Salerno:porto abusivo di arma ed un DASPO di due anni a tifoso Salernitana

0

Il Questore di Salerno, per contrastare gli episodi di violenza in occasione delle manifestazioni sportive, ha emesso, nella giornata di ieri, un provvedimento di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (DASPO)per anni due, con prescrizione di comparizione personale, nei confronti di un uomo 30enne di Salerno, ritenuto responsabiledi episodi di violenza,in occasione dell’incontro di calcio “Salernitana – Matera”, valevole per il campionato di calcio Lega Pro, girone C, disputatosi presso lo stadio Arechi di Salerno,lunedì16marzou.s. con inizio alle ore 20.45.

Il tifoso, come accertato dai militari dell’Arma dei Carabinieri, in servizio di Ordine Pubblico, ha oltrepassato, con prepotenza, il varco dove erano posizionati gli  addetti alla verifica dei tagliandi d’ingresso e, alla richiesta di esibizione del ticket e del documento d’identità, si è avventato contro uno steward, percuotendolo con schiaffi e pugni e, nonostante l’immediato intervento dei carabinieri, ha tentato di divincolarsi, continuando a minacciare ed ingiuriare lo steward.

Per tali motivi, il 30enne tifoso della Salernitana, il giorno seguente alla partita, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, perché ritenuto responsabile dei reati di oltraggio, minacce, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, istigazione a disobbedire alle leggi di ordine pubblico, nonché ingiuria.

Il Questore di Salerno, per contrastare gli episodi di violenza in occasione delle manifestazioni sportive, ha emesso, nella giornata di ieri, un provvedimento di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (DASPO)per anni due, con prescrizione di comparizione personale, nei confronti di un uomo 30enne di Salerno, ritenuto responsabiledi episodi di violenza,in occasione dell’incontro di calcio “Salernitana – Matera”, valevole per il campionato di calcio Lega Pro, girone C, disputatosi presso lo stadio Arechi di Salerno,lunedì16marzou.s. con inizio alle ore 20.45.

Il tifoso, come accertato dai militari dell’Arma dei Carabinieri, in servizio di Ordine Pubblico, ha oltrepassato, con prepotenza, il varco dove erano posizionati gli  addetti alla verifica dei tagliandi d’ingresso e, alla richiesta di esibizione del ticket e del documento d’identità, si è avventato contro uno steward, percuotendolo con schiaffi e pugni e, nonostante l’immediato intervento dei carabinieri, ha tentato di divincolarsi, continuando a minacciare ed ingiuriare lo steward.

Per tali motivi, il 30enne tifoso della Salernitana, il giorno seguente alla partita, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, perché ritenuto responsabile dei reati di oltraggio, minacce, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, istigazione a disobbedire alle leggi di ordine pubblico, nonché ingiuria.

Lascia una risposta