Agropoli, le “Iene” vanno da Alfieri

0

Dopo Vincenzo De Luca, tocca a Franco Alfieri. Il sindaco di Agropoli, infatti, è stato avvicinato questa mattina da una troupe televisiva del programma Le Iene, in particolare dall’inviato Paolo Calabresi travestito ancora una volta da Otello Celletti (‘incorruttibile vigile urbano interpretato da Alberto Sordi), il quale gli ha chiesto delucidazioni in merito ad una multa che gli consentirà di candidarsi alle elezioni regionali di maggio. Alfieri ha rivendicato il suo operato, ma tale azione scatena l’ira del consigliere comunale di Salerno Raffaele Adinolfi (Caldoro Presidente) che denuncia: “Questa volta la nota trasmissione televisiva ha fatto un’improvvisata al sindaco di Agropoli per la sua multa (di comodo?) presa a Piazza della Repubblica il giorno 2 marzo (subito dopo la vittoria alle primarie ed alla notizia della possibile candidatura). Multa sicuramente comoda per eludere la legge ed evitare le dimissioni”.

Per Adinolfi “dopo il caso dell’ex sindaco di Salerno beccato in un sistematico controsenso mi chiedo se ci sia qualcuno nel Pd che voglia veramente cambiare verso. Potrebbero iniziare – tuona – rimuovendo il cartello di via Negri che ridicolizza le forze di polizia salernitane. Rinnovo pubblicamente la richiesta a Prefetto, Questore e comandante dei vigili urbani invitandoli ad adoperarsi per la rimozione del cartello di pericolo forze di polizia contro mano che per colpa dell’arroganza di qualcuno ridicolizza ingiustamente le forze di polizia”
SALERNOTODAYDopo Vincenzo De Luca, tocca a Franco Alfieri. Il sindaco di Agropoli, infatti, è stato avvicinato questa mattina da una troupe televisiva del programma Le Iene, in particolare dall’inviato Paolo Calabresi travestito ancora una volta da Otello Celletti (‘incorruttibile vigile urbano interpretato da Alberto Sordi), il quale gli ha chiesto delucidazioni in merito ad una multa che gli consentirà di candidarsi alle elezioni regionali di maggio. Alfieri ha rivendicato il suo operato, ma tale azione scatena l’ira del consigliere comunale di Salerno Raffaele Adinolfi (Caldoro Presidente) che denuncia: “Questa volta la nota trasmissione televisiva ha fatto un’improvvisata al sindaco di Agropoli per la sua multa (di comodo?) presa a Piazza della Repubblica il giorno 2 marzo (subito dopo la vittoria alle primarie ed alla notizia della possibile candidatura). Multa sicuramente comoda per eludere la legge ed evitare le dimissioni”.

Per Adinolfi “dopo il caso dell’ex sindaco di Salerno beccato in un sistematico controsenso mi chiedo se ci sia qualcuno nel Pd che voglia veramente cambiare verso. Potrebbero iniziare – tuona – rimuovendo il cartello di via Negri che ridicolizza le forze di polizia salernitane. Rinnovo pubblicamente la richiesta a Prefetto, Questore e comandante dei vigili urbani invitandoli ad adoperarsi per la rimozione del cartello di pericolo forze di polizia contro mano che per colpa dell’arroganza di qualcuno ridicolizza ingiustamente le forze di polizia”
SALERNOTODAY

Lascia una risposta