SALERNITANA: basta Tuia per vincere. Ora sotto col Benevento PAGELLE: Favasuli formidabile, deludono Mendicino e Calil

0

La Salernitana non ha tradito le attese, assolvendo al compito che l’attendeva. La tanto agognata vittoria contro il Savoia è arrivata, ma quanta fatica! I granata hanno trovato il bandolo della matassa grazie alla rete di un bomber inedito. Alessandro Tuia ha siglato, infatti, la rete della vittoria dopo soli 4’ dal suo ingresso in campo con un colpo da grande attaccante. La Salernitana non ha fatto strabuzzare gli occhi per la prestazione offerta, ma la vittoria era un obiettivo troppo importante per non essere centrata. Gli ospiti sono stati fortemente condizionati dalla prova gagliarda sfoderata da un Savoia dignitoso e mai domo, che ha gettato il cuore oltre l’ostacolo pur di centrare un punto che, nelle deficitarie condizioni societarie, avrebbe rappresentato un risultato tale da poter essere salutato alla stregua della vittoria di una Champions League. La Salernitana ha sprecato le occasioni da rete create con i suoi frombolieri, ma è servito un guizzo di un difensore per portarsi a -2 dal Benevento, contro il quale mancheranno gli squalificati Trevisan e Pestrin, ammoniti oggi in regime di diffida. L’operazione sorpasso può dirsi iniziata: ora spetta alla Salernitana completarla sabato con l’ausilio di un Arechi che, siamo certi, sarà un catino ribollente.
PAGELLE:

Gori s.v.: Non compie alcun intervento, se non qualche uscita per sbrogliare qualche mischia.
Colombo 6: Non demerita ma non fornisce il solito apporto alla fase offensiva della squadra. Sale di tono nella seconda parte del match.
Lanzaro 6: Meno pulito rispetto al solito, riesce ad annullare Leonetti con la solita grande esperienza.
Trevisan 5: In avvio subisce il giallo fatale che gli costerà la squalifica, un episodio che lo condizionerà sia dal punto di vista psicologico che fisico visto che la botta presa nello scontro lo costringerà ad uscire.
dal 46’ Franco 5,5: Inizio da brividi per il mancino, che perde qualche pallone di troppo. Nella seconda parte aumenta la spinta offensiva aiutando la squadra a creare qualche pericolo in più.
Bocchetti 5,5: Meglio da terzino che da centrale, ruolo quest’ultimo in cui sbanda paurosamente. Si fa male anche lui, ma la sua uscita è provvidenziale perché entra il match winner Tuia.
Dal 69’ Tuia 7: Grandissimo impatto sulla partita, non solo per aver realizzato il gol partita ma anche per la serenità con cui gioca al centro della difesa.
Moro 5,5: Bene nella prima parte, in cui coadiuva al meglio Pestrin, cala vistosamente nella ripresa tanto che Menichini lo sostituisce.
Dal 78’ Bovo s.v.
Pestrin 6: Come nel peggiore degli incubi, rimedia il cartellino giallo che lo costringerà a saltare il Benevento. Un’assenza pesantissima, visto che è l’unico a far girare la squadra.
Favasuli 6,5: Conferma di essere in un grande stato di forma, disputando un’altra partita formidabile dal punto di vista della quantità e della qualità. Unico neo, il gol fallito nella fase finale del primo tempo.
Nalini 5,5: Si vede poco, non sempre per colpa sua ma anche dei compagni che lo servono poco e male.
Mendicino 5: Fallisce in avvio due gol clamorosi che lo condizionano per tutto il resto del match, in cui sparisce letteralmente dalle scene.
Calil 5: Prova deludente del brasiliano che parte dalla trequarti ma che non trova mai l’acuto decisivo, sia in fase di finalizzazione sia come uomo assist.

Menichini 5: La scelta di mandare in campo i diffidati è davvero cervellotica quanto infruttuosa. Anche nella gestione del match non convince.
articolo inserito dal salernitana club costiera amalfitana
fonte tuttosalernitana.comLa Salernitana non ha tradito le attese, assolvendo al compito che l’attendeva. La tanto agognata vittoria contro il Savoia è arrivata, ma quanta fatica! I granata hanno trovato il bandolo della matassa grazie alla rete di un bomber inedito. Alessandro Tuia ha siglato, infatti, la rete della vittoria dopo soli 4’ dal suo ingresso in campo con un colpo da grande attaccante. La Salernitana non ha fatto strabuzzare gli occhi per la prestazione offerta, ma la vittoria era un obiettivo troppo importante per non essere centrata. Gli ospiti sono stati fortemente condizionati dalla prova gagliarda sfoderata da un Savoia dignitoso e mai domo, che ha gettato il cuore oltre l’ostacolo pur di centrare un punto che, nelle deficitarie condizioni societarie, avrebbe rappresentato un risultato tale da poter essere salutato alla stregua della vittoria di una Champions League. La Salernitana ha sprecato le occasioni da rete create con i suoi frombolieri, ma è servito un guizzo di un difensore per portarsi a -2 dal Benevento, contro il quale mancheranno gli squalificati Trevisan e Pestrin, ammoniti oggi in regime di diffida. L’operazione sorpasso può dirsi iniziata: ora spetta alla Salernitana completarla sabato con l’ausilio di un Arechi che, siamo certi, sarà un catino ribollente.
PAGELLE:

Gori s.v.: Non compie alcun intervento, se non qualche uscita per sbrogliare qualche mischia.
Colombo 6: Non demerita ma non fornisce il solito apporto alla fase offensiva della squadra. Sale di tono nella seconda parte del match.
Lanzaro 6: Meno pulito rispetto al solito, riesce ad annullare Leonetti con la solita grande esperienza.
Trevisan 5: In avvio subisce il giallo fatale che gli costerà la squalifica, un episodio che lo condizionerà sia dal punto di vista psicologico che fisico visto che la botta presa nello scontro lo costringerà ad uscire.
dal 46’ Franco 5,5: Inizio da brividi per il mancino, che perde qualche pallone di troppo. Nella seconda parte aumenta la spinta offensiva aiutando la squadra a creare qualche pericolo in più.
Bocchetti 5,5: Meglio da terzino che da centrale, ruolo quest’ultimo in cui sbanda paurosamente. Si fa male anche lui, ma la sua uscita è provvidenziale perché entra il match winner Tuia.
Dal 69’ Tuia 7: Grandissimo impatto sulla partita, non solo per aver realizzato il gol partita ma anche per la serenità con cui gioca al centro della difesa.
Moro 5,5: Bene nella prima parte, in cui coadiuva al meglio Pestrin, cala vistosamente nella ripresa tanto che Menichini lo sostituisce.
Dal 78’ Bovo s.v.
Pestrin 6: Come nel peggiore degli incubi, rimedia il cartellino giallo che lo costringerà a saltare il Benevento. Un’assenza pesantissima, visto che è l’unico a far girare la squadra.
Favasuli 6,5: Conferma di essere in un grande stato di forma, disputando un’altra partita formidabile dal punto di vista della quantità e della qualità. Unico neo, il gol fallito nella fase finale del primo tempo.
Nalini 5,5: Si vede poco, non sempre per colpa sua ma anche dei compagni che lo servono poco e male.
Mendicino 5: Fallisce in avvio due gol clamorosi che lo condizionano per tutto il resto del match, in cui sparisce letteralmente dalle scene.
Calil 5: Prova deludente del brasiliano che parte dalla trequarti ma che non trova mai l’acuto decisivo, sia in fase di finalizzazione sia come uomo assist.

Menichini 5: La scelta di mandare in campo i diffidati è davvero cervellotica quanto infruttuosa. Anche nella gestione del match non convince.
articolo inserito dal salernitana club costiera amalfitana
fonte tuttosalernitana.com

Lascia una risposta