Napoli. MADRE. I Giovedì di Lucio Amelio.

0

19 febbraio 2015
I Giovedì di Lucio Amelio
giovedì 19 febbraio
dalle ore 18:00 alle ore 02:00
I Giovedì di Lucio Amelio

In omaggio a Lucio Amelio, a cui il MADRE dedica (fino al 9 marzo 2015) la mostra in corso Lucio Amelio. Dalla Modern Art Agency alla genesi di Terrae Motus (1965-1982) Documenti, opere, una storia…, il museo propone al pubblico I Giovedì di Lucio Amelio. Anche in occasione del secondo appuntamento, giovedì 19 febbraio, sarà proposto un doppio programma, sempre a ingresso gratuito.

Lettere a Lucio Amelio (ore 18:00, terzo piano), una visita guidata gratuita ispirata dalle corrispondenze tra Amelio e artisti, collezionisti, galleristi, critici, istituzioni culturali napoletane e internazionali.

CityHall@MADRE (dalle ore 21:00 alle ore 2:00, primo piano, Sala delle Colonne), una serata musicale che evoca l’atmosfera del famoso locale napoletano, il City Hall, crocevia di artisti internazionali, e memorabile luogo dell’incontro, organizzato da Amelio il 1 aprile 1980, tra Andy Warhol e Joseph Beuys.  

 

 

Programma: giovedì 19 febbraio
Ore 18:00
Lettere a Lucio Amelio
Terzo Piano

Visita Reading con lettura di una selezione di alcune delle lettere e dei documenti in mostra: dalle lettere datate tra il 1967 e il 1968 che documentano il rapporto del gallerista con Lucio Fontana, autore delle ben note opere Attese e Concetti spaziali fino alla collezione di lettere indirizzate a Lucio Amelio, nelle quali l’artista James Lee Byars scrive a proposito di un progetto per Palazzo Reale a Napoli.

Partecipazione gratuita.
Prenotazione consigliata 081 193 13 016

Dalle ore 21:00 alle ore 02:00
CityHall@MADRE
Primo Piano, Sala delle Colonne

Il ricordo degli artisti che hanno esposto da Lucio Amelio, pescando negli archivi foto-cinematografici di Mario Franco e sonorizzandoli con musiche d’epoca, si trasforma in un omaggio affettuoso e festoso (ricordando la festa del City Hall per l’incontro Beuys-Warhol), occasione non ufficiale, ma rigorosa, che si affianca e si integra con materiali inediti alla mostra del Madre. L’importanza che Lucio Amelio ebbe nell’aggiornamento delle iniziative artistiche e culturali di Napoli è stato fondamentale. Amelio fu il catalizzatore, l’interprete e la risposta concreta di una serie di esperienze e desideri di avanguardia che in quegli anni riguardavano non solo le arti figurative ma anche il cinema, il teatro, la musica. I filmati inediti ritraggono Joseph Beuys durante l’occupazione dell’Accademia di Düsseldorf e Andy Warhol nella sua Factory, dagli anni degli esordi fino alla sua morte prematura (e non manca l’omaggio a Napoli del padre della Pop Art, con la serie dei “Vesuvius”). Altri artisti come Jannis Kounellis, Cy Tombly, Robert Mapplethorpe, Keith Haring, Nino Longobardi, Carlo Alfano, Ernesto Tatafiore completano la visione dei documenti mixati da Mario Franco in una sintesi video che intende offrire una significativa rievocazione degli anni 70 e 80 di Amelio. La serata proseguirà con il dj set RESI.DUO, un progetto di musica elettronica formato dal duo di dj e producer napoletani Giovanni Napolano e Francesco Morfini. Chiude DOMAEX – Domenico Giordano – un dj e producer napoletano che, influenzato da sound mistici e psichedelici, realizza dj set sensibili alle nuove tendenze elettroniche di matrice deep house, techno e tech house.

Ingresso gratuito

 

 

19 febbraio 2015
I Giovedì di Lucio Amelio
giovedì 19 febbraio
dalle ore 18:00 alle ore 02:00
I Giovedì di Lucio Amelio

In omaggio a Lucio Amelio, a cui il MADRE dedica (fino al 9 marzo 2015) la mostra in corso Lucio Amelio. Dalla Modern Art Agency alla genesi di Terrae Motus (1965-1982) Documenti, opere, una storia…, il museo propone al pubblico I Giovedì di Lucio Amelio. Anche in occasione del secondo appuntamento, giovedì 19 febbraio, sarà proposto un doppio programma, sempre a ingresso gratuito.

Lettere a Lucio Amelio (ore 18:00, terzo piano), una visita guidata gratuita ispirata dalle corrispondenze tra Amelio e artisti, collezionisti, galleristi, critici, istituzioni culturali napoletane e internazionali.

CityHall@MADRE (dalle ore 21:00 alle ore 2:00, primo piano, Sala delle Colonne), una serata musicale che evoca l'atmosfera del famoso locale napoletano, il City Hall, crocevia di artisti internazionali, e memorabile luogo dell'incontro, organizzato da Amelio il 1 aprile 1980, tra Andy Warhol e Joseph Beuys.  

 

 

Programma: giovedì 19 febbraio
Ore 18:00
Lettere a Lucio Amelio
Terzo Piano

Visita Reading con lettura di una selezione di alcune delle lettere e dei documenti in mostra: dalle lettere datate tra il 1967 e il 1968 che documentano il rapporto del gallerista con Lucio Fontana, autore delle ben note opere Attese e Concetti spaziali fino alla collezione di lettere indirizzate a Lucio Amelio, nelle quali l'artista James Lee Byars scrive a proposito di un progetto per Palazzo Reale a Napoli.

Partecipazione gratuita.
Prenotazione consigliata 081 193 13 016

Dalle ore 21:00 alle ore 02:00
CityHall@MADRE
Primo Piano, Sala delle Colonne

Il ricordo degli artisti che hanno esposto da Lucio Amelio, pescando negli archivi foto-cinematografici di Mario Franco e sonorizzandoli con musiche d'epoca, si trasforma in un omaggio affettuoso e festoso (ricordando la festa del City Hall per l'incontro Beuys-Warhol), occasione non ufficiale, ma rigorosa, che si affianca e si integra con materiali inediti alla mostra del Madre. L'importanza che Lucio Amelio ebbe nell'aggiornamento delle iniziative artistiche e culturali di Napoli è stato fondamentale. Amelio fu il catalizzatore, l'interprete e la risposta concreta di una serie di esperienze e desideri di avanguardia che in quegli anni riguardavano non solo le arti figurative ma anche il cinema, il teatro, la musica. I filmati inediti ritraggono Joseph Beuys durante l'occupazione dell'Accademia di Düsseldorf e Andy Warhol nella sua Factory, dagli anni degli esordi fino alla sua morte prematura (e non manca l'omaggio a Napoli del padre della Pop Art, con la serie dei "Vesuvius"). Altri artisti come Jannis Kounellis, Cy Tombly, Robert Mapplethorpe, Keith Haring, Nino Longobardi, Carlo Alfano, Ernesto Tatafiore completano la visione dei documenti mixati da Mario Franco in una sintesi video che intende offrire una significativa rievocazione degli anni 70 e 80 di Amelio. La serata proseguirà con il dj set RESI.DUO, un progetto di musica elettronica formato dal duo di dj e producer napoletani Giovanni Napolano e Francesco Morfini. Chiude DOMAEX – Domenico Giordano – un dj e producer napoletano che, influenzato da sound mistici e psichedelici, realizza dj set sensibili alle nuove tendenze elettroniche di matrice deep house, techno e tech house.

Ingresso gratuito