Castellammare di Stabia. Lavori per la fibra ottica danneggiano la condotta idrica. Disagi in viale Europa e via Einaudi

0

Castellammare di Stabia. Cablaggio della fibra ottica, la ditta crea ancora disagi. Danneggiata la condotta idrica di via Einaudi durante i lavori di scavo per la posa dei cavi. Per ore l’acqua si è riversata in strada creando non pochi problemi a passanti e residenti. La ditta che da quest’estate opera sull’intero territorio era stata sanzionata, la scorsa settimana, per non aver messo in sicurezza il cantiere aperto in via Regina Margherita. La mancanza di segnaletica di inizio e fine dei lavori aveva, infatti, causato un incidente in cui era stato coinvolto un centauro che, per fortuna, aveva riportato solo qualche contusione. La ditta torinese è stata multata con una sanzione di oltre 800 euro. Ieri mattina, a pagarne le conseguenze, invece, sono stati i residenti del viale Europa e via Einaudi che, dopo la rottura della condotta idrica, sono rimasti per alcune ore senza acqua. Una cascata che ha invaso anche il macchinario per tracciare il solco che è stato protagonista delle tante foto scattate dagli studenti che, a quell’ora, si riversano in via Einaudi all’uscita da scuola. Un vero ‘bollettino da guerra’: tubi del gas lesionati, conduttura fognaria tranciata e condotte idriche recise. Tutto a opera della ditta di Torino a cui è stato affidata la gestione dei lavori per il passaggio della fibra ottica, dal comune di Castellammare di Stabia. Quasi rassegnati, i cittadini stabiesi ormai sono pronti a tutto hanno detto: «La ditta ha fatto danni un po’ ovunque. Quando viene aperto il cantiere per il passaggio dei cavi, siamo già pronti a qualche disagio che, puntualmente, si presenta. I lavori, probabilmente, vengono effettuati con molta superficialità, perché è davvero sconfortante apprendere, ogni volta, che al passaggio degli operai della ditta per il cablaggio della fibra ottica, arriva anche il disagio». Mancano all’appello ancora molte zone, centrali e periferiche, del comune stabiese che, presto, saranno chiuse per il passaggio dei cavi. La ditta ‘pasticciona’ è ora nel mirino, non solo dei pubblici ufficiali ma anche dei residenti di Castellammare di Stabia che, a questo punto, temono già ‘l’ondata’ di guai con l’arrivo degli operai della ditta per la fibra ottica. Lavori che sono diventati quasi un ‘caso’ stabiese e che, per i continui disagi creati, hanno gravato ulteriormente nelle tasche pubbliche, per aggiustare i tubi del gas o le condotte idriche danneggiati. Indignati i cittadini stabiesi hanno richiesto più controlli. (Elena Pontoriero – Metropolis)

Castellammare di Stabia. Cablaggio della fibra ottica, la ditta crea ancora disagi. Danneggiata la condotta idrica di via Einaudi durante i lavori di scavo per la posa dei cavi. Per ore l’acqua si è riversata in strada creando non pochi problemi a passanti e residenti. La ditta che da quest’estate opera sull’intero territorio era stata sanzionata, la scorsa settimana, per non aver messo in sicurezza il cantiere aperto in via Regina Margherita. La mancanza di segnaletica di inizio e fine dei lavori aveva, infatti, causato un incidente in cui era stato coinvolto un centauro che, per fortuna, aveva riportato solo qualche contusione. La ditta torinese è stata multata con una sanzione di oltre 800 euro. Ieri mattina, a pagarne le conseguenze, invece, sono stati i residenti del viale Europa e via Einaudi che, dopo la rottura della condotta idrica, sono rimasti per alcune ore senza acqua. Una cascata che ha invaso anche il macchinario per tracciare il solco che è stato protagonista delle tante foto scattate dagli studenti che, a quell’ora, si riversano in via Einaudi all’uscita da scuola. Un vero ‘bollettino da guerra’: tubi del gas lesionati, conduttura fognaria tranciata e condotte idriche recise. Tutto a opera della ditta di Torino a cui è stato affidata la gestione dei lavori per il passaggio della fibra ottica, dal comune di Castellammare di Stabia. Quasi rassegnati, i cittadini stabiesi ormai sono pronti a tutto hanno detto: «La ditta ha fatto danni un po’ ovunque. Quando viene aperto il cantiere per il passaggio dei cavi, siamo già pronti a qualche disagio che, puntualmente, si presenta. I lavori, probabilmente, vengono effettuati con molta superficialità, perché è davvero sconfortante apprendere, ogni volta, che al passaggio degli operai della ditta per il cablaggio della fibra ottica, arriva anche il disagio». Mancano all’appello ancora molte zone, centrali e periferiche, del comune stabiese che, presto, saranno chiuse per il passaggio dei cavi. La ditta ‘pasticciona’ è ora nel mirino, non solo dei pubblici ufficiali ma anche dei residenti di Castellammare di Stabia che, a questo punto, temono già ‘l’ondata’ di guai con l’arrivo degli operai della ditta per la fibra ottica. Lavori che sono diventati quasi un ‘caso’ stabiese e che, per i continui disagi creati, hanno gravato ulteriormente nelle tasche pubbliche, per aggiustare i tubi del gas o le condotte idriche danneggiati. Indignati i cittadini stabiesi hanno richiesto più controlli. (Elena Pontoriero – Metropolis)

Lascia una risposta