WEEK-END DI META’ MARZO TRA QUARESIMA E CULTURA

0

Fine settimana in Penisola Sorrentina  tra cultura e quaresima, l’archivio Jannuzzi e i canti dei Riti Pasquali all’Annunziata, il trekking di Nino Aversa e il masaniello ad Amalfi. L’unitre di Piano  sarà in visita alla villa marittima romana di Vico Equense.

 

 

 

GUARDATO
5:30

IL CANTO DELLE LACRIME

 

 

UNITRE di Piano organizza per domenica 15 marzo 2015 una visita alla villa romana del Pezzolo a Seiano .

partenza da Piazza Mercato a Piano alle o8.30 per visitare la Villa Romana di Vico Equense, con mezzi propri, parcheggio in marina di Seiano. Scarpe comode per camminare sulla sabbia. Notizie tratte dalle pubblicazioni dei proff Aldo Cinque e Mario Russo:

La gravità delle conseguenze del fenomeno eruttivo per la penisola sorrentina è ancor meglio evidenziata dalla interessante
situazione geo-archeologica che si può ancora
osservare sulla Marina di Equa a Seiano di Vico Equense, località che, come Sorrento, è esposta all’azione diretta del Vesuvio.

 

GUARDATO
3:20

VICO EQUENSE VILLA ROMANA DEL PEZZOLO

 

 

 

WONDERWALL ART GALLERY inaugura la prima edizione di SORRENTOARTEXPERIENCE, 
un interattivo progetto espositivo che vede protagonisti otto artisti contemporanei, legati per nascita o per adozione all’incantevole Terra delle sirene. Un’occasione per poter vivere in prima persona il variegato panorama artistico del territorio, con un percorso i cui interpreti danno voce alla propria inconfondibile traccia stilistica. 
La mostra, curata da Manuela Esposito con la collaborazione di Federica Barile, Caterina Ianni, Antonino Stinga, ospita più di venti opere tra pittura e scultura che accompagneranno i visitatori nella fruizione dell’inesauribile meraviglia dell’arte.
L’ecletticità dell’esposizione identifica per ciascun nome una personalità unica capace di creare un macrocosmo fatto di tradizione, sapienza culturale, conoscenza del territorio e passione. Una selezione di artisti che delinea uno sguardo obiettivo sulla qualità espressiva di personalità già affermate, attive nel panorama contemporaneo, attraverso cui dare rilievo al grande lavoro di studio e ricerca realizzato in questo territorio. 
L’iniziativa, che contribuisce alla rinascita di un attivismo culturale, è indirizzata alla sensibilizzazione del pubblico riguardo le ricchezze di questo luogo, ed in particolare alla valorizzazione di un patrimonio culturale formato anche dalle espressioni artistiche presenti in questa ammaliante cornice.
Personalità accomunate da un indissolubile legame con questa terra cantata sin dai poemi omerici, ricca di una bellezza da cui attingere. Ricordi mescolati ai racconti millenari che il linguaggio dell’arte ha trasformato in immagini. Otto voci, che potremmo definire otto differenti poeti, emblematici cantori di una Sorrento sommersa tra il sogno, il mito e la realtà. 
Dagli emozionati squarci dei vicoletti di Marina Falco, in cui l’uso espressionistico dei colori racconta la visione interiore dei luoghi in cui l’artista è cresciuta, si arriva alle oniriche visioni di Vincenzo Stinga, nei cui lavori i ricordi personali interagiscono con la storia e la leggenda locale creando vorticosi e perfetti equilibri di colore che narrano la vera storia della sua Sorrento. E ancora Renato Balsamo, in un suggestivo limbo pittorico dove si mescolano immaginazione e realtà, ricrea vedute diffuse di una trepidante luce mediterranea capace di rendere superflua la visione del reale e far diventare il bello più vero. Il roccioso litorale prende forma nei lavori di Giuseppe Rocco, da sempre dedito alla pittura e maestro della tarsia sorrentina, i cui paesaggi pittorici con fondamentali rimandi all’arte lignea, sono scanditi da un netto taglio orizzontale tra il cielo e l’acqua su cui si proietta il paesaggio. Il mare rivive nelle affascinanti figure plastiche di Paolo Sandulli, protagoniste dei suoi divertenti racconti che si trasformano in ironici amanti marini e sirene improvvisate in vasche da bagno.
Dall’immaginazione o citazione storico mitologica filtrata da suggestioni personali, ci si ritrova al cospetto di una realtà dirompente che non indugia nella descrizione di ogni singolo dettaglio, ma utilizza la luce come magnifico strumento di rivelazione. Ciò appare chiaro nelle creazioni di Enzo Prestileo i cui soggetti sono velati di un’atmosfera lirica, silenziosa e vibrante, resa da un cromatismo di piccole tracce pittoriche. Si è colpiti oltretutto dall’ingannevole gioco di Vittorio di Leva che contrappone alla realtà la sua simulazione, di cui lo spettatore diventa stupito testimone: rilegge in maniera del tutto personale l’arte che rappresenta come vero ciò che vero non è. In questo filone si inserisce il realismo di Umberto Simone, contraddistinto dall’uso di una calda luce ambrata che conferisce una meridiana luminosità a soggetti che provengono dalla più classica tradizione pittorica. Completano l’Art Experience incontri che coinvolgeranno artisti e visitatori, sollecitando la funzione sociale dell’arte. Un’esperienza che darà letteralmente la parola all’arte, non solo nel magnetico fascino della sua bellezza ma anche privilegiando il dialogo diretto tra lo spettatore e chi ha dato paternità all’opera.

 

DOMENICA 15 Marzo NON potete assolutamente mancare !
Faremo un escursione per i quartieri antichi di Positano (Chiesa Nuova, Boscariello, Spiaggia Grande, Sponda, Li Parlati) attraverso incredibili scorci e luoghi di uno dei paesi più belli del Mondo.
Strette scalette, palazzi storici e ville bellissime, giardini pensili e valloni selvaggi sono nascosti lungo la collina di Positano , impossibili da conoscere se si attraversa il paese in auto o in modo distratto.
A Pranzo ci fermeremo lungo la statale Meta Amalfi (curva dello Stallone presso i Colli di S.Pietro) dove, dopo aver gustato le buone cose che portiamo, procederemo con un Intervento di pulizia e ripristino del Decoro della zona.
La cosiddetta Curva dello Stallone e’ quella con le panchine in pietra ed e’ il primo punto di sosta di molti turisti e viaggiatori che, da questo belvedere, vedono per la prima volta la Costiera Amalfitana.
Attualmente e’ in condizioni pietose, piena di rifiuti ed erbacce ed ogni anno dobbiamo farci un intervento perche’ ,sotto ai muretti, vengono continuamente lanciati rifiuti, anche ingombranti.
Puliremo le erbacce, toglieremo i rifiuti , sistemeremo le piante e ne pianteremo altre dove ci sara’ bisogno.
Sara’ il nostro modo di “ringraziare” la Divina Costiera” per le belle sensazioni alle escursioni che ci ha permesso di fare in questo programma.
Quindi appuntamento alle ore 8,30 a Mortora per la partenza dell’escursione ed alle ore 13:00 alla Curva dello Stallone per l’intervento di “GUERRILLA GARDENING “.
(portate, se possibile, guanti, piccoli attrezzi da giardinaggio e qualsiasi cosa possa essere utile alla giornata).

 

Fine settimana in Penisola Sorrentina  tra cultura e quaresima, l'archivio Jannuzzi e i canti dei Riti Pasquali all'Annunziata, il trekking di Nino Aversa e il masaniello ad Amalfi. L'unitre di Piano  sarà in visita alla villa marittima romana di Vico Equense.

 

 

 

UNITRE di Piano organizza per domenica 15 marzo 2015 una visita alla villa romana del Pezzolo a Seiano .

partenza da Piazza Mercato a Piano alle o8.30 per visitare la Villa Romana di Vico Equense, con mezzi propri, parcheggio in marina di Seiano. Scarpe comode per camminare sulla sabbia. Notizie tratte dalle pubblicazioni dei proff Aldo Cinque e Mario Russo:

La gravità delle conseguenze del fenomeno eruttivo per la penisola sorrentina è ancor meglio evidenziata dalla interessante
situazione geo-archeologica che si può ancora

osservare sulla Marina di Equa a Seiano di Vico Equense, località che, come Sorrento, è esposta all'azione diretta del Vesuvio.

 

 

 

WONDERWALL ART GALLERY inaugura la prima edizione di SORRENTOARTEXPERIENCE, 
un interattivo progetto espositivo che vede protagonisti otto artisti contemporanei, legati per nascita o per adozione all’incantevole Terra delle sirene. Un’occasione per poter vivere in prima persona il variegato panorama artistico del territorio, con un percorso i cui interpreti danno voce alla propria inconfondibile traccia stilistica. 
La mostra, curata da Manuela Esposito con la collaborazione di Federica Barile, Caterina Ianni, Antonino Stinga, ospita più di venti opere tra pittura e scultura che accompagneranno i visitatori nella fruizione dell’inesauribile meraviglia dell’arte.
L’ecletticità dell’esposizione identifica per ciascun nome una personalità unica capace di creare un macrocosmo fatto di tradizione, sapienza culturale, conoscenza del territorio e passione. Una selezione di artisti che delinea uno sguardo obiettivo sulla qualità espressiva di personalità già affermate, attive nel panorama contemporaneo, attraverso cui dare rilievo al grande lavoro di studio e ricerca realizzato in questo territorio. 
L’iniziativa, che contribuisce alla rinascita di un attivismo culturale, è indirizzata alla sensibilizzazione del pubblico riguardo le ricchezze di questo luogo, ed in particolare alla valorizzazione di un patrimonio culturale formato anche dalle espressioni artistiche presenti in questa ammaliante cornice.
Personalità accomunate da un indissolubile legame con questa terra cantata sin dai poemi omerici, ricca di una bellezza da cui attingere. Ricordi mescolati ai racconti millenari che il linguaggio dell’arte ha trasformato in immagini. Otto voci, che potremmo definire otto differenti poeti, emblematici cantori di una Sorrento sommersa tra il sogno, il mito e la realtà. 
Dagli emozionati squarci dei vicoletti di Marina Falco, in cui l’uso espressionistico dei colori racconta la visione interiore dei luoghi in cui l’artista è cresciuta, si arriva alle oniriche visioni di Vincenzo Stinga, nei cui lavori i ricordi personali interagiscono con la storia e la leggenda locale creando vorticosi e perfetti equilibri di colore che narrano la vera storia della sua Sorrento. E ancora Renato Balsamo, in un suggestivo limbo pittorico dove si mescolano immaginazione e realtà, ricrea vedute diffuse di una trepidante luce mediterranea capace di rendere superflua la visione del reale e far diventare il bello più vero. Il roccioso litorale prende forma nei lavori di Giuseppe Rocco, da sempre dedito alla pittura e maestro della tarsia sorrentina, i cui paesaggi pittorici con fondamentali rimandi all’arte lignea, sono scanditi da un netto taglio orizzontale tra il cielo e l’acqua su cui si proietta il paesaggio. Il mare rivive nelle affascinanti figure plastiche di Paolo Sandulli, protagoniste dei suoi divertenti racconti che si trasformano in ironici amanti marini e sirene improvvisate in vasche da bagno.
Dall’immaginazione o citazione storico mitologica filtrata da suggestioni personali, ci si ritrova al cospetto di una realtà dirompente che non indugia nella descrizione di ogni singolo dettaglio, ma utilizza la luce come magnifico strumento di rivelazione. Ciò appare chiaro nelle creazioni di Enzo Prestileo i cui soggetti sono velati di un’atmosfera lirica, silenziosa e vibrante, resa da un cromatismo di piccole tracce pittoriche. Si è colpiti oltretutto dall’ingannevole gioco di Vittorio di Leva che contrappone alla realtà la sua simulazione, di cui lo spettatore diventa stupito testimone: rilegge in maniera del tutto personale l’arte che rappresenta come vero ciò che vero non è. In questo filone si inserisce il realismo di Umberto Simone, contraddistinto dall’uso di una calda luce ambrata che conferisce una meridiana luminosità a soggetti che provengono dalla più classica tradizione pittorica. Completano l’Art Experience incontri che coinvolgeranno artisti e visitatori, sollecitando la funzione sociale dell’arte. Un’esperienza che darà letteralmente la parola all’arte, non solo nel magnetico fascino della sua bellezza ma anche privilegiando il dialogo diretto tra lo spettatore e chi ha dato paternità all’opera.

 

DOMENICA 15 Marzo NON potete assolutamente mancare !
Faremo un escursione per i quartieri antichi di Positano (Chiesa Nuova, Boscariello, Spiaggia Grande, Sponda, Li Parlati) attraverso incredibili scorci e luoghi di uno dei paesi più belli del Mondo.
Strette scalette, palazzi storici e ville bellissime, giardini pensili e valloni selvaggi sono nascosti lungo la collina di Positano , impossibili da conoscere se si attraversa il paese in auto o in modo distratto.
A Pranzo ci fermeremo lungo la statale Meta Amalfi (curva dello Stallone presso i Colli di S.Pietro) dove, dopo aver gustato le buone cose che portiamo, procederemo con un Intervento di pulizia e ripristino del Decoro della zona.
La cosiddetta Curva dello Stallone e' quella con le panchine in pietra ed e' il primo punto di sosta di molti turisti e viaggiatori che, da questo belvedere, vedono per la prima volta la Costiera Amalfitana.
Attualmente e' in condizioni pietose, piena di rifiuti ed erbacce ed ogni anno dobbiamo farci un intervento perche' ,sotto ai muretti, vengono continuamente lanciati rifiuti, anche ingombranti.
Puliremo le erbacce, toglieremo i rifiuti , sistemeremo le piante e ne pianteremo altre dove ci sara' bisogno.
Sara' il nostro modo di "ringraziare" la Divina Costiera" per le belle sensazioni alle escursioni che ci ha permesso di fare in questo programma.
Quindi appuntamento alle ore 8,30 a Mortora per la partenza dell'escursione ed alle ore 13:00 alla Curva dello Stallone per l'intervento di "GUERRILLA GARDENING ".
(portate, se possibile, guanti, piccoli attrezzi da giardinaggio e qualsiasi cosa possa essere utile alla giornata).

 

Lascia una risposta