Capri. Falsi pagamenti per un posto al mercato: denunciata una quarantenne

0

Capri. Truffa ai danni del Comune scoperta dalla polizia municipale. A mettere in atto un complicato marchingegno è stata una quarantenne, L.C., proveniente da Frattamaggiore, concessionaria dello spazio dove si svolge il mercatino comunale di Marina Grande. Il nucleo di Polizia Municipale, coordinato dal tenente Angelo Mazzarella, comandante del corpo, e dal tenente Piero Presti, nell’ambito dell’attività di controllo degli spazi pubblici mediante riscontri incrociati estesi anche alla provincia di Napoli, ha scoperto che la commerciante, titolare della concessione che l’abilitava a vendere nello spazio comunale articoli alimentari, quali frutta, verdura, acqua minerale e casalinghi, aveva aggirato i pagamenti mediante ripetute contraffazioni di ricevute e bollettini di versamento postali con i quali attestava i pagamenti dei canoni che invece non venivano versati. Un raggiro ben congegnato che ha evitato alla donna di pagare i canoni, ma che ha provocato al comune un danno erariale, dal 2013 in poi, superiore a 13mila euro. Al termine delle indagini, che si sono chiuse in questi giorni, è partita dal comando di Polizia Municipale di Capri una denuncia a piede libero per la quarantenne commerciante che è stata accusata di truffa e contraffazione e danni alla pubblica amministrazione ai sensi degli articoli 469 e 640 del Codice Penale. Reati gravi e che prevedono una pena da uno a cinque anni e pesanti sanzioni amministrative. E contestualmente alla denuncia penale, che è stata inviata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli verranno anche attivate da parte del Comune le procedure amministrative finalizzate al recupero dei crediti e gli atti sono stati inviati agli uffici comunali affinché sia dato mandato a un legale. E dal Comando di Polizia Municipale è iniziato anche il procedimento finalizzato alla revoca della concessione rilasciata dal Comune per l’utilizzo del mercatino a causa dell’ accertata morosità. Il mercatino di Marina Grande si trova proprio a pochi passi dal porto turistico, all’inizio della strada carrozzabile don Giobbe Ruocco che collega la parte estrema del borgo marinaro alla via Provinciale. (Anna Maria Boniello – Il Mattino)

Capri. Truffa ai danni del Comune scoperta dalla polizia municipale. A mettere in atto un complicato marchingegno è stata una quarantenne, L.C., proveniente da Frattamaggiore, concessionaria dello spazio dove si svolge il mercatino comunale di Marina Grande. Il nucleo di Polizia Municipale, coordinato dal tenente Angelo Mazzarella, comandante del corpo, e dal tenente Piero Presti, nell’ambito dell’attività di controllo degli spazi pubblici mediante riscontri incrociati estesi anche alla provincia di Napoli, ha scoperto che la commerciante, titolare della concessione che l’abilitava a vendere nello spazio comunale articoli alimentari, quali frutta, verdura, acqua minerale e casalinghi, aveva aggirato i pagamenti mediante ripetute contraffazioni di ricevute e bollettini di versamento postali con i quali attestava i pagamenti dei canoni che invece non venivano versati. Un raggiro ben congegnato che ha evitato alla donna di pagare i canoni, ma che ha provocato al comune un danno erariale, dal 2013 in poi, superiore a 13mila euro. Al termine delle indagini, che si sono chiuse in questi giorni, è partita dal comando di Polizia Municipale di Capri una denuncia a piede libero per la quarantenne commerciante che è stata accusata di truffa e contraffazione e danni alla pubblica amministrazione ai sensi degli articoli 469 e 640 del Codice Penale. Reati gravi e che prevedono una pena da uno a cinque anni e pesanti sanzioni amministrative. E contestualmente alla denuncia penale, che è stata inviata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli verranno anche attivate da parte del Comune le procedure amministrative finalizzate al recupero dei crediti e gli atti sono stati inviati agli uffici comunali affinché sia dato mandato a un legale. E dal Comando di Polizia Municipale è iniziato anche il procedimento finalizzato alla revoca della concessione rilasciata dal Comune per l’utilizzo del mercatino a causa dell’ accertata morosità. Il mercatino di Marina Grande si trova proprio a pochi passi dal porto turistico, all’inizio della strada carrozzabile don Giobbe Ruocco che collega la parte estrema del borgo marinaro alla via Provinciale. (Anna Maria Boniello – Il Mattino)