HOTEL CRISTALLO. La proposta di Elefante: costruire residenze da destinare all’housing sociale.

0

(di Giulia Asprino) – L’hotel Cristallo di Vico Equense da albergo a edificio residenziale. E’ di ieri mattina la richiesta inoltrata da parte dell’assessore edilizio Antonio Elefante. Costruire abitazioni indirizzate all’housing sociale, questa la proposta. Creare quaranta alloggi di cui dieci convenzionati col comune, da essere destinati alle persone con un reddito medio basso. Le famiglie in difficoltà potranno acquistare appartamenti nuovi e completamente ristrutturati, ad un prezzo non superiore ai 2600 metri quadrati, dopo essersi iscritte nell’apposita graduatoria di merito. ” Si tratta di investimento del tutto privato. Nessun fondo pubblico è coinvolto nell’opera di ristrutturazione dell’ex albergo.” Tende a precisare l’ingegner Elefante.

La storia dell’Hotel Cristallo risale al 1959 quando viene edificato con lo scopo di creare una struttura ricettiva di tipo alberghiero. Tale destinazione d’uso muta nel 1973, con la volontà di costruire una scuola alberghiera, che verrà poi sostituita nel 1980, da un ospedale. Allo stato attuale, come si evince dalla nota di Elefante, si tratta di un immobile sprovvisto di una destinazione edilizia ben precisa, essendo stato nuovamente dismesso a partire dagli inizi degli anni ’90. “L’edificio può essere destinato ad albergo qualora i proprietari ne facciano richiesta. M è bene ricordare che agli atti dell’Ufficio Tecnico è presente un’istanza del 2013 per poter utilizzare lo stabile con una nuova destinazione di tipo residenziale, sfruttando la favorevole possibilità offerta dalla legge regionale del 2009 per gli immobili dismessi. Nel Luglio del 2012 è stata ottenuta dalla Regione Campania la rimozione del vincolo urbanistico. Per altro la giurisprudenza, grazie alla sentenza del Consiglio di Stato del 2014, chiarisce che la destinazione a residenza turistico alberghiera dell’immobile da trasformare non può essere esclusiva. Tuttavia il Consiglio Comunale ha deliberato di dare indirizzo al Sindaco e alla Giunta, per quanto di loro competenza, a mettere in atto tutte le procedure affinchè permanga il vincolo di destinazione turistico-alberghiera. Orbene ritengo che tale indirizzo non possa trovare oggettivamente riscontro. Nè il Sindaco e nè la Giunta hanno il potere di inibire l’ applicazione della legge.”

Una vicenda controversa sulla quale l’ingegnere Elefante vuole gettare luce. La decisione di attuare il piano edilizio spetta solo al dirigente dell’Ufficio Tecnico, l’unica figura ad essere in possesso dell’autorità per approvare il nuovo progetto di ristrutturazione dell’ ex Hotel Cristallo.

 

(di Giulia Asprino) – L'hotel Cristallo di Vico Equense da albergo a edificio residenziale. E' di ieri mattina la richiesta inoltrata da parte dell'assessore edilizio Antonio Elefante. Costruire abitazioni indirizzate all'housing sociale, questa la proposta. Creare quaranta alloggi di cui dieci convenzionati col comune, da essere destinati alle persone con un reddito medio basso. Le famiglie in difficoltà potranno acquistare appartamenti nuovi e completamente ristrutturati, ad un prezzo non superiore ai 2600 metri quadrati, dopo essersi iscritte nell'apposita graduatoria di merito. " Si tratta di investimento del tutto privato. Nessun fondo pubblico è coinvolto nell'opera di ristrutturazione dell'ex albergo." Tende a precisare l'ingegner Elefante.

La storia dell'Hotel Cristallo risale al 1959 quando viene edificato con lo scopo di creare una struttura ricettiva di tipo alberghiero. Tale destinazione d'uso muta nel 1973, con la volontà di costruire una scuola alberghiera, che verrà poi sostituita nel 1980, da un ospedale. Allo stato attuale, come si evince dalla nota di Elefante, si tratta di un immobile sprovvisto di una destinazione edilizia ben precisa, essendo stato nuovamente dismesso a partire dagli inizi degli anni '90. "L'edificio può essere destinato ad albergo qualora i proprietari ne facciano richiesta. M è bene ricordare che agli atti dell'Ufficio Tecnico è presente un'istanza del 2013 per poter utilizzare lo stabile con una nuova destinazione di tipo residenziale, sfruttando la favorevole possibilità offerta dalla legge regionale del 2009 per gli immobili dismessi. Nel Luglio del 2012 è stata ottenuta dalla Regione Campania la rimozione del vincolo urbanistico. Per altro la giurisprudenza, grazie alla sentenza del Consiglio di Stato del 2014, chiarisce che la destinazione a residenza turistico alberghiera dell’immobile da trasformare non può essere esclusiva. Tuttavia il Consiglio Comunale ha deliberato di dare indirizzo al Sindaco e alla Giunta, per quanto di loro competenza, a mettere in atto tutte le procedure affinchè permanga il vincolo di destinazione turistico-alberghiera. Orbene ritengo che tale indirizzo non possa trovare oggettivamente riscontro. Nè il Sindaco e nè la Giunta hanno il potere di inibire l' applicazione della legge."

Una vicenda controversa sulla quale l'ingegnere Elefante vuole gettare luce. La decisione di attuare il piano edilizio spetta solo al dirigente dell'Ufficio Tecnico, l'unica figura ad essere in possesso dell'autorità per approvare il nuovo progetto di ristrutturazione dell' ex Hotel Cristallo.