Anche da Sorrento,richiesta correttivi al nuovo sussidio di disoccupazione Naspi .

0

inserito da Salvatore Caccaviello

Su proposta di Rosario Fiorentino inizia , anche in penisola sorrentina  una mobilitazione da parte dei lavoratori stagionali per chiedere le opportune modifiche all’art. 5  della nuova legge .

Si informa che il 20 marzo 2015 alle ore 12 – venerdì mattina – presso la sede sindacale CUB di Sorrento in Via Sant Antonino n° 18 si terrà la conferenza stampa per chiedere i dovuti correttivi alla nuova indennità di disoccupazione che decorre dal 01 maggio 2015 e denominata NASPI invece che ASPI .
All’incontro parteciperà Marcello Amendola della segreteria nazionale di CUB – sindacato di base –
Obiettivo della conferenza stampa è divulgare e fare in primo luogo informazione nella categoria degli stagionali del turismo, lanciare una petizione a carattere nazionale che parta dalla Campania e sottoporre ai gruppi parlamentari una concreta proposta di modifica alla legge e dei correttivi sui decreti attuativi.
Coinvolgere tutti i soggetti interessati per avere una ampia partecipazione e mobilitazione e concludere con la marcia su Roma sotto il parlamento da tutta Italia. – Rosario Fiorentino.

inserito da Salvatore Caccaviello

Su proposta di Rosario Fiorentino inizia , anche in penisola sorrentina  una mobilitazione da parte dei lavoratori stagionali per chiedere le opportune modifiche all’art. 5  della nuova legge .

Si informa che il 20 marzo 2015 alle ore 12 – venerdì mattina – presso la sede sindacale CUB di Sorrento in Via Sant Antonino n° 18 si terrà la conferenza stampa per chiedere i dovuti correttivi alla nuova indennità di disoccupazione che decorre dal 01 maggio 2015 e denominata NASPI invece che ASPI .
All'incontro parteciperà Marcello Amendola della segreteria nazionale di CUB – sindacato di base –
Obiettivo della conferenza stampa è divulgare e fare in primo luogo informazione nella categoria degli stagionali del turismo, lanciare una petizione a carattere nazionale che parta dalla Campania e sottoporre ai gruppi parlamentari una concreta proposta di modifica alla legge e dei correttivi sui decreti attuativi.
Coinvolgere tutti i soggetti interessati per avere una ampia partecipazione e mobilitazione e concludere con la marcia su Roma sotto il parlamento da tutta Italia. – Rosario Fiorentino.