SANITÀ. NELL’OSPEDALE DI CAPRI Tg1 afferma “Capri isola famosa in tutto il mondo ma meglio non ammalarsi”

0

L’ospedale di Capri diventa caso nazionale. Approdano sulla Rai le carenze e le difficoltà della sanità a Capri. Questa sera il Tg1, nell’edizione delle 20, ha mandato in onda un ampio servizio su Capri realizzato dall’inviata Isabella Schiavone. “Capri isola famosa in tutto il mondo ma meglio non ammalarsi” ha raccontato il Tg1. “Capri è un gioiello, ma l’ospedale locale no. Pochi fondi, mancano strutture e servizi essenziali” è la sintesi del servizio che appare anche sul sito web della Rai . Servizio che ha messo a nudo una serie di criticità che investono l’ospedale Capilupi, soprattutto relativamente alla carenza di personale e di diagnostica. A Capri da tempo vengono alla luce pochissimi bambini e il punto nascita è ormai quasi completamente fermo: Stefania Ricci, in attesa del suo quarto bambino, ha raccontato che fino a pochi anni fa c’erano sette ginecologi in forza al Capilupi, ora ne sono rimasti solo due. Fabiana Faiella del Comitato Articolo 32 Isola di Capri ha sottolineato il problema della tac fuori uso da mesi, che impedisce una diagnostica tempestiva in caso di incidenti e traumi. La bufera della dialisi è stata raccontata da Grazia Tavassi che ha ricordato come giovedì scorso le terapie sono state effettuate in assenza di personale infermiestico specializzato con grave rischio per i pazienti. 

 

L'ospedale di Capri diventa caso nazionale. Approdano sulla Rai le carenze e le difficoltà della sanità a Capri. Questa sera il Tg1, nell'edizione delle 20, ha mandato in onda un ampio servizio su Capri realizzato dall'inviata Isabella Schiavone. "Capri isola famosa in tutto il mondo ma meglio non ammalarsi" ha raccontato il Tg1. "Capri è un gioiello, ma l'ospedale locale no. Pochi fondi, mancano strutture e servizi essenziali" è la sintesi del servizio che appare anche sul sito web della Rai . Servizio che ha messo a nudo una serie di criticità che investono l'ospedale Capilupi, soprattutto relativamente alla carenza di personale e di diagnostica. A Capri da tempo vengono alla luce pochissimi bambini e il punto nascita è ormai quasi completamente fermo: Stefania Ricci, in attesa del suo quarto bambino, ha raccontato che fino a pochi anni fa c'erano sette ginecologi in forza al Capilupi, ora ne sono rimasti solo due. Fabiana Faiella del Comitato Articolo 32 Isola di Capri ha sottolineato il problema della tac fuori uso da mesi, che impedisce una diagnostica tempestiva in caso di incidenti e traumi. La bufera della dialisi è stata raccontata da Grazia Tavassi che ha ricordato come giovedì scorso le terapie sono state effettuate in assenza di personale infermiestico specializzato con grave rischio per i pazienti. 

 

Lascia una risposta