I retroscena sul Jacopo il bimbo baciato da Papa Francesco a Pompei svelati da Lello Vitagliano

0

C’è un pò di Costiera amalfitana nei retroscena della visita di Papa Francesco a Pompei, seguito da Positanonews, il quotidiano della costa d’ Amalfi e Sorrento, a svelarcelo il medico dottor Lello Vitagliano, intervistato nel santuario da Positanonews TV, fra l’altro molto devoto a Pompei e a Bartolo Longo per cui ha contribuito a realizzare uno splendido film ” Il bambino, Jacopo, è il figlio di un ex-alunno del Bartolo Longo. Il giovedì prima incontrai i genitori nel Santuario erano dispiaciuti di non aver i biglietti per accedere il sabato alla visita del Papa. Mi fecero una tenerezza enorme, questi due ragazzi. Diedi loro due dei biglietti che avevo per accedere; sarei rimasto fuori, ma con gioia comunque. Invece son riuscito a rimediare come accedere e la gioia di aver un bacio del papa al loro bimbo, testimonia, non solo a loro, che la Madonna di Pompei è sempre vicina ai prediletti, sventurati ragazzi, accolti nelle opere sociali fondate dal Beato Bartolo Longo.”

C'è un pò di Costiera amalfitana nei retroscena della visita di Papa Francesco a Pompei, seguito da Positanonews, il quotidiano della costa d' Amalfi e Sorrento, a svelarcelo il medico dottor Lello Vitagliano, intervistato nel santuario da Positanonews TV, fra l'altro molto devoto a Pompei e a Bartolo Longo per cui ha contribuito a realizzare uno splendido film " Il bambino, Jacopo, è il figlio di un ex-alunno del Bartolo Longo. Il giovedì prima incontrai i genitori nel Santuario erano dispiaciuti di non aver i biglietti per accedere il sabato alla visita del Papa. Mi fecero una tenerezza enorme, questi due ragazzi. Diedi loro due dei biglietti che avevo per accedere; sarei rimasto fuori, ma con gioia comunque. Invece son riuscito a rimediare come accedere e la gioia di aver un bacio del papa al loro bimbo, testimonia, non solo a loro, che la Madonna di Pompei è sempre vicina ai prediletti, sventurati ragazzi, accolti nelle opere sociali fondate dal Beato Bartolo Longo."