Ricostruzione, Cilindro già in inchiesta

0

Nelle carte ‘lunga amicizia’ e ‘comuni interessi’ con Di Tella – L’AQUILA, L’imprenditore Raffaele Cilindro, arrestato a Napoli, compare nel giugno 2014 nell’inchiesta sulle infiltrazioni dei Casalesi negli appalti della ricostruzione post sisma, ma non era tra gli indagati. L’allora Gip Marco Billi parlava di “lunga amicizia” e “comuni interessi” con Alfonso Di Tella, tra gli arrestati nell’inchiesta ‘Dirty Job’. Da intercettazioni emergerebbe che Cilindro chiese a Di Tella di essere coinvolto in appalti per la ricostruzione, oltre ad avanzare richieste di danaro

ANSANelle carte ‘lunga amicizia’ e ‘comuni interessi’ con Di Tella – L’AQUILA, L’imprenditore Raffaele Cilindro, arrestato a Napoli, compare nel giugno 2014 nell’inchiesta sulle infiltrazioni dei Casalesi negli appalti della ricostruzione post sisma, ma non era tra gli indagati. L’allora Gip Marco Billi parlava di “lunga amicizia” e “comuni interessi” con Alfonso Di Tella, tra gli arrestati nell’inchiesta ‘Dirty Job’. Da intercettazioni emergerebbe che Cilindro chiese a Di Tella di essere coinvolto in appalti per la ricostruzione, oltre ad avanzare richieste di danaro

ANSA