai percorsi di sensibilizzazione contro la violenza. Lo slogan della campagna è :“che ogni giorno sia un giorno contro la violenza e di piccoli gesti per creare un terreno diverso dove crescere coscienza” Gli stereotipi che sottendono la violenza sono difficili da sradicare, e solo una continua e capillare attività di sensibilizzazione e prevenzione potrà aiutarci a cambiare la situazione. Il progetto, di Mamme al Centro gode del patrocinio morale del Piano sociale di zona Napoli 33 dei Comuni associati della Penisola Sorrentina e il magazine Positano News ha come obiettivo quello di informare i ragazzi più giovani sui temi della violenza sulle donne, violenza di genere e sul fenomeno del bullismo .
IL PROGRAMMA
Il programma si basa sul concetto di “Edutainment”, ossia educazione+intrattenimento; questo concetto si associa bene con le esigenze dei ragazzi giovani che hanno spesso bisogno di ricevere un linguaggio aperto, semplice e diretto. Perchè la violenza non è mai una cosa bella, perchè la violenza è una cicatrice che non si rimargina mai, una piaga sociale da combattere tutti uniti.
Ogni percorso di sensibilzzazione , in ogni tappa, Mamme al Centro Endas aggiungerà una nota in più, una novità particolarmente emozionanti: Amici del mondo dello spettacolo ,cultura e arte pronti a mettere il cuore, a mettersi in gioco per poter sensibilizzare e interagire con i ragazzi, uomini e donne del domani .
. Il giorno 20 aprile presso la scuola media Tasso di Sorrento insieme allo Staff sarà ospite d’onore l’attrice Imma Gaudomonte attrice napoletana che ci parlerà di femminicidio e di storie di vita , ci svelerà il lato più umano e intimo, all’insegna di sani valori etici, morali. Un tour ,emozionate, che ci sta portando in giro per tutti gli Istituti comprensivi e delle scuole superiori della Penisola Sorrentina -dice Roberta d’Esposito -abbiamo iniziato al comprensivo di Meta Buonocore Fienga, simo stati al Bozzaotre di Massa Lubrense, e alla sede Massa del comprensivo di Piano di Sorrento .
E’ una bellissima esperienza quella di vedere protagonisti i ragazzi, esortarli ad interagire anche con lo staff su argomentazione di uguaglianza e di rispetto. Durante gli incontri vengono affrontati temi che riguardano tutte le forme di violenza : dalle violenze dirette, al bullismo,allo stalking ,alle minacce, la violenza sessuale e psicologica, dentro e fuori dalle mura domestiche.
In merito alla violenza contro le donne, i dati sono allarmanti: Purtroppo siamo in crescita: Aumentano ,ogni giorno, le segnalazioni di episodi di stalking e atti violenti. Lo ha affermato Roberta d’Esposito dell’Associazione “Mamme al Centro Endas” . Spesso la violenza è prima psicologica, poi anche materiale e alla fine letale”.
L’Associazione Mamme al Centro ha saputo mostrare “l’importanza di ripartire dalla scuola oltre che dalla strade e dai territori, con un occhio rivolto alla cultura e alla sensibilizzazione. Perché non c’è prevenzione senza iniziative di dialogo e sensibilizzazione”.
Nei progetti 2015 di Prevenzione Salute per Mamme e famiglie di “Mamme al Centro Endas”tra le attività rientra anche la lotta contro la violenza sulle donne, che ormai da anni ha tra i propri obiettivi anche quello di fare prevenzione sul tema violenza, andando nelle scuole e promuovendo momenti di incontro e confronto con le classi. L’obiettivo è quello di tenere alta l’attenzione sul tema e offrire spunti di discussione che poi i ragazzi possano approfondire in classe con i docenti. Molte manifestazioni di violenza, dallo stalking alla violenza psicologica, non sono spesso considerate tali e solo il 7,2% delle donne denuncia la violenza subita.
Dal dialogo si può creare una rete di comunicazione nelle aule come nella strada e nella famiglia, un rapportarsi fra alunni i e docenti. La responsabilità e lo scopo di “Mamme al Centro Endas” e del suo staff, al fine di sensibilizzare tutti noi e soprattutto di farci comprendere un fenomeno strutturale come la violenza di genere e di poter pianificare politiche con una serie di prevenzione a protezione delle ipotetiche vittime. Approfondire, coinvolgere e far riflettere su queste tematiche nelle scuole durante un percorso di dialogo e interazioni dei nostri esperti.
Il team “Mamme al Centro e Piano Sociale di Zona Na 33 “ per la campagna di sensibilizzazione
contro le violenze di genere nelle scuole
dott. Carlo Alfaro , la Dott.ssa Anna Sallustro, la dott.ssa Letizia Raus del piano sociale di zona Na 33; il rapper Mauro Marsu, autore ed interprete della canzone “Storia di Mara” , (con musiche a cura del team di produzione dei “RaZorDub” : DJ Neno, DJ Spider e Aniello Iaccarino, registrata al “Monopattino Studio” di Peppe De Angelis) simbolo dell’associazione “Mamme al Centro” per questa campagna, ha eseguito dal vivo il brano e discusso con i ragazzi adottando il registro linguistico e culturale dell’Hip Hop. Ciro Gallo, tecnico nazionale Militari Combat ed istruttore di metodologie di allenamento dei reparti militari Special Forces Fighting Skill (corpi speciali inglesi), detentore di cinque Guinnes mondiali e due volte campione del mondo di Muay Thai, che è intervenuto in veste di esperto di tecniche di auto-difesa; gli organizzatori Enzo Cirillo e Roberta D’Esposito, con il supporto di Vittoria Sammaria e Marisa Gargiulo , Il tutto affidato alla conduzione attenta, frizzante , simpatica e stimolante di Nino Lauro, speaker radiofonico ( Nino Lauro ha partecipato, ultimamente, anche alla nota trasmissione televisiva , su canale 5 Avanti un altro , con Gerri Scotti, dove ha dimostrato grande bravura e simpatia ) per sottolineare l’importanza di non dimenticare quanto questo crimine orrendo sia sottovalutato .
Il tour MAMME AL CENTRO, conto le violenze di genere, nelle scuole rappresenta un “gioiello” di inestimabile valore,proposto ai ragazzi da uno staff appositamente studiato per coinvolgere i giovani tramite messaggi e lezioni di vita da trasmettere , con un linguaggio attento e coinvolgente, affinché il confronto e il dialogo siano da esempio e fonte di aiuto, lealtà, correttezza, perseveranza, dedizione, passione, e coraggio”.
Il valore di questo tour è quello di rafforzare la lotta contro le discriminazioni e le violenze, un momento per riflettere sui passi ancora da compiere, ma soprattutto un’occasione per incontrare i ragazzi e la comunità con appelli e riflessioni per renderla partecipe delle iniziative di aiuto e sostegno.
 Ci piace concludere questo articolo con una poesia: di Nazim Hikmet

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.
Con L’augurio che ci siano sempre più cuori in cui seminare e coscienze da smuovere….