Calciomercato Juventus, su Tevez c’è chi aveva capito tutto con un mese d’anticipo

0

Il calciomercato è materia assai complessa da interpretare e capire, soprattutto in un periodo come questo in cui il calcio italiano versa in una crisi profonda, dove soldi da spendere ce ne sono davvero pochi. Il club più attivo in questo momento è la Juventus che ha deciso di fare le cose per bene, giocando d’anticipo prima ed ora portando a casa l’affare con la A maiuscola. E dire che a fine campionato non sembravano esserci presupposti particolarmente rosei per la Signora d’Italia. Marotta, lo scorso maggio, si barcamenava tra dichiarazioni piuttosto confusionarie in merito al famoso top player. Con il passare dei giorni la situazione è diventata però via via più chiara anche se non sono mancati i colpi di scena: quando tutto faceva presupporre che i bianconeri stessero portando a termine il colpo Higuain l’agenzia di scommesse sportive Paddy Power blocca tutte le scommesse sul trasferimento di Tevez alla corte di Agnelli dichiarando l’affare praticamente fatto in data 7 giugno. Una notizia che ha colto di sorpresa tutti, dai tifosi della Vecchia Signora agli esperti di calciomercato che pensavano ad una burla del bookmaker irlandese. Ed invece a quasi un mese di distanza dalla rivelazione di Paddy Power giunge la notizia di un incontro tra i dirigenti della Juventus e quelli del Manchester City per chiudere l’accordo. L’argentino dunque giunge alla squadra più titolata d’Italia con buona pace di Galliani che aveva tentato di cogliere in contropiede gli acerrimi nemici.

Dopo la presentazione dell’Apache, ieri è arrivata anche quella dell’altro neoacquisto Fernando Llorente. Il suo acquisto, a parametro zero, risale allo scorso febbraio e dai media è stato sottovalutato, ma ricordiamo che la sua clausola rescissoria con l’Athletic Bilbao era fissata a 37 milioni di euro. Il reparto bianconero con questi due colpi si rifà il look ma Conte vuole fare l’en plein ed ha chiesto nella riunione programmatica a fine campionato soprattutto un nome: Stevan Jovetic. Arrivare al talento montenegrino di proprietà dei Della Valle è compito assai arduo, soprattutto perché la Fiorentina chiede per il suo cartellino la cifra spropositata di 30 milioni. A questo punto, però, la Juventus non ha più la fretta di acquistare, due gioielli a casa già li ha portati. Situazione completamente diversa per la Viola che ha necessità di fare cassa per concludere l’accordo con il Bayern Monaco per l’acquisto di Mario Gomez. Jovetic vuole la Juve, è stato molto chiaro anche in un’intervista concessa di recente, ora toccherà alla Fiorentina scendere a compromesso ed accettare la proposta di Marotta: 12 milioni di euro più qualche contropartita. La Juventus non è certo ferma all’attacco, anzi. Proprio in queste ore ha parlato con il presidente del Torino Urbano Cairo per sbloccare il passaggio di Angelo Ogbonna in bianconero. Il summit è durato qualche ora ma ancora non è stata trovata l’intesa definitiva. Marotta e Paratici sono fiduciosi ed alla fine anche questa trattativa verrà portata a termine in modo positivo. Il motivo del mancato punto d’incontro riguarda il cartellino di Ciro Immobile e la restante parte in denaro che la Juve dovrà versare ai cugini per soddisfare le richieste del numero 1 granata. Traspare un certo ottimismo e tra qualche giorno potrebbe addirittura arrivare il comunicato ufficiale. Le strade del calciomercato sono infinite, la Juventus sembra aver intrapreso proprio quella giusta verso nuovi successi.Il calciomercato è materia assai complessa da interpretare e capire, soprattutto in un periodo come questo in cui il calcio italiano versa in una crisi profonda, dove soldi da spendere ce ne sono davvero pochi. Il club più attivo in questo momento è la Juventus che ha deciso di fare le cose per bene, giocando d’anticipo prima ed ora portando a casa l’affare con la A maiuscola. E dire che a fine campionato non sembravano esserci presupposti particolarmente rosei per la Signora d’Italia. Marotta, lo scorso maggio, si barcamenava tra dichiarazioni piuttosto confusionarie in merito al famoso top player. Con il passare dei giorni la situazione è diventata però via via più chiara anche se non sono mancati i colpi di scena: quando tutto faceva presupporre che i bianconeri stessero portando a termine il colpo Higuain l’agenzia di scommesse sportive Paddy Power blocca tutte le scommesse sul trasferimento di Tevez alla corte di Agnelli dichiarando l’affare praticamente fatto in data 7 giugno. Una notizia che ha colto di sorpresa tutti, dai tifosi della Vecchia Signora agli esperti di calciomercato che pensavano ad una burla del bookmaker irlandese. Ed invece a quasi un mese di distanza dalla rivelazione di Paddy Power giunge la notizia di un incontro tra i dirigenti della Juventus e quelli del Manchester City per chiudere l’accordo. L’argentino dunque giunge alla squadra più titolata d’Italia con buona pace di Galliani che aveva tentato di cogliere in contropiede gli acerrimi nemici.

Dopo la presentazione dell’Apache, ieri è arrivata anche quella dell’altro neoacquisto Fernando Llorente. Il suo acquisto, a parametro zero, risale allo scorso febbraio e dai media è stato sottovalutato, ma ricordiamo che la sua clausola rescissoria con l’Athletic Bilbao era fissata a 37 milioni di euro. Il reparto bianconero con questi due colpi si rifà il look ma Conte vuole fare l’en plein ed ha chiesto nella riunione programmatica a fine campionato soprattutto un nome: Stevan Jovetic. Arrivare al talento montenegrino di proprietà dei Della Valle è compito assai arduo, soprattutto perché la Fiorentina chiede per il suo cartellino la cifra spropositata di 30 milioni. A questo punto, però, la Juventus non ha più la fretta di acquistare, due gioielli a casa già li ha portati. Situazione completamente diversa per la Viola che ha necessità di fare cassa per concludere l’accordo con il Bayern Monaco per l’acquisto di Mario Gomez. Jovetic vuole la Juve, è stato molto chiaro anche in un’intervista concessa di recente, ora toccherà alla Fiorentina scendere a compromesso ed accettare la proposta di Marotta: 12 milioni di euro più qualche contropartita. La Juventus non è certo ferma all’attacco, anzi. Proprio in queste ore ha parlato con il presidente del Torino Urbano Cairo per sbloccare il passaggio di Angelo Ogbonna in bianconero. Il summit è durato qualche ora ma ancora non è stata trovata l’intesa definitiva. Marotta e Paratici sono fiduciosi ed alla fine anche questa trattativa verrà portata a termine in modo positivo. Il motivo del mancato punto d’incontro riguarda il cartellino di Ciro Immobile e la restante parte in denaro che la Juve dovrà versare ai cugini per soddisfare le richieste del numero 1 granata. Traspare un certo ottimismo e tra qualche giorno potrebbe addirittura arrivare il comunicato ufficiale. Le strade del calciomercato sono infinite, la Juventus sembra aver intrapreso proprio quella giusta verso nuovi successi.

Lascia una risposta