Terno secco del Sant’Agnello e roventi sconfitte di Real Vico e Massa

0

I biancazzurri seccano nettamente i beneventani, i vicani ed i massesi in balia degli abatesi e degli eclanesi

 

Costiera sorrentina – Il Sant’Agnello non si ferma e con la Forza e Coraggio continua per la sua strada per arrivare bene al capolinea, mentre perde un demotivato Real Vico ed il Massa non resiste con il fanalino di coda.

Continua imperterrito il cammino della capolista che folgora con tre reti la malcapitata squadra beneventana e tiene a bada il Gragnano che la tallona dietro di due punti. Una partita che gli uomini di mister Turi affrontano con la giusta mentalità e concentrazione ed anche se hanno un uomo come De Stefano fuori per squalifica, riescono a sopperire con l’innesto del centrocampista Rosario De Rosa nel ruolo di terzino destro. Fin dalle prime schermaglie i costieri si portano verso la rete avversaria e Manco al 9’ manca per un soffio la rete e dopo un primo tenta la sortita con Sasà Sibilli che ci prova dalla distanza, ma il portiere Fincato non si fa trovare impreparato e riesce a deviare in corner. La rete del vantaggio non tarda ad arrivare ed  al 19’ Manco che viene liberato in area da un bel colpo di tacco di Russo, trafigge l’estremo giallorosso sul secondo palo. La partita si elettrizza e le occasioni fioccano: 28’ Sibilli S impegna Fincato a pugni; 32’ Iennaco dalla distanza manda al lato di un soffio; 35’ i beneventani tentano con la punizione di Russo W ma Napolitano risponde bene. Il raddoppio è quasi sfiorato al 43’ ma né Manco né Sibilli G approfittano di un’uscita spericolata di Fincato. Poi arriva ad inizio della seconda frazione al 5’: Sibilli S lancia in corridoio per Piacente che controlla e crossa al centro dove Sibilli G gira in rete di testa sottomisura e realizza il suo sesto gol in campionato. Il Sant’Agnello abbassa il ritmo e concede spazio ed occasioni ai sanniti che in tre frangenti sfiorano il gol: al 10’  la traversa ferma il cross di Musco, poi sia al 18’ che al 21’Napolitano con due interventi su Russo W salva il risultato. Il colpo del k.o. arriva nei minuti finali al 41’ con il capitano Russo G, che ben servito da Iennaco, elude l’uscita di Fincato e triplica. Ma l’ultima emozione la da Sibilli S al 49’ con una punizione che è fermato dal palo.

E chi è rimasto al palo e il Real Vico che in quel di Sant’Antonio Abate ha dovuto cedere l’intera posta in palio ai locali e gli azzurroro non sembrano quella squadra vista nel girone di andata che risalirono la china bruciando le tappe. Ma anche se la corsa verso i play off non è compromessa ci vuole una buona svolta, nonostante che si sia dimesso anche il direttore sportivo Guidone. La partita subito si mette bene per gli abatesi che già al 10’ sono in vantaggio con Romano U che in area riceve palla e la mette  nell’angolino alla destra di Pastena, i giallorossi dopo quattro minuti hanno l’occasione per raddoppiare: Carfagno dalla destra crossa, fa velo Romano U per Ferraioli che calcia a botta sicura, ma Pastena blocca. Le due formazioni gestiscono bene la palla ma non affondano più di tanto i colpi, il Real Vico tenta qualche conclusione a rete, ma Prete non deve fare gli straordinari. Per annotare sul taccuino un’azione degli ospiti, bisogna aspettare il 42’, Circiello da ottima posizione e solo davanti a Prete, spara alto e si mangia il goal del possibile pareggio. La seconda frazione e ad andamento lento rispetto alla prima, ma al 20’ arriva l’episodio che cambia il volto alla partita: l’ex Carfora si becca il secondo cartellino giallo per simulazione e lascia i suoi in inferiorità numerica. Ma i costieri non si demoralizzano e cercano la via del pareggio, ma di fronte si trovano un Sant’Antonio che non cede e che al 27’ raddoppia: giocata di Somma B e la palla arriva a Di Ruocco che colpisce al volo ed insacca. La parità numerica in campo poi è ristabilita al 34’ quando Carfagno si becca anche lui il secondo cartellino giallo. I vicani restano nel finale in nove perché Pastena si infortuna ed al 42’, poiché le sostituzioni sono esaurite, Guadagnuolo va in porta.

Chi non va in porta è il Massa che con un  approccio sbagliato perde sul campo del fanalino di coda e gli da fiato che potrebbe sperare di agguantare i play out, dove sono i massesi e che ora vi si sono di più impelagati. La gara subito si sblocca al 4’ per un ingenuo fallo di mano commesso in area da di un difensore ed è calcio di rigore, si incarica della battuta dagli undici metri Ruggiero che non fallisce. La reazione dei nerazzurri è inerme, così i gialloblù sulle ali dell’entusiasmo vanno vicino al raddoppio ancora con Ruggiero che sfiora la traversa con un bel tiro di destro. Cambia il copione nella seconda frazione perché il Massa non resta a guardare e per lo meno rende efficace la sua reazione, riversandosi nella metà campo avversaria alla ricerca del pari. Al 25’ salta fuori l’esperienza di Montaperto che in un contrasto con Di Falco cade in area. Per il l’arbitro Fucci c’è la massima pena e l’espulsione del calciatore gialloblù. Sul dischetto va Breglia ma Curcio non si fa sorprendere perché legge bene e para. L’estremo eclanese salva il risultato e spegne l’ardore dei costieri che ora devono fare dei bei salti se vogliono uscire dalla sabbia mobile dei play out.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA – GIRONE B – 26^ GIORNATA – 9^ RITORNO

 

SANT’AGNELLO – FORZA E CORAGGIO 3-0

Goals:19’pt Manco; 5’st Sibilli G, 41’st Russo (S)

SANT’AGNELLO (4-3-3): Napolitano; De Rosa, Micallo, Di Donna, Piacente; Iennaco (46’st Inserra), Serrapica, Sibilli S; Sibilli G (34’st D’Auria), Russo, Manco (45’st Perinelli). 

A disp: Uliano, Schiavone, D’Agostino, Pignalosa.  Allen: Turi

FORZA E CORAGGIO (3-4-3): Fincato; Orrei, Mesisca, Sicignano; Geloso, Brogna, Musco, Pagnozzi; D’Addeo (26’st D’Andrea), Russo W, Pisani (40’st Guerrera). 

A disp: Zotti, Di Fede, Cioffi, Rotondi, Laviano.   Allen: Mauro.

Arbitro: Domenico Chianese di Napoli.

Assistenti: Alessandro Imparato e Luigi Spetrillo di Napoli

Ammoniti: D’Addeo (F), Serrapica (S), Sibilli S (S), Pisani (F), Guerrera (F).

Angoli: 3-2; recupero: 0’pt e 40’st; spettatori 50 circa.

 

SANT’ANTONIO ABATE – REAL VICO EQUENSE  2-0

Goals: 10’pt Romano U, 27’st Di Ruocco   

SANT’ANTONIO ABATE: Prete, Attore, Romano A, Carfagno, Galasso, Morella, Cirillo (46’st De Lucia), Di Ruocco, Romano U (37’st Mascolo), Somma (28’st Donnarumma), Ferraioli.

A disp: D’Auria B; Romano P, Navas, D’Amora.  Allen: Baratto.
REAL VICO EQUENSE: Pastena, Savarese (31’st Gozzo), Carminetti, Sorrentino, Albanese, Criscuolo, Carfora, Circiello (35’st Esposito), Balzano, Gaudagnuolo, Banco (16’st Labriola).

A disp: Del Giudice Rapesta, Staiano, De Simone.   Allen: Macera
Arbitro: Giuseppe  Romaniello di Napoli.

Espulsi: st – 20’ Carfora e 34’ Carfagno per doppia ammonizione.

Assistenti: Stefano Esposito (BN) – Fabrizio Salvati (AV).

Angoli: 5-7; Recupero: 1’pt e 8’st.

Note: spettatori 300 circa.

 

ECLANESE – MASSA LUBRENSE  1-0

Goal: 4’pt Ruggiero

ECLANESE: Curcio, Flammia, Memmolo, Bellofatto, Villacaro, Di Falco, Vecchione, Crocetta (17’st Penta), Uva (25’ st Sciarappa), Ruggiero (43’st Squitieri), Buonfiglio.   Allen: Iannuzzi 
MASSA LUBRENSE: Fiorentino, La Monica, Izzo (17’st Iovino), Cuomo (30’st Schettino), Siniscalchi, Amita, Girace, Vinaccia (1’st Castellano), Montaperto, Aiello, Bregolia. Allen: Gargliulo.
Arbitro: Niccolò  Fucci della sezione di Salerno.

Assistenti: Giovanni Autiero e Alessandro Ruocco di Ercolano.

Espulso: 25’st Di Falco (E) per fallo da ultimo uomo.
Note: ammoniti: Sciarappa (E), La Monica e Cuomo (ML). Circa 50 spettatori. 

 

 

 GIUSEPPE SPASIANO

 

 

 

 

I biancazzurri seccano nettamente i beneventani, i vicani ed i massesi in balia degli abatesi e degli eclanesi

 

Costiera sorrentina – Il Sant’Agnello non si ferma e con la Forza e Coraggio continua per la sua strada per arrivare bene al capolinea, mentre perde un demotivato Real Vico ed il Massa non resiste con il fanalino di coda.

Continua imperterrito il cammino della capolista che folgora con tre reti la malcapitata squadra beneventana e tiene a bada il Gragnano che la tallona dietro di due punti. Una partita che gli uomini di mister Turi affrontano con la giusta mentalità e concentrazione ed anche se hanno un uomo come De Stefano fuori per squalifica, riescono a sopperire con l’innesto del centrocampista Rosario De Rosa nel ruolo di terzino destro. Fin dalle prime schermaglie i costieri si portano verso la rete avversaria e Manco al 9’ manca per un soffio la rete e dopo un primo tenta la sortita con Sasà Sibilli che ci prova dalla distanza, ma il portiere Fincato non si fa trovare impreparato e riesce a deviare in corner. La rete del vantaggio non tarda ad arrivare ed  al 19’ Manco che viene liberato in area da un bel colpo di tacco di Russo, trafigge l’estremo giallorosso sul secondo palo. La partita si elettrizza e le occasioni fioccano: 28’ Sibilli S impegna Fincato a pugni; 32’ Iennaco dalla distanza manda al lato di un soffio; 35’ i beneventani tentano con la punizione di Russo W ma Napolitano risponde bene. Il raddoppio è quasi sfiorato al 43’ ma né Manco né Sibilli G approfittano di un’uscita spericolata di Fincato. Poi arriva ad inizio della seconda frazione al 5’: Sibilli S lancia in corridoio per Piacente che controlla e crossa al centro dove Sibilli G gira in rete di testa sottomisura e realizza il suo sesto gol in campionato. Il Sant’Agnello abbassa il ritmo e concede spazio ed occasioni ai sanniti che in tre frangenti sfiorano il gol: al 10’  la traversa ferma il cross di Musco, poi sia al 18’ che al 21’Napolitano con due interventi su Russo W salva il risultato. Il colpo del k.o. arriva nei minuti finali al 41’ con il capitano Russo G, che ben servito da Iennaco, elude l’uscita di Fincato e triplica. Ma l’ultima emozione la da Sibilli S al 49’ con una punizione che è fermato dal palo.

E chi è rimasto al palo e il Real Vico che in quel di Sant’Antonio Abate ha dovuto cedere l’intera posta in palio ai locali e gli azzurroro non sembrano quella squadra vista nel girone di andata che risalirono la china bruciando le tappe. Ma anche se la corsa verso i play off non è compromessa ci vuole una buona svolta, nonostante che si sia dimesso anche il direttore sportivo Guidone. La partita subito si mette bene per gli abatesi che già al 10’ sono in vantaggio con Romano U che in area riceve palla e la mette  nell’angolino alla destra di Pastena, i giallorossi dopo quattro minuti hanno l’occasione per raddoppiare: Carfagno dalla destra crossa, fa velo Romano U per Ferraioli che calcia a botta sicura, ma Pastena blocca. Le due formazioni gestiscono bene la palla ma non affondano più di tanto i colpi, il Real Vico tenta qualche conclusione a rete, ma Prete non deve fare gli straordinari. Per annotare sul taccuino un’azione degli ospiti, bisogna aspettare il 42’, Circiello da ottima posizione e solo davanti a Prete, spara alto e si mangia il goal del possibile pareggio. La seconda frazione e ad andamento lento rispetto alla prima, ma al 20’ arriva l’episodio che cambia il volto alla partita: l’ex Carfora si becca il secondo cartellino giallo per simulazione e lascia i suoi in inferiorità numerica. Ma i costieri non si demoralizzano e cercano la via del pareggio, ma di fronte si trovano un Sant’Antonio che non cede e che al 27’ raddoppia: giocata di Somma B e la palla arriva a Di Ruocco che colpisce al volo ed insacca. La parità numerica in campo poi è ristabilita al 34’ quando Carfagno si becca anche lui il secondo cartellino giallo. I vicani restano nel finale in nove perché Pastena si infortuna ed al 42’, poiché le sostituzioni sono esaurite, Guadagnuolo va in porta.

Chi non va in porta è il Massa che con un  approccio sbagliato perde sul campo del fanalino di coda e gli da fiato che potrebbe sperare di agguantare i play out, dove sono i massesi e che ora vi si sono di più impelagati. La gara subito si sblocca al 4’ per un ingenuo fallo di mano commesso in area da di un difensore ed è calcio di rigore, si incarica della battuta dagli undici metri Ruggiero che non fallisce. La reazione dei nerazzurri è inerme, così i gialloblù sulle ali dell’entusiasmo vanno vicino al raddoppio ancora con Ruggiero che sfiora la traversa con un bel tiro di destro. Cambia il copione nella seconda frazione perché il Massa non resta a guardare e per lo meno rende efficace la sua reazione, riversandosi nella metà campo avversaria alla ricerca del pari. Al 25’ salta fuori l’esperienza di Montaperto che in un contrasto con Di Falco cade in area. Per il l’arbitro Fucci c’è la massima pena e l’espulsione del calciatore gialloblù. Sul dischetto va Breglia ma Curcio non si fa sorprendere perché legge bene e para. L’estremo eclanese salva il risultato e spegne l’ardore dei costieri che ora devono fare dei bei salti se vogliono uscire dalla sabbia mobile dei play out.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA – GIRONE B – 26^ GIORNATA – 9^ RITORNO

 

SANT’AGNELLO – FORZA E CORAGGIO 3-0

Goals:19'pt Manco; 5'st Sibilli G, 41'st Russo (S)

SANT'AGNELLO (4-3-3): Napolitano; De Rosa, Micallo, Di Donna, Piacente; Iennaco (46’st Inserra), Serrapica, Sibilli S; Sibilli G (34’st D’Auria), Russo, Manco (45’st Perinelli). 

A disp: Uliano, Schiavone, D’Agostino, Pignalosa.  Allen: Turi

FORZA E CORAGGIO (3-4-3): Fincato; Orrei, Mesisca, Sicignano; Geloso, Brogna, Musco, Pagnozzi; D'Addeo (26’st D’Andrea), Russo W, Pisani (40’st Guerrera). 

A disp: Zotti, Di Fede, Cioffi, Rotondi, Laviano.   Allen: Mauro.

Arbitro: Domenico Chianese di Napoli.

Assistenti: Alessandro Imparato e Luigi Spetrillo di Napoli

Ammoniti: D’Addeo (F), Serrapica (S), Sibilli S (S), Pisani (F), Guerrera (F).

Angoli: 3-2; recupero: 0’pt e 40’st; spettatori 50 circa.

 

SANT’ANTONIO ABATE – REAL VICO EQUENSE  2-0

Goals: 10’pt Romano U, 27’st Di Ruocco   

SANT’ANTONIO ABATE: Prete, Attore, Romano A, Carfagno, Galasso, Morella, Cirillo (46’st De Lucia), Di Ruocco, Romano U (37’st Mascolo), Somma (28’st Donnarumma), Ferraioli.

A disp: D’Auria B; Romano P, Navas, D’Amora.  Allen: Baratto.
REAL VICO EQUENSE: Pastena, Savarese (31’st Gozzo), Carminetti, Sorrentino, Albanese, Criscuolo, Carfora, Circiello (35’st Esposito), Balzano, Gaudagnuolo, Banco (16’st Labriola).

A disp: Del Giudice Rapesta, Staiano, De Simone.   Allen: Macera
Arbitro: Giuseppe  Romaniello di Napoli.

Espulsi: st – 20’ Carfora e 34’ Carfagno per doppia ammonizione.

Assistenti: Stefano Esposito (BN) – Fabrizio Salvati (AV).

Angoli: 5-7; Recupero: 1’pt e 8’st.

Note: spettatori 300 circa.

 

ECLANESE – MASSA LUBRENSE  1-0

Goal: 4’pt Ruggiero

ECLANESE: Curcio, Flammia, Memmolo, Bellofatto, Villacaro, Di Falco, Vecchione, Crocetta (17’st Penta), Uva (25’ st Sciarappa), Ruggiero (43’st Squitieri), Buonfiglio.   Allen: Iannuzzi 
MASSA LUBRENSE: Fiorentino, La Monica, Izzo (17’st Iovino), Cuomo (30’st Schettino), Siniscalchi, Amita, Girace, Vinaccia (1’st Castellano), Montaperto, Aiello, Bregolia. Allen: Gargliulo.
Arbitro: Niccolò  Fucci della sezione di Salerno.

Assistenti: Giovanni Autiero e Alessandro Ruocco di Ercolano.

Espulso: 25’st Di Falco (E) per fallo da ultimo uomo.
Note: ammoniti: Sciarappa (E), La Monica e Cuomo (ML). Circa 50 spettatori. 

 

 

 GIUSEPPE SPASIANO