Vico Equense Hotel Cristallo, il sindaco Cinque sposa la tesi di Elefante, a rischio Migliaccio e Di Martino

0

Un consiglio comunale infuocato a Vico Equense questa mattina. Il sindaco Gennaro Cinque ha fatto invertire l ‘ ordine del giorno dal quarto al primo punto la vicenda dell’housing sociale sugli abbattimenti, che bloccherebbe le demolizioni della Procura, primo caso del genere in Campania, anticipato da Positanonews il giornale della costiera amalfitana e penisola sorrentina con il cartaceo in edicola, e poi se ne è andato. Evidenti i malumori fra il consiglio ed il sindaco, in particolare la divergenza pare emergere sulla vicenda dell’hotel Cristallo che ha visto il consiglio comunale votare a favore del mantenimento della destinazione d’uso ad albergo, contravvenendo a quando disporrebbe la legge, come ha scritto in una nota l’ingegner Antonio Elefante assessore esterno di Cinque, perchè sarebbe di competenza degli uffici secondo la normativa decidere cosa fare, un contrasto che pare vedere il consiglio intero contro il suo sindaco, un contrasto silenzioso ma che potrebbe vedere saltare due teste e fra queste quelle di Benedetto Migliaccio e di Martino , mentre Cinque è sempre più nervoso e scontento anche dopo la mancata candidatura in Regione Campania, fra i fedelissimi serpeggia il malcontento ma Cinque è un rullo compressore che non si ferma mai

Un consiglio comunale infuocato a Vico Equense questa mattina. Il sindaco Gennaro Cinque ha fatto invertire l ' ordine del giorno dal quarto al primo punto la vicenda dell'housing sociale sugli abbattimenti, che bloccherebbe le demolizioni della Procura, primo caso del genere in Campania, anticipato da Positanonews il giornale della costiera amalfitana e penisola sorrentina con il cartaceo in edicola, e poi se ne è andato. Evidenti i malumori fra il consiglio ed il sindaco, in particolare la divergenza pare emergere sulla vicenda dell'hotel Cristallo che ha visto il consiglio comunale votare a favore del mantenimento della destinazione d'uso ad albergo, contravvenendo a quando disporrebbe la legge, come ha scritto in una nota l'ingegner Antonio Elefante assessore esterno di Cinque, perchè sarebbe di competenza degli uffici secondo la normativa decidere cosa fare, un contrasto che pare vedere il consiglio intero contro il suo sindaco, un contrasto silenzioso ma che potrebbe vedere saltare due teste e fra queste quelle di Benedetto Migliaccio e di Martino , mentre Cinque è sempre più nervoso e scontento anche dopo la mancata candidatura in Regione Campania, fra i fedelissimi serpeggia il malcontento ma Cinque è un rullo compressore che non si ferma mai