Nuove assunzioni nella sanità campana: Speranze anche per Capri

0

“Mantenuti gli impegni assunti. Dopo il blocco del 2009 si volta pagina”. Così il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro commenta lo sblocco parziale del turn over nella sanità che consentirà l’assunzione di 1118 lavoratori. Il commissario ad acta ricorda: “siamo usciti dal piano di rientro, abbiamo ridotto gli sprechi e messo in ordine i conti, abbiamo avviato un’imponente riorganizzazione del sistema sanitario”. Ora, aggiunge “con lo sblocco delle assunzioni, con il personale si migliora l’offerta sanitaria. In questi anni il nostro personale ha fatto grandi sacrifici, adesso si cambia. Nuova linfa, giovani medici e infermieri, per migliorare la qualità delle prestazioni e dei servizi”. Caldoro sottolinea poi come “un processo di regolarizzazione e stabilizzazione premi anche chi per anni ha garantito impegno e professionalità”. “Siamo all’inizio e dobbiamo continuare – conclude – Attendo segnali dal Mef dopo le aperture ed il sostegno del ministero della Salute”. Lo sblocco parziale del turn over, che il presidente Caldoro ha attuato forzando anche le procedure dopo le lungaggini del Governo di Roma, è una buona notizia perchè consentirà l’assunzione di nuovo personale negli ospedali campani. L’argomento interessa molto da vicino anche l’isola di Capri in quanto il locale ospedale è alle prese da tempo con carenza di personale. In questa fase, bisogna sottolinearlo, non sono previste nuove assunzioni per il Capilupi, ma è evidente che con l’innesto di unità lavorative nei nosocomi napoletani a catena potrebbero beneficiarne anche i piccoli presidi sanitari come quello caprese consentendo la rotazione dei medici. Ci vorrà tempo ovviamente. In attesa poi di ulteriori provvedimenti che possano portare alla stabilizzazione dei precari. Nuove speranze e nuove prospettive dunque di riflesso anche per Capri. Un risultato che è stato possibile raggiungere grazie ai tagli e alla lotta agli sprechi che hanno portato le casse della sanità campana in positivo azzerando la montagna di debiti pregressi.
INFORMATORE POPOLARE”Mantenuti gli impegni assunti. Dopo il blocco del 2009 si volta pagina”. Così il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro commenta lo sblocco parziale del turn over nella sanità che consentirà l’assunzione di 1118 lavoratori. Il commissario ad acta ricorda: “siamo usciti dal piano di rientro, abbiamo ridotto gli sprechi e messo in ordine i conti, abbiamo avviato un’imponente riorganizzazione del sistema sanitario”. Ora, aggiunge “con lo sblocco delle assunzioni, con il personale si migliora l’offerta sanitaria. In questi anni il nostro personale ha fatto grandi sacrifici, adesso si cambia. Nuova linfa, giovani medici e infermieri, per migliorare la qualità delle prestazioni e dei servizi”. Caldoro sottolinea poi come “un processo di regolarizzazione e stabilizzazione premi anche chi per anni ha garantito impegno e professionalità”. “Siamo all’inizio e dobbiamo continuare – conclude – Attendo segnali dal Mef dopo le aperture ed il sostegno del ministero della Salute”. Lo sblocco parziale del turn over, che il presidente Caldoro ha attuato forzando anche le procedure dopo le lungaggini del Governo di Roma, è una buona notizia perchè consentirà l’assunzione di nuovo personale negli ospedali campani. L’argomento interessa molto da vicino anche l’isola di Capri in quanto il locale ospedale è alle prese da tempo con carenza di personale. In questa fase, bisogna sottolinearlo, non sono previste nuove assunzioni per il Capilupi, ma è evidente che con l’innesto di unità lavorative nei nosocomi napoletani a catena potrebbero beneficiarne anche i piccoli presidi sanitari come quello caprese consentendo la rotazione dei medici. Ci vorrà tempo ovviamente. In attesa poi di ulteriori provvedimenti che possano portare alla stabilizzazione dei precari. Nuove speranze e nuove prospettive dunque di riflesso anche per Capri. Un risultato che è stato possibile raggiungere grazie ai tagli e alla lotta agli sprechi che hanno portato le casse della sanità campana in positivo azzerando la montagna di debiti pregressi.
INFORMATORE POPOLARE

Lascia una risposta