Sexy supplente, infiamma il web con le sue foto osé.

0

La sexy professoressa che infiamma il web. Tantissimi click sulle foto osé pubblicate dalla docente impegnata in supplenze.

Oggi per Anita, la professoressa che si è trovata suo malgrado nell’occhio del ciclone, è un po’ la giornata della verità. Fondamentale sarà il confronto con il dirigente scolastico Antonia Piva che, sulle pagine del Gazzettino, ha già fatto intuire il suo pensiero sulla vicenda: «La rete non perdona e non cancella il passato – ha detto – però bisogna saper distinguere fra rapporto di lavoro e la vita precedente dell’insegnante».

«All’epoca volevo pagarmi gli studi e ho commesso l’errore di farmi riprendere in pose erotiche» conferma l’insegnante. «Non porno, ma erotiche» precisa. «Era un sito di tatuaggi americano. A pagamento e con tanto di copyright. Gli accessi dei clienti erano vincolati». Anita poi si è totalmente disinteressata sia della pagina che dei suoi contenuti. Ma qualcosa è successo: il sito è diventato gratuito, quindi ad accesso libero.

La sexy professoressa che infiamma il web. Tantissimi click sulle foto osé pubblicate dalla docente impegnata in supplenze.

Oggi per Anita, la professoressa che si è trovata suo malgrado nell’occhio del ciclone, è un po’ la giornata della verità. Fondamentale sarà il confronto con il dirigente scolastico Antonia Piva che, sulle pagine del Gazzettino, ha già fatto intuire il suo pensiero sulla vicenda: «La rete non perdona e non cancella il passato – ha detto – però bisogna saper distinguere fra rapporto di lavoro e la vita precedente dell’insegnante».

«All’epoca volevo pagarmi gli studi e ho commesso l’errore di farmi riprendere in pose erotiche» conferma l’insegnante. «Non porno, ma erotiche» precisa. «Era un sito di tatuaggi americano. A pagamento e con tanto di copyright. Gli accessi dei clienti erano vincolati». Anita poi si è totalmente disinteressata sia della pagina che dei suoi contenuti. Ma qualcosa è successo: il sito è diventato gratuito, quindi ad accesso libero.