Napoli. Al Vomero raid con i «martelletti» rompivetri dei bus. I vigili urbani bloccano due bande

0

Napoli. Erano arrivati per fare la guerra. Avevano cercato in ogni modo lo scontro e il «duello» si sarebbe dovuto combattere in zona neutra, al Vomero. Pianura contro Scampia non era una partita di calcio amatoriale ma piuttosto il faccia a faccia rusticano annunciato da giorni e rilanciato dal solito tam-tam che, attraverso Facebook e WhatsApp, aveva mobilitato i due gruppi di contendenti. E se vi sfuggono erte logiche, allora rinunciate a capirci qualcosa, perché addentrarsi nell’argomento baby gang richiede sforzi superiori a ogni logica. Il Vomero insomma si sarebbe trasformato in un campo di battaglia tra bande di minorenni di Pianura e di Scampia. Ma qualcuno ha pensato bene di avvertire la Polizia Municipale e gli agenti diretti dal colonnello Ciro Esposito hanno evitato uno scontro che avrebbe potuto provocare conseguenze anche molto serie: tra i contendenti c’era infatti chi aveva portato con sé addirittura un martelletto di emergenza in dotazione ai mezzi pubblici capace di provocare – se usato contro le persone – ferite gravi. Provvidenziale l’intervento degli agenti dell’unità operativa del Vomero, entrati in azione con i colleghi della Tutela Minori: la guerra tra bande viene evitata ma si scopre che nel gruppo di ragazzi di Pianura (di età compresa tra i 13 ed i 17 anni) c’era chi aveva con sé armi improprie. Scattano le indagini, che proseguono anche per capire dove i minorenni si siano procurati quel martelletto pneumatico. Altri controlli sono stati indirizzati nel fine settimana da parte della Municipale per reprimere il fenomeno della vendita e del consumo di alcol e sostanze stupefacenti ai minori nei luoghi di maggiore aggregazione durante le serate del fine settimana. Sempre al Vomero – in piazza Quattro Giornate – gli agenti hanno individuato minorenni, tutti residenti in zona, intenti a bere alcolici ed a fumare erba: tutti sono stati affidati ai rispettivi genitori. Nel corso della notte sono andati avanti i controlli all’interno dei locali notturni dove erano in corso serate danzanti. Presso un noto locale di Fuorigrotta, all’interno del quale si stava svolgendo una serata disco con moltissimi avventori minorenni, la Municipale ha scoperto che si somministravano alcolici anche ai ragazzini. (Giuseppe Crimaldi – Il Mattino) 

Napoli. Erano arrivati per fare la guerra. Avevano cercato in ogni modo lo scontro e il «duello» si sarebbe dovuto combattere in zona neutra, al Vomero. Pianura contro Scampia non era una partita di calcio amatoriale ma piuttosto il faccia a faccia rusticano annunciato da giorni e rilanciato dal solito tam-tam che, attraverso Facebook e WhatsApp, aveva mobilitato i due gruppi di contendenti. E se vi sfuggono erte logiche, allora rinunciate a capirci qualcosa, perché addentrarsi nell’argomento baby gang richiede sforzi superiori a ogni logica. Il Vomero insomma si sarebbe trasformato in un campo di battaglia tra bande di minorenni di Pianura e di Scampia. Ma qualcuno ha pensato bene di avvertire la Polizia Municipale e gli agenti diretti dal colonnello Ciro Esposito hanno evitato uno scontro che avrebbe potuto provocare conseguenze anche molto serie: tra i contendenti c’era infatti chi aveva portato con sé addirittura un martelletto di emergenza in dotazione ai mezzi pubblici capace di provocare – se usato contro le persone – ferite gravi. Provvidenziale l’intervento degli agenti dell’unità operativa del Vomero, entrati in azione con i colleghi della Tutela Minori: la guerra tra bande viene evitata ma si scopre che nel gruppo di ragazzi di Pianura (di età compresa tra i 13 ed i 17 anni) c’era chi aveva con sé armi improprie. Scattano le indagini, che proseguono anche per capire dove i minorenni si siano procurati quel martelletto pneumatico. Altri controlli sono stati indirizzati nel fine settimana da parte della Municipale per reprimere il fenomeno della vendita e del consumo di alcol e sostanze stupefacenti ai minori nei luoghi di maggiore aggregazione durante le serate del fine settimana. Sempre al Vomero – in piazza Quattro Giornate – gli agenti hanno individuato minorenni, tutti residenti in zona, intenti a bere alcolici ed a fumare erba: tutti sono stati affidati ai rispettivi genitori. Nel corso della notte sono andati avanti i controlli all’interno dei locali notturni dove erano in corso serate danzanti. Presso un noto locale di Fuorigrotta, all’interno del quale si stava svolgendo una serata disco con moltissimi avventori minorenni, la Municipale ha scoperto che si somministravano alcolici anche ai ragazzini. (Giuseppe Crimaldi – Il Mattino)