In video-conferenza da Milano, parte al Cmea di Sorrento il primo corso di regia cinematografica e televisiva

0

“#cinemapprendo: il linguaggio dei media audiovisivi” è il titolo del corso di regia che il Centro Meridionale di Educazione Ambientale di Sorrento ha avviato gratuitamente per gli studenti delle scuole superiori della penisola sorrentina, nell’ambito della programmazione 2015-16 dedicata all’elemento Terra.

Con il Patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale e del Comune di Sorrento, 20 studenti interessati a conoscere il “dietro le quinte” della macchina da presa, si sono trovati per la prima volta al Chiostro di San Francesco, sede del Cmea, e in videoconferenza da Milano hanno incontrato Jacopo Maresca, dottore in Comunicazione, media e pubblicità allo IULM di Milano e specializzando in Cinema e nuovi media, che fino alla fine di maggio li seguirà, a distanza e in presenza, per guidarli nella conoscenza delle tecniche di ripresa, di regia cinematografica e televisiva, di scrittura per il cinema, il tutto per realizzare un prodotto audiovisivo professionale da veicolare attraverso concorsi e manifestazioni dedicate al cinema.

“E’ un piacere grande vedere ragazzi motivati ad acquisire competenze trasversali ai loro percorsi scolastici; per il Cmea, poi, parlare di media e ambiente significa continuare con successo un discorso iniziato oltre 30 anni fa dal prof. Antonino Fiorentino e che oggi è più attuale che mai” dice soddisfatto il direttore del Cmea il prof. Giovanni Fiorentino, docente di Teoria e Tecnica dei media all’Università della Tuscia di Roma, presente alla prima lezione del corso per portare un saluto agli studenti.

Il corso tenuto in collaborazione con Michele Russo, video operatore e media-educator, e Mariella Nica docente di Materie Letterarie e giornalista, intende rendere gli studenti consapevoli della potenza narrativa delle immagini in movimento e potenziare cinque delle otto competenze chiave europee essenziali per la realizzazione personale e professionale: la comunicazione nella madrelingua, la competenza digitale, le competenze sociali e civiche, lo spirito di iniziativa e imprenditorialità, la consapevolezza e l’espressione culturale.

“Il cinema rappresenta da oltre 40 anni una tradizione consolidata in penisola sorrentina e a Sorrento in particolare” ha detto il sindaco di Sorrento, l’avvocato Giuseppe Cuomo, sostenendo con forza l’iniziativa, “e bene fa il Cmea a promuoverlo, perché educare le giovani generazioni ai mestieri delle arti audiovisive significa non solo trasferire loro la storia del nostro territorio ma contribuire alla formazione di professionalità qualificate da spendere nel mercato dei nuovi media”.

Gli studenti corsisti riceveranno un certificato di partecipazione attestante le competenze conseguite e il numero di ore di corso frequentate, da utilizzare, a discrezione delle scuole di appartenenza, per l’attribuzione di crediti formativi.

 

“#cinemapprendo: il linguaggio dei media audiovisivi” è il titolo del corso di regia che il Centro Meridionale di Educazione Ambientale di Sorrento ha avviato gratuitamente per gli studenti delle scuole superiori della penisola sorrentina, nell’ambito della programmazione 2015-16 dedicata all’elemento Terra.

Con il Patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale e del Comune di Sorrento, 20 studenti interessati a conoscere il “dietro le quinte” della macchina da presa, si sono trovati per la prima volta al Chiostro di San Francesco, sede del Cmea, e in videoconferenza da Milano hanno incontrato Jacopo Maresca, dottore in Comunicazione, media e pubblicità allo IULM di Milano e specializzando in Cinema e nuovi media, che fino alla fine di maggio li seguirà, a distanza e in presenza, per guidarli nella conoscenza delle tecniche di ripresa, di regia cinematografica e televisiva, di scrittura per il cinema, il tutto per realizzare un prodotto audiovisivo professionale da veicolare attraverso concorsi e manifestazioni dedicate al cinema.

“E’ un piacere grande vedere ragazzi motivati ad acquisire competenze trasversali ai loro percorsi scolastici; per il Cmea, poi, parlare di media e ambiente significa continuare con successo un discorso iniziato oltre 30 anni fa dal prof. Antonino Fiorentino e che oggi è più attuale che mai” dice soddisfatto il direttore del Cmea il prof. Giovanni Fiorentino, docente di Teoria e Tecnica dei media all’Università della Tuscia di Roma, presente alla prima lezione del corso per portare un saluto agli studenti.

Il corso tenuto in collaborazione con Michele Russo, video operatore e media-educator, e Mariella Nica docente di Materie Letterarie e giornalista, intende rendere gli studenti consapevoli della potenza narrativa delle immagini in movimento e potenziare cinque delle otto competenze chiave europee essenziali per la realizzazione personale e professionale: la comunicazione nella madrelingua, la competenza digitale, le competenze sociali e civiche, lo spirito di iniziativa e imprenditorialità, la consapevolezza e l’espressione culturale.

“Il cinema rappresenta da oltre 40 anni una tradizione consolidata in penisola sorrentina e a Sorrento in particolare” ha detto il sindaco di Sorrento, l’avvocato Giuseppe Cuomo, sostenendo con forza l’iniziativa, “e bene fa il Cmea a promuoverlo, perché educare le giovani generazioni ai mestieri delle arti audiovisive significa non solo trasferire loro la storia del nostro territorio ma contribuire alla formazione di professionalità qualificate da spendere nel mercato dei nuovi media”.

Gli studenti corsisti riceveranno un certificato di partecipazione attestante le competenze conseguite e il numero di ore di corso frequentate, da utilizzare, a discrezione delle scuole di appartenenza, per l’attribuzione di crediti formativi.