Massa / Operazione verità -Strada dissestata ai Colli di Acquara Parla Giuseppe Cuomo “Quel tratto è di Sorrento

0

“Ho visto su un blog le foto che ritraggono la strada che passa per i Colli di Acquara. Si trova in condizioni critiche. La carreggiata manca di pezzi di asfalto, ma non si dice in quale territorio si trova. Quell’arteria rientra per gran parte nel Comune di Sorrento”. A parlare così non è un esponente politico massese, ma il sindaco di Sorrento. Si, proprio lui, Giuseppe Cuomo interviene su una questione che ha animato sui social il dibattito preelettorale a Massa Lubrense. Sindaco perché questa presa di posizione? Per amore di verità, anzitutto. Ho visto su un blog foto e commenti sulla questione ed ho deciso di intervenire. Ci sono delle evidenze che non possono essere distorte, anche se siamo in campagna elettorale. Quali sono le evidenze? Gran parte delle foto ritraggono un tratto di strada che fa parte del Comune di Sorrento, mentre si vuole addebitare alla sola amministrazione comunale di Massa Lubrense una responsabilità sul tema. Massa o Sorrento, la strada va riparata Ed infatti, lo stiamo facendo. I lavori sono già stati affidati e mentre voi scrivete la ditta incaricata è all’opera. Per fare cosa? Mettere in sicurezza la strada tra Priora, Colli di Acquara e Deserto. Che tempi ci sono? Stando al crono programma dovremmo coprire il tratto segnalato subito dopo Pasqua. Ma non le sembra di fare un assist all’amministrazione uscente di Massa Lubrense? Dico semplicemente come sono andate le cose. Lello Staiano mi ha segnalato il problema e il suo pressing si è fatto insistente specie dopo la petizione presentata dai residenti nella zona – che risale al 9 marzo scorso – e di cui si è fatto portavoce il consigliere Luigi Ercolano. Quest’ultimo ha fatto richiesta tempo fa di realizzare l’intervento e l’opera è stata inserita, grazie al suo intervento, nel piano triennale delle opere pubbliche. Ci sono stati, poi, diversi sopralluoghi che abbiamo fatto di concerto con l’ufficio tecnico comunale e la presenza di Luigi Ercolano e Lello Staiano. Non voglio interferire con quello che succede a Massa, ma non si possono dire cose non vere e tantomeno addebitare una responsabilità a chi, invece, si è fatto interprete delle esigenze della popolazione residente e più in generale degli interessi del territorio. Comunicato

“Ho visto su un blog le foto che ritraggono la strada che passa per i Colli di Acquara. Si trova in condizioni critiche. La carreggiata manca di pezzi di asfalto, ma non si dice in quale territorio si trova. Quell’arteria rientra per gran parte nel Comune di Sorrento”. A parlare così non è un esponente politico massese, ma il sindaco di Sorrento. Si, proprio lui, Giuseppe Cuomo interviene su una questione che ha animato sui social il dibattito preelettorale a Massa Lubrense. Sindaco perché questa presa di posizione? Per amore di verità, anzitutto. Ho visto su un blog foto e commenti sulla questione ed ho deciso di intervenire. Ci sono delle evidenze che non possono essere distorte, anche se siamo in campagna elettorale. Quali sono le evidenze? Gran parte delle foto ritraggono un tratto di strada che fa parte del Comune di Sorrento, mentre si vuole addebitare alla sola amministrazione comunale di Massa Lubrense una responsabilità sul tema. Massa o Sorrento, la strada va riparata Ed infatti, lo stiamo facendo. I lavori sono già stati affidati e mentre voi scrivete la ditta incaricata è all’opera. Per fare cosa? Mettere in sicurezza la strada tra Priora, Colli di Acquara e Deserto. Che tempi ci sono? Stando al crono programma dovremmo coprire il tratto segnalato subito dopo Pasqua. Ma non le sembra di fare un assist all’amministrazione uscente di Massa Lubrense? Dico semplicemente come sono andate le cose. Lello Staiano mi ha segnalato il problema e il suo pressing si è fatto insistente specie dopo la petizione presentata dai residenti nella zona – che risale al 9 marzo scorso – e di cui si è fatto portavoce il consigliere Luigi Ercolano. Quest’ultimo ha fatto richiesta tempo fa di realizzare l’intervento e l’opera è stata inserita, grazie al suo intervento, nel piano triennale delle opere pubbliche. Ci sono stati, poi, diversi sopralluoghi che abbiamo fatto di concerto con l’ufficio tecnico comunale e la presenza di Luigi Ercolano e Lello Staiano. Non voglio interferire con quello che succede a Massa, ma non si possono dire cose non vere e tantomeno addebitare una responsabilità a chi, invece, si è fatto interprete delle esigenze della popolazione residente e più in generale degli interessi del territorio. Comunicato