LOTTA ALL’ACCATTONAGGIO: CINQUE FOGLI DI VIA

0

Da diversi giorni, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore, in collaborazione con gli agenti della Polizia Locale, sta svolgendo specifici servizi di controllo del territorio per prevenire e reprimere, in particolare, l’accattonaggio e la vendita ambulante non autorizzata. In questi giorni, complessivamente, sono state identificate 120 persone, controllati 48 veicoli, elevate 38 contravvenzioni al codice della strada, sequestrate 10 autovetture sprovviste di copertura assicurativa e ritirate 2 patenti di guida e 2 carte di circolazione. Nell’ambito di tale attività di Polizia, questa mattina i poliziotti hanno controllato ed accompagnato in ufficio tre cittadini italiani, venditori ambulanti non autorizzati, e nei loro confronti è stata emessa proposta di foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno a Nocera Inferiore per tre anni. Sono stati controllati ed accompagnati in ufficio, inoltre, due cittadini di nazionalità nigeriana dediti all’accattonaggio, nei cui confronti è stata emessa analoga proposta di foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno a Nocera Inferiore per tre anni. Uno dei due, di anni 30, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, in quanto, pur essendo in regola con le norme sull’immigrazione è risultato sprovvisto di documenti identificativi al seguito. Nei confronti di due cittadini di nazionalità marocchina, anche loro dediti all’accattonaggio, controllati e identificati compiutamente negli uffici del locale Commissariato, sono in corso ulteriori accertamenti in ordine alla regolarità della loro presenza sul territorio nazionale. Giova ricordare che nei giorni scorsi, nell’ambito degli stessi servizi, i poliziotti del Commissariato di Nocera Inferiore hanno denunciato a piede libero un cittadino rumeno, tale E. I. D., di anni 28, ritenuto responsabile di estorsione, in quanto, mentre si dedicava all’accattonaggio nei pressi di un incrocio semaforico a Nocera, colpiva con pugni e calci le autovetture i cui occupanti, dapprima minacciati verbalmente, si rifiutavano di elargirgli del danaro.Da diversi giorni, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore, in collaborazione con gli agenti della Polizia Locale, sta svolgendo specifici servizi di controllo del territorio per prevenire e reprimere, in particolare, l’accattonaggio e la vendita ambulante non autorizzata. In questi giorni, complessivamente, sono state identificate 120 persone, controllati 48 veicoli, elevate 38 contravvenzioni al codice della strada, sequestrate 10 autovetture sprovviste di copertura assicurativa e ritirate 2 patenti di guida e 2 carte di circolazione. Nell’ambito di tale attività di Polizia, questa mattina i poliziotti hanno controllato ed accompagnato in ufficio tre cittadini italiani, venditori ambulanti non autorizzati, e nei loro confronti è stata emessa proposta di foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno a Nocera Inferiore per tre anni. Sono stati controllati ed accompagnati in ufficio, inoltre, due cittadini di nazionalità nigeriana dediti all’accattonaggio, nei cui confronti è stata emessa analoga proposta di foglio di via obbligatorio con divieto di far ritorno a Nocera Inferiore per tre anni. Uno dei due, di anni 30, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, in quanto, pur essendo in regola con le norme sull’immigrazione è risultato sprovvisto di documenti identificativi al seguito. Nei confronti di due cittadini di nazionalità marocchina, anche loro dediti all’accattonaggio, controllati e identificati compiutamente negli uffici del locale Commissariato, sono in corso ulteriori accertamenti in ordine alla regolarità della loro presenza sul territorio nazionale. Giova ricordare che nei giorni scorsi, nell’ambito degli stessi servizi, i poliziotti del Commissariato di Nocera Inferiore hanno denunciato a piede libero un cittadino rumeno, tale E. I. D., di anni 28, ritenuto responsabile di estorsione, in quanto, mentre si dedicava all’accattonaggio nei pressi di un incrocio semaforico a Nocera, colpiva con pugni e calci le autovetture i cui occupanti, dapprima minacciati verbalmente, si rifiutavano di elargirgli del danaro.