Capaccio, posti auto nei parcheggi pubblici riservati a donne in attesa e genitori con neonati

0

 Capaccio, sono in arrivo i “parcheggi rosa”. Le donne in stato di gravidanza e le mamme o i papà con bambini di pochi mesi hanno la necessità di utilizzare in prevalenza mezzi di trasporto privati, ma le aree di parcheggio in prossimità di scuole, farmacie e uffici pubblici sono quasi sempre piene. Di qui l’idea di riservare dei posti alla particolare categoria di utenti.
 L’iniziativa, proposta dall’assessore alla Cultura Eustachio Voza, è stata già approvata dalla Giunta comunale guidata dal sindaco Italo Voza.
«L’iniziativa intende migliorare concretamente la qualità della vita delle famiglie, agevolando la mobilità delle donne in gravidanza e delle mamme o dei papà con bambini fino a ventiquattro mesi di età a bordo. – spiega l’assessore Eustachio Voza – L’istituzione dei “parcheggi rosa”, dopo la sperimentazione nella zona maggiormente urbanizzata, potrà essere estesa a tutto il territorio di Capaccio Paestum».
«Questa iniziativa, in particolare, rientra tra quelle con cui intendiamo favorire un nuovo rapporto dei cittadini con l’ambiente e il territorio, anche allo scopo di favorire la mobilità sostenibile per migliorare la qualità della vita dei cittadini, anche in ambito urbano» afferma il sindaco Italo Voza.
«L’amministrazione comunale ha anche il compito di promuovere la cultura del rispetto e dei valori civici. Infatti, pur non essendoci obbligo di rispetto di questo tipo di aree di sosta, un parcheggio rosa libero non è un posto di cui approfittare ma simbolo di civiltà, sensibilità nei confronti delle famiglie e attenzione verso la natalità, intesa come valore personale quanto sociale e momento di affermazione della nostra identità di popolo e comunità» conclude l’assessore Eustachio Voza.   o.m.

 Capaccio, sono in arrivo i “parcheggi rosa”. Le donne in stato di gravidanza e le mamme o i papà con bambini di pochi mesi hanno la necessità di utilizzare in prevalenza mezzi di trasporto privati, ma le aree di parcheggio in prossimità di scuole, farmacie e uffici pubblici sono quasi sempre piene. Di qui l’idea di riservare dei posti alla particolare categoria di utenti.
 L’iniziativa, proposta dall’assessore alla Cultura Eustachio Voza, è stata già approvata dalla Giunta comunale guidata dal sindaco Italo Voza.
«L’iniziativa intende migliorare concretamente la qualità della vita delle famiglie, agevolando la mobilità delle donne in gravidanza e delle mamme o dei papà con bambini fino a ventiquattro mesi di età a bordo. – spiega l’assessore Eustachio Voza – L’istituzione dei “parcheggi rosa”, dopo la sperimentazione nella zona maggiormente urbanizzata, potrà essere estesa a tutto il territorio di Capaccio Paestum».
«Questa iniziativa, in particolare, rientra tra quelle con cui intendiamo favorire un nuovo rapporto dei cittadini con l’ambiente e il territorio, anche allo scopo di favorire la mobilità sostenibile per migliorare la qualità della vita dei cittadini, anche in ambito urbano» afferma il sindaco Italo Voza.
«L’amministrazione comunale ha anche il compito di promuovere la cultura del rispetto e dei valori civici. Infatti, pur non essendoci obbligo di rispetto di questo tipo di aree di sosta, un parcheggio rosa libero non è un posto di cui approfittare ma simbolo di civiltà, sensibilità nei confronti delle famiglie e attenzione verso la natalità, intesa come valore personale quanto sociale e momento di affermazione della nostra identità di popolo e comunità» conclude l’assessore Eustachio Voza.   o.m.

Lascia una risposta