Santa Sede e Vaticano: a Papa Francesco Bergoglio Vescovo di Roma e Pontefice della Chiesa Cattolica

0

Regione Campania e provincia di Salerno

Lettera gioiosa e aperta

Caro Santo Padre chi Le scrive è il vostro servitore Cav. Attilio De Lisa di Sanza della Diocesi di Teggiano-Policastro (nella meraviglia del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni) rivolto sempre verso il Bene (dipendente di ruolo dell’A.S.L. Salerno presso la Direzione Sanitaria del P.O. di Sapri all’Ufficio gestione delle Attività Ambulatoriali e Referente del Governo delle Agende dello stesso Immacolata) ed è lieto di annunciare la sua gioia verso Gesù Cristo e la S.V. come Vescovo della Diocesi di Roma e Pontefice della Chiesa Cattolica,soprattutto dopo i saluti scritti ricevuti da parte di tutto il Vaticano insieme alla Benedizione Apostolica di Sua Santità e precisamente il 13 novembre 2013 oltre già da prima da Benedetto XVI Ratzinger tramite l’incaricato Mons. Peter Brian Wells della Segreteria dello Stato Vaticano e che ringrazio vivamente e di cuore ad entrambi i Pontefici.
La ringrazio enormemente anche per la grande disponibilità che ho ricevuto e sto ricevendo e quindi vuol dire che la mia Fede Cristiana praticante è apprezzata sia a livello locale e dal Vescovo di riferimento Mons. Antonio De Luca (come pure verso chi lo ha preceduto) insieme alla Curia Diocesana che a livello Regionale dalla Diocesi di Napoli e Card. Crescenzio Sepe ed oltre ed è questo che mi da la carica giusta per andare avanti.
Inoltre ricordo che il 5 novembre 2014 e insieme ai miei figli Rocco e Vincenzo e mio fratello Fiore di San Rufo,mi avete onorato di essere ricevuto in Piazza San Pietro all’Udienza Generale passando da Porta Sant’Anna in vista delle guardie svizzere e avvicinarmi a Sua Santità insieme ai vostri connazionali argentini dandomi una gioia immensa ed unica della mia vita oltre alla mia Famiglia Cristiana,Gesù e Chiesa Cattolica (ringraziando anche il vostro Cerimoniere Mons. Guillermo Javier Karcher).
Infine da cattolico cristiano praticante (con i Valori di Pace,Amore,Fede,Speranza,Carità,Giustizia, Sincerità,Compassione,Sensibilità,Comprensione,Bontà,Sopportazione,Famiglia Cristiana,Legalità e Trasparenza) un saluto affettuoso e vicinanza alla Conferenza Episcopale Italiana (CEI) compreso il Presidente Card. Angelo Bagnasco Arcivescovo di Genova,alla Segreteria dello Stato Vaticano compreso il Segretario S. Em. Card. Pietro Parolin,la Nunziatura Apostolica in Italia,all’Opus Day,alla Caritas,all’UNITALSI,ad altre Associazioni Religiose di Volontariato e non,agli Ordini dei Cavalieri Templari Pontifici e non come l’Ordine dei Cavalieri Templari “Ugone dei Pagani” appartenente (di cui Le ho messo nelle vostre mani il rito religioso insieme) e di Malta oltre la stima alla Presidenza della Repubblica e Sergio Mattarella di Palermo insieme al Presidente emerito Giorgio Napolitano di Napoli,alla Sanità,all’Istruzione,alla Corte Costituzionale e C.S.M.,alla Procura,alla Prefettura,alle Forze Armate,ai Sindacati e alla Politica Campana e Italiana.Regione Campania e provincia di Salerno

Lettera gioiosa e aperta

Caro Santo Padre chi Le scrive è il vostro servitore Cav. Attilio De Lisa di Sanza della Diocesi di Teggiano-Policastro (nella meraviglia del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni) rivolto sempre verso il Bene (dipendente di ruolo dell’A.S.L. Salerno presso la Direzione Sanitaria del P.O. di Sapri all’Ufficio gestione delle Attività Ambulatoriali e Referente del Governo delle Agende dello stesso Immacolata) ed è lieto di annunciare la sua gioia verso Gesù Cristo e la S.V. come Vescovo della Diocesi di Roma e Pontefice della Chiesa Cattolica,soprattutto dopo i saluti scritti ricevuti da parte di tutto il Vaticano insieme alla Benedizione Apostolica di Sua Santità e precisamente il 13 novembre 2013 oltre già da prima da Benedetto XVI Ratzinger tramite l’incaricato Mons. Peter Brian Wells della Segreteria dello Stato Vaticano e che ringrazio vivamente e di cuore ad entrambi i Pontefici.
La ringrazio enormemente anche per la grande disponibilità che ho ricevuto e sto ricevendo e quindi vuol dire che la mia Fede Cristiana praticante è apprezzata sia a livello locale e dal Vescovo di riferimento Mons. Antonio De Luca (come pure verso chi lo ha preceduto) insieme alla Curia Diocesana che a livello Regionale dalla Diocesi di Napoli e Card. Crescenzio Sepe ed oltre ed è questo che mi da la carica giusta per andare avanti.
Inoltre ricordo che il 5 novembre 2014 e insieme ai miei figli Rocco e Vincenzo e mio fratello Fiore di San Rufo,mi avete onorato di essere ricevuto in Piazza San Pietro all’Udienza Generale passando da Porta Sant’Anna in vista delle guardie svizzere e avvicinarmi a Sua Santità insieme ai vostri connazionali argentini dandomi una gioia immensa ed unica della mia vita oltre alla mia Famiglia Cristiana,Gesù e Chiesa Cattolica (ringraziando anche il vostro Cerimoniere Mons. Guillermo Javier Karcher).
Infine da cattolico cristiano praticante (con i Valori di Pace,Amore,Fede,Speranza,Carità,Giustizia, Sincerità,Compassione,Sensibilità,Comprensione,Bontà,Sopportazione,Famiglia Cristiana,Legalità e Trasparenza) un saluto affettuoso e vicinanza alla Conferenza Episcopale Italiana (CEI) compreso il Presidente Card. Angelo Bagnasco Arcivescovo di Genova,alla Segreteria dello Stato Vaticano compreso il Segretario S. Em. Card. Pietro Parolin,la Nunziatura Apostolica in Italia,all’Opus Day,alla Caritas,all’UNITALSI,ad altre Associazioni Religiose di Volontariato e non,agli Ordini dei Cavalieri Templari Pontifici e non come l’Ordine dei Cavalieri Templari “Ugone dei Pagani” appartenente (di cui Le ho messo nelle vostre mani il rito religioso insieme) e di Malta oltre la stima alla Presidenza della Repubblica e Sergio Mattarella di Palermo insieme al Presidente emerito Giorgio Napolitano di Napoli,alla Sanità,all’Istruzione,alla Corte Costituzionale e C.S.M.,alla Procura,alla Prefettura,alle Forze Armate,ai Sindacati e alla Politica Campana e Italiana.

Lascia una risposta