Fondazione Ravello. Vuilleumier “Di Martino contradittorio non accetto lezioni da lui, credo in decisione condivisa

0

Bailamme Fondazione Ravello  , domani tocca al Comune di Ravello fare la conferenza stampa pubblica nell’Auditorium Oscar Niemeyer a pochi giorni da quella fatta da Secondo Amalfitano, in una situazione ancora di incertezza dopo le dimissioni di Vuilleumier “Il collegio dei revisori ha visto che i verbali della mia elezione non erano stati trascritti e non potevano verificare la legittimità della mia elezione, e hanno ritenuto che avrebbe dovuto riconvocare il consiglio il precedente presidente, ho preferito dimettermi per non creare danni di immagine al paese , perchè il mio scopo era solo avere un ruolo di garanzia affinchè i soci potessero avere una decisione condivisa per portare sviluppo a Ravello e alla Costiera amalfitana ma anche a tutta Salerno e non solo…Non capisco la posizione di Secondo Amalfitano Io non ho mai ritenuto che ci fossero problemi nella gestione della Fondazione Ravello questo accanimento nei confronti del sindaco che rappresenta tutti i 2500 ravellesi, che sta portando avanti una linea corretta senza offendere nessuno, io sono un ottimista di natura, io continuo nella condizione di fare bene per tutti..A Salvatore Di Martino non rispondo, non accetto lezioni di correttezza, ho rifiutato di essere eletto il 24 gennaio proprio cercando di trovare la condivisione, se volevo mettere lo sgambetto a Brunetta mi sarei comportato diversamente, potrei dire che in tre anni Di Martino è stato poco presente nel consiglio di indirizzo, è stato contro la cittadinanza onorario a Brunetta, si è dimesso quando la Regione Campania ha dato Palazzo Episcopio alla Fondazione, sta avendo dei comportamenti contradittori, non accetto lezioni di correttezze e lealtà da nessuno..La Regione Campania che vuole ritirare i fondi, c’è una grande confusione, probabilmente ci sono stati dei toni oltre i limiti, ci sono state delle incomprensioni che hanno portato ad affermare alcune cose dai toni molto forti, ma credo che ci sia sempre la possibilità di allacciare e di unire , ci credo ancora fortemente” 

Bailamme Fondazione Ravello  , domani tocca al Comune di Ravello fare la conferenza stampa pubblica nell'Auditorium Oscar Niemeyer a pochi giorni da quella fatta da Secondo Amalfitano, in una situazione ancora di incertezza dopo le dimissioni di Vuilleumier "Il collegio dei revisori ha visto che i verbali della mia elezione non erano stati trascritti e non potevano verificare la legittimità della mia elezione, e hanno ritenuto che avrebbe dovuto riconvocare il consiglio il precedente presidente, ho preferito dimettermi per non creare danni di immagine al paese , perchè il mio scopo era solo avere un ruolo di garanzia affinchè i soci potessero avere una decisione condivisa per portare sviluppo a Ravello e alla Costiera amalfitana ma anche a tutta Salerno e non solo…Non capisco la posizione di Secondo Amalfitano Io non ho mai ritenuto che ci fossero problemi nella gestione della Fondazione Ravello questo accanimento nei confronti del sindaco che rappresenta tutti i 2500 ravellesi, che sta portando avanti una linea corretta senza offendere nessuno, io sono un ottimista di natura, io continuo nella condizione di fare bene per tutti..A Salvatore Di Martino non rispondo, non accetto lezioni di correttezza, ho rifiutato di essere eletto il 24 gennaio proprio cercando di trovare la condivisione, se volevo mettere lo sgambetto a Brunetta mi sarei comportato diversamente, potrei dire che in tre anni Di Martino è stato poco presente nel consiglio di indirizzo, è stato contro la cittadinanza onorario a Brunetta, si è dimesso quando la Regione Campania ha dato Palazzo Episcopio alla Fondazione, sta avendo dei comportamenti contradittori, non accetto lezioni di correttezze e lealtà da nessuno..La Regione Campania che vuole ritirare i fondi, c'è una grande confusione, probabilmente ci sono stati dei toni oltre i limiti, ci sono state delle incomprensioni che hanno portato ad affermare alcune cose dai toni molto forti, ma credo che ci sia sempre la possibilità di allacciare e di unire , ci credo ancora fortemente" 

Lascia una risposta