LA POLIZIA SMANTELLA A SCAMPIA UN’ALTRA PIAZZA DI SPACCIO

0

14/08/2010 Incessanti i controlli degli agenti del Commissariato di Polizia “Scampia”, volti al contrasto delle “piazze di spaccio” nel quartiere che, nella giornata di ieri, hanno portato all’arresto di uno spacciatore, nonchè al sequestro di circa 500 dosi di stupefacente.
All’interno dell’edilizia popolare, denominata lotto P, in Viale della Resistenza, abilmente, i poliziotti sono riusciti ad eludere le numerose “vedette”, poste a protezione della “piazza di spaccio”, documentando il modus operandi dello “spacciatore di turno”.
Il giovane, poi identificato per Giovanni IANNICELLI GALLOTTA, di 30 anni, attraverso un secchio in plastica, con funzione di paniere, calato dal corridoio dell’isolato 11, posto a 4 metri in alto rispetto la strada, dopo aver ricevuto il denaro, consegnava agli acquirenti, con lo stesso mezzo, dosi di “marijuana” e “hashish”. Gli agenti, dopo aver assistito a numerosi scambi, hanno notato il giovane dirigersi nel corridoio dello stabile, sino a raggiungere il vano motore di un condizionatore, poi rivelatosi finto, dal quale prelevava delle buste, contenenti numerose dosi di stupefacente, pronte per la vendita.
L’immediato intervento dei poliziotti ha consentito di bloccare lo spacciatore, nonostante questi fosse stato avvisato a gran voce dalle “vedette”, della presenza della Polizia, tentando così una vana fuga.
Lo spacciatore è stato trovato in possesso di una busta in plastica, del tipo utilizzato per la spesa, contenente numerosissime dosi di “marijuana” e “hashish” oltre alla somma di € 1.304,50, sicuro provento della vendita di droga effettuata nel primo pomeriggio.
Da un controllo al vano motore del finto condizionatore, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato moltissime dosi di stupefacente pronte per essere spacciate.
I poliziotti hanno sequestrato circa 500 dosi di droga, per un peso complessivo che si aggira intorno ai 700 grammi. Il giovane è stato condotto al carcere di Poggioreale.

telecaprinews                                        inserisce Michele Pappacoda 

Lascia una risposta