Napoli blindata per papa Francesco: la zona rossa è lunga 25 chilometri VIDEO

0

Circolazione off limits in occasione della visita del Papa. Pronta l’ordinanza con la quale il Comune definisce le zone a traffico limitato e quelle vietate alla sosta, le modalità di accesso all’area dei bus destinata ad accogliere i pellegrini e le necessarie modifiche al trasporto pubblico.

A questo proposito vale la pena ricordare che per la tutta la giornata del 21 marzo i bus dell’Anm circoleranno gratis mentre, per questioni di sicurezza, la stazione Toledo del metrò resterà chiusa dalle 11.30 alle 14.

I tecnici dell’assessorato alla Mobilità hanno individuato un’ampia zona rossa all’interno della quale sarà consentito il passaggio solo alle auto delle forze dell’ordine, dei disabili e degli operatori della comunicazione. Il dispositivo sarà in vigore dalla mezzanotte e un minuto fino alle 18.30 del 21, ora in cui è prevista la partenza del Pontefice. Ma andiamo con ordine: la ztl interesserà Scampia, i decumani e Chiaia. Ecco dove non sarà possibile circolare: via Fuorigrotta, via Caracciolo, Giordano Bruno, Corso Vittorio Emanuele, via Salvator Rosa, Santa Teresa degli Scalzi, Corso Amedeo di Savoia, via Amerigo Vespucci, via Marina, Piazza Garibaldi, via Arenaccia, Corso Meridionale, via Nuova Poggioreale, Piazza Carlo III, via Foria, via Nicola Nicolini, via Filippo Maria Briganti, Piazza Giuseppe di Vittorio, via del Cassano, via De Pinedo, Limitone di Arzano, Strada Comunale di Casavatore, via Roma verso Scampia, via Fratelli Cervi, via della Resistenza, via Bakù, via Pietro Gobetti, via Ettore Ciccotti, via Milano, via Regina Margherita, via Comunale Vecchia di Miano, via Mazzocchi, via Ghisleri, Fratelli Cervi, piazza Giuseppe Zannardelli. Stesso discorso anche per quanto riguarda la sosta che sarà vietata in tutta l’area a traffico limitato.

Non solo: dalle 8 del 21 marzo sarà anche sospeso lo stazionamento dei taxi all’interno del perimetro off limits. Una città «chiusa», una mobilitazione assoluta per garantire ordine e sicurezza. L’appello del Comune è uno solo: lasciate le auto a casa e raggiungete i luoghi delle celebrazioni a bordo dei mezzi pubblici. Ventimila le transenne da sistemare lungo il percorso destinato al passaggio del Papa: 25 chilometri di strada da blindare fin dalle prime ore dell’alba. Revocate ferie e permessi a tutti gli agenti di polizia municipale per i quali è previsto un lavoro straordinario pari a circa 10mila euro.

Ventimila transenne da reperire, dunque, tante ne ha chieste la Prefettura al Comune e tante bisognerà trovarne anche se, al momento, all’appello ne mancano ancora parecchie.

Dall’organizzazione della viabilità a quella religiosa. La Chiesa di Napoli si sta preparando con incontri, riflessioni e preghiere nelle parrocchie, nelle comunità religiose e all’interno dei movimenti ecclesiali. In particolare, organizzata dai vescovi ausiliari Lucio Lemmo, Gennaro Acampa e Salvatore Angerami, giovedì, alle 19, nella Cattedrale, si terrà una veglia di preghiera, presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe. Durante la celebrazione un rappresentante di ogni Decanato porterà all’altare la lampada già affidata alle singole comunità per gli incontri decanali. A Scampia, inoltre, tutte le parrocchie per venerdì 13 marzo, alle 17, hanno organizzato la Via caritatis: un primo raduno dell’intera comunità è in programma presso la stazione della Metropolitana di Piscinola-Scampia, il secondo invece è stato fissato alle 18.30 in via Labriola: da qui partirà una processione che raggiungerà piazza Giovanni Paolo II. Il 19 marzo, poi, in occasione della festa di San Giuseppe, in tutte le parrocchie del Decanato si pregherà solo per il Papa.

IL MATTINOCircolazione off limits in occasione della visita del Papa. Pronta l’ordinanza con la quale il Comune definisce le zone a traffico limitato e quelle vietate alla sosta, le modalità di accesso all’area dei bus destinata ad accogliere i pellegrini e le necessarie modifiche al trasporto pubblico.

A questo proposito vale la pena ricordare che per la tutta la giornata del 21 marzo i bus dell’Anm circoleranno gratis mentre, per questioni di sicurezza, la stazione Toledo del metrò resterà chiusa dalle 11.30 alle 14.

I tecnici dell’assessorato alla Mobilità hanno individuato un’ampia zona rossa all’interno della quale sarà consentito il passaggio solo alle auto delle forze dell’ordine, dei disabili e degli operatori della comunicazione. Il dispositivo sarà in vigore dalla mezzanotte e un minuto fino alle 18.30 del 21, ora in cui è prevista la partenza del Pontefice. Ma andiamo con ordine: la ztl interesserà Scampia, i decumani e Chiaia. Ecco dove non sarà possibile circolare: via Fuorigrotta, via Caracciolo, Giordano Bruno, Corso Vittorio Emanuele, via Salvator Rosa, Santa Teresa degli Scalzi, Corso Amedeo di Savoia, via Amerigo Vespucci, via Marina, Piazza Garibaldi, via Arenaccia, Corso Meridionale, via Nuova Poggioreale, Piazza Carlo III, via Foria, via Nicola Nicolini, via Filippo Maria Briganti, Piazza Giuseppe di Vittorio, via del Cassano, via De Pinedo, Limitone di Arzano, Strada Comunale di Casavatore, via Roma verso Scampia, via Fratelli Cervi, via della Resistenza, via Bakù, via Pietro Gobetti, via Ettore Ciccotti, via Milano, via Regina Margherita, via Comunale Vecchia di Miano, via Mazzocchi, via Ghisleri, Fratelli Cervi, piazza Giuseppe Zannardelli. Stesso discorso anche per quanto riguarda la sosta che sarà vietata in tutta l’area a traffico limitato.

Non solo: dalle 8 del 21 marzo sarà anche sospeso lo stazionamento dei taxi all’interno del perimetro off limits. Una città «chiusa», una mobilitazione assoluta per garantire ordine e sicurezza. L’appello del Comune è uno solo: lasciate le auto a casa e raggiungete i luoghi delle celebrazioni a bordo dei mezzi pubblici. Ventimila le transenne da sistemare lungo il percorso destinato al passaggio del Papa: 25 chilometri di strada da blindare fin dalle prime ore dell’alba. Revocate ferie e permessi a tutti gli agenti di polizia municipale per i quali è previsto un lavoro straordinario pari a circa 10mila euro.

Ventimila transenne da reperire, dunque, tante ne ha chieste la Prefettura al Comune e tante bisognerà trovarne anche se, al momento, all’appello ne mancano ancora parecchie.

Dall’organizzazione della viabilità a quella religiosa. La Chiesa di Napoli si sta preparando con incontri, riflessioni e preghiere nelle parrocchie, nelle comunità religiose e all’interno dei movimenti ecclesiali. In particolare, organizzata dai vescovi ausiliari Lucio Lemmo, Gennaro Acampa e Salvatore Angerami, giovedì, alle 19, nella Cattedrale, si terrà una veglia di preghiera, presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe. Durante la celebrazione un rappresentante di ogni Decanato porterà all’altare la lampada già affidata alle singole comunità per gli incontri decanali. A Scampia, inoltre, tutte le parrocchie per venerdì 13 marzo, alle 17, hanno organizzato la Via caritatis: un primo raduno dell’intera comunità è in programma presso la stazione della Metropolitana di Piscinola-Scampia, il secondo invece è stato fissato alle 18.30 in via Labriola: da qui partirà una processione che raggiungerà piazza Giovanni Paolo II. Il 19 marzo, poi, in occasione della festa di San Giuseppe, in tutte le parrocchie del Decanato si pregherà solo per il Papa.

IL MATTINO