A DONATO IACCARINO RISPONDE DONATO IACCARINO

0

All’intervista di Donato Iaccarino, non rispondiamo per nostro stile, ma risponde eloquentemente lo stesso Donato Iaccarino con una dichiarazione virgolettata al sito Politica in Penisola: “Sono profondamente deluso dalla decisione annunciata nel gruppo di passare il testimone dell’Amministrazione nella mani di Lello Staiano – esordisce Iaccarino – innanzitutto per l’assurdo di un sindaco del PD, Gargiulo, che investe come suo successore un esponente oggi di Forza Italia qual è Lello Staiano. Non riesco proprio a comprenderlo e a concepirlo, sicuramente ne dovremo discutere nel partito. In secondo luogo Staiano storicamente è stato avversario della famiglia Gargiulo per cui non riesco a comprendere le reali motivazioni della scelta di Leone…” (gennaio 2014). Dello stesso mese l’intervista al giornale Sireon ripresa da Positano news e che riportiamo:
Durante una chiacchierata in piazza Vescovado all’inizio della scorsa estate, prima dello tsunami politico successivo al passaggio di Leone Gargiulo nelle fila dei renziani e quindi del PD, affermavi con determinazione che il tuo futuro politico a Massa Lubrense poteva continuare solamente con una candidatura a primo cittadino. Cosa è cambiato da allora? “Non è cambiato nulla, rimane questa la mia posizione! I miei trascorsi politici e non parlano per me: non sono un uomo per tutte le stagioni. Sicuramente non attaccato alla poltrona e tantomeno ad una carica di prestigio, se fine a se stessa. Posso dare il mio modesto contributo a Massa Lubrense anche al di fuori dell’Amministrazione ma per essere incisivi occorre “dirigere” in prima persona le operazioni, affinché gli indirizzi si trasformino in fatti compiuti (..) Se poi non sarà possibile ne prenderò atto e mi impegnerò, per quel che posso, in attività socio-culturali e magari mi dedicherò alle mie molteplici passioni”.
Ufficio Stampa Patto con la Citta’All’intervista di Donato Iaccarino, non rispondiamo per nostro stile, ma risponde eloquentemente lo stesso Donato Iaccarino con una dichiarazione virgolettata al sito Politica in Penisola: “Sono profondamente deluso dalla decisione annunciata nel gruppo di passare il testimone dell’Amministrazione nella mani di Lello Staiano – esordisce Iaccarino – innanzitutto per l’assurdo di un sindaco del PD, Gargiulo, che investe come suo successore un esponente oggi di Forza Italia qual è Lello Staiano. Non riesco proprio a comprenderlo e a concepirlo, sicuramente ne dovremo discutere nel partito. In secondo luogo Staiano storicamente è stato avversario della famiglia Gargiulo per cui non riesco a comprendere le reali motivazioni della scelta di Leone…” (gennaio 2014). Dello stesso mese l’intervista al giornale Sireon ripresa da Positano news e che riportiamo:
Durante una chiacchierata in piazza Vescovado all’inizio della scorsa estate, prima dello tsunami politico successivo al passaggio di Leone Gargiulo nelle fila dei renziani e quindi del PD, affermavi con determinazione che il tuo futuro politico a Massa Lubrense poteva continuare solamente con una candidatura a primo cittadino. Cosa è cambiato da allora? “Non è cambiato nulla, rimane questa la mia posizione! I miei trascorsi politici e non parlano per me: non sono un uomo per tutte le stagioni. Sicuramente non attaccato alla poltrona e tantomeno ad una carica di prestigio, se fine a se stessa. Posso dare il mio modesto contributo a Massa Lubrense anche al di fuori dell’Amministrazione ma per essere incisivi occorre “dirigere” in prima persona le operazioni, affinché gli indirizzi si trasformino in fatti compiuti (..) Se poi non sarà possibile ne prenderò atto e mi impegnerò, per quel che posso, in attività socio-culturali e magari mi dedicherò alle mie molteplici passioni”.
Ufficio Stampa Patto con la Citta’

Lascia una risposta