S.Agnello 26/2/2015 – Consegnata la medaglia d’oro della prima guerra mondiale alla memoria di Vincenzo De Gennaro.

0

Presso la sala consiliare del Comune di Sant’Agnello (NA), oggi 22 febbraio 2015 si è svolta la suggestiva, ma sentita, cerimonia per la consegna della medaglia d’oro ricordo della prima guerra mondiale alla memoria di Vincenzo De Gennaro, la stessa è stata ritirata dal figlio omonimo del genitore.
Oggi, dopo 40 anni è stata consegnata la medaglia d’oro ricordo della prima guerra mondiale, al defunto Vincenzo De Gennaro, reduce della guerra 1915 – 1918; medaglia che gli fu assegnata nel lontano 1975,che per varie ragioni non gli fu possibile ritirare all’epoca del conferimento.

Il Presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci Michele Gargiulo, ha tenuto la prolusione iniziale dicendo: “A distanza di tanti anni, assecondando il legittimo desiderio dei congiunti, nella mia veste di presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci della Penisola Sorrentina coadiuvato dai miei validi commilitoni e collaboratori, ci siamo attivati e, con grande soddisfazione siamo riusciti a recuperare la medaglia, anche grazie alla disponibilità del Ministero della Difesa in Roma, l’Ufficio dell’Ordine dei Cavalieri di Vittorio Veneto.
Nel continuare il suo discorso, ha portato il saluto dei presidenti nazionali dei Combattenti e reduci e dell’Istituto Nazionale per la Legione d’Onore dei Cavalieri di Vittorio Veneto. Ha ringrazio pubblicamente la famiglia De Gennaro e tutti i parenti per la stima e la fiducia accordatagli oltre un mese fa.
Questa cerimonia di oggi, si inquadra nell’ambito delle celebrazioni per i cento anni dalla fine della prima guerra mondiale, cerimonie che vanno avanti in tutta Italia dall’inizio del 2014 e proseguiranno per tutto il 2018.
Per questo da molti mesi l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci impegnati nel progetto Medaglia Ricordo “Albo d’Oro”, in collaborazione con il Ministero della Difesa – Commissariato Onoranze Caduti in Guerra ed il coordinamento per l’Albo d’Oro della Regione Friuli Venezia Giulia.

Ma in cosa consiste questo progetto, in breve vi espongo l’essenziale.
Durante varie cerimonie, che si terranno a cura di tutte le Associazioni Combattentistiche e d’Arma, tra il 2014 e il 2018 verranno letti in modo solenne tutti i nomi dei Caduti della prima guerra mondiale iscritti nell’Albo d’Oro, ben 529.025, la stragrande maggioranza giovani e giovanissimi; immolatisi per la Patria e per far si che noi oggi godessimo del bene più prezioso, ovvero la libertà.
Pertanto i discendenti che lo desiderano possono richiedere, attraverso noi, la Medaglia Ricordo “Albo d’Oro”, in cui comparirà il nome e il grado del loro parente. La medaglia dovrà essere ritirata durante la Cerimonia in cui verrà letto il suo nome; ci siamo attivati presso gli organi competenti al fine di poter commemorare nella stessa data tutti i nostri concittadini della penisola.

Il sindaco Sagristani ha consegnato la medaglia e, visibilmente commosso, ha rivolto un caloroso ringraziamento all’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci ed a quanti intervenuti. Un pensiero speciale lo ha rivolto ai familiari di De Gennaro ed alle scolaresche presenti, con l’auspicio che, proprio loro si facciano portatori dei principi sacri di pace e solidarietà, per il bene futuro dell’intera comunità.Presso la sala consiliare del Comune di Sant’Agnello (NA), oggi 22 febbraio 2015 si è svolta la suggestiva, ma sentita, cerimonia per la consegna della medaglia d’oro ricordo della prima guerra mondiale alla memoria di Vincenzo De Gennaro, la stessa è stata ritirata dal figlio omonimo del genitore.
Oggi, dopo 40 anni è stata consegnata la medaglia d’oro ricordo della prima guerra mondiale, al defunto Vincenzo De Gennaro, reduce della guerra 1915 – 1918; medaglia che gli fu assegnata nel lontano 1975,che per varie ragioni non gli fu possibile ritirare all’epoca del conferimento.

Il Presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci Michele Gargiulo, ha tenuto la prolusione iniziale dicendo: “A distanza di tanti anni, assecondando il legittimo desiderio dei congiunti, nella mia veste di presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci della Penisola Sorrentina coadiuvato dai miei validi commilitoni e collaboratori, ci siamo attivati e, con grande soddisfazione siamo riusciti a recuperare la medaglia, anche grazie alla disponibilità del Ministero della Difesa in Roma, l’Ufficio dell’Ordine dei Cavalieri di Vittorio Veneto.
Nel continuare il suo discorso, ha portato il saluto dei presidenti nazionali dei Combattenti e reduci e dell’Istituto Nazionale per la Legione d’Onore dei Cavalieri di Vittorio Veneto. Ha ringrazio pubblicamente la famiglia De Gennaro e tutti i parenti per la stima e la fiducia accordatagli oltre un mese fa.
Questa cerimonia di oggi, si inquadra nell’ambito delle celebrazioni per i cento anni dalla fine della prima guerra mondiale, cerimonie che vanno avanti in tutta Italia dall’inizio del 2014 e proseguiranno per tutto il 2018.
Per questo da molti mesi l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci impegnati nel progetto Medaglia Ricordo “Albo d’Oro”, in collaborazione con il Ministero della Difesa – Commissariato Onoranze Caduti in Guerra ed il coordinamento per l’Albo d’Oro della Regione Friuli Venezia Giulia.

Ma in cosa consiste questo progetto, in breve vi espongo l’essenziale.
Durante varie cerimonie, che si terranno a cura di tutte le Associazioni Combattentistiche e d’Arma, tra il 2014 e il 2018 verranno letti in modo solenne tutti i nomi dei Caduti della prima guerra mondiale iscritti nell’Albo d’Oro, ben 529.025, la stragrande maggioranza giovani e giovanissimi; immolatisi per la Patria e per far si che noi oggi godessimo del bene più prezioso, ovvero la libertà.
Pertanto i discendenti che lo desiderano possono richiedere, attraverso noi, la Medaglia Ricordo “Albo d’Oro”, in cui comparirà il nome e il grado del loro parente. La medaglia dovrà essere ritirata durante la Cerimonia in cui verrà letto il suo nome; ci siamo attivati presso gli organi competenti al fine di poter commemorare nella stessa data tutti i nostri concittadini della penisola.

Il sindaco Sagristani ha consegnato la medaglia e, visibilmente commosso, ha rivolto un caloroso ringraziamento all’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci ed a quanti intervenuti. Un pensiero speciale lo ha rivolto ai familiari di De Gennaro ed alle scolaresche presenti, con l’auspicio che, proprio loro si facciano portatori dei principi sacri di pace e solidarietà, per il bene futuro dell’intera comunità.