Arrestato 65enne salernitano per stalking e minacce aggravate in danno direzione filiale Monti Paschi di Siena

0

Alle ore 08.00 circa di ieri, i poliziotti della Sezione Volanti della Questura di Salerno sono intervenuti presso la filiale del Monte dei Paschi di Siena, ubicata nel quartiere Fratte di Salerno, dove un uomo aveva posizionato, in prossimità dell’ingresso, 3 contenitori di gas e brandendo un martello inveiva contro i dipendenti della banca che si apprestavano a entrare per iniziare l’attività lavorativa.

L’immediato intervento sul posto delle volanti della Polizia di Stato, a seguito della segnalazione pervenuta al “113”, ha impedito che l’uomo potesse andare oltre le minacce evitando più gravi conseguenze per la sicurezza e l’incolumità pubblica.

Gli agenti hanno contestualmente provveduto a mettere in sicurezza i luoghi rimuovendo i contenitori di gas, poi risultati vuoti.

L’uomo, salernitano 65enne, è stato bloccato ed identificato ed i poliziotti hanno accertato che da tempo minacciava di porre in essere un’azione lesiva ai danni dei funzionari della filiale del Monte Paschi di Siena, responsabili a suo dire di aver rifiutato la sua richiesta di accedere ad uno strumento finanziario per ottenere l’erogazione di una carta di credito.

Il 65enne, per raggiungere il proprio scopo, realizzava dei veri e propri atti persecutori ai danni della direzione e in varie occasioni affermava di voler collocare delle bombole di gas all’interno della banca.

Al termine della circostanziata raccolta di elementi probatori, i poliziotti, previ accordi con il P.M. di turno, hanno arrestato il 65enne in quanto ritenuto responsabile dei reati di stalking, minaccia aggravata e possesso ingiustificato di arnesi atti ad offendere.

Così come disposto dalla competente A.G., l’arrestato è stato  temporaneamente collocato in regime degli arresti domiciliari nelle more della successiva convalida della misura restrittiva.

Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio effettuati dal personale della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Campania, i poliziotti hanno controllato, in Via Vecchia di Casaroma a Salerno, un’autovettura con alla guida un giovane, trovando occultato nel vano portaoggetti un grosso coltello con lama lunga 16 cm che è stato sequestrato. Il giovane, salernitano 35enne, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per possesso ingiustificato di arma bianca.

Nel corso di un altro intervento gli agenti della Polizia di Stato hanno controllato, nei pressi dello Stadio Vestuti di Salerno, due  cittadini, un rumeno di anni 36 e una donna italiana di anni 45, risultati entrambi inosservanti del foglio di via obbligatorio già emesso nei loro confronti dal Questore di Salerno con divieto di far ritorno a Salerno per tre anni. Per tale motivo i due sono stati denunciati in stato di libertà.

Alle ore 08.00 circa di ieri, i poliziotti della Sezione Volanti della Questura di Salerno sono intervenuti presso la filiale del Monte dei Paschi di Siena, ubicata nel quartiere Fratte di Salerno, dove un uomo aveva posizionato, in prossimità dell’ingresso, 3 contenitori di gas e brandendo un martello inveiva contro i dipendenti della banca che si apprestavano a entrare per iniziare l’attività lavorativa.

L’immediato intervento sul posto delle volanti della Polizia di Stato, a seguito della segnalazione pervenuta al “113”, ha impedito che l’uomo potesse andare oltre le minacce evitando più gravi conseguenze per la sicurezza e l’incolumità pubblica.

Gli agenti hanno contestualmente provveduto a mettere in sicurezza i luoghi rimuovendo i contenitori di gas, poi risultati vuoti.

L’uomo, salernitano 65enne, è stato bloccato ed identificato ed i poliziotti hanno accertato che da tempo minacciava di porre in essere un’azione lesiva ai danni dei funzionari della filiale del Monte Paschi di Siena, responsabili a suo dire di aver rifiutato la sua richiesta di accedere ad uno strumento finanziario per ottenere l’erogazione di una carta di credito.

Il 65enne, per raggiungere il proprio scopo, realizzava dei veri e propri atti persecutori ai danni della direzione e in varie occasioni affermava di voler collocare delle bombole di gas all’interno della banca.

Al termine della circostanziata raccolta di elementi probatori, i poliziotti, previ accordi con il P.M. di turno, hanno arrestato il 65enne in quanto ritenuto responsabile dei reati di stalking, minaccia aggravata e possesso ingiustificato di arnesi atti ad offendere.

Così come disposto dalla competente A.G., l’arrestato è stato  temporaneamente collocato in regime degli arresti domiciliari nelle more della successiva convalida della misura restrittiva.

Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio effettuati dal personale della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine Campania, i poliziotti hanno controllato, in Via Vecchia di Casaroma a Salerno, un’autovettura con alla guida un giovane, trovando occultato nel vano portaoggetti un grosso coltello con lama lunga 16 cm che è stato sequestrato. Il giovane, salernitano 35enne, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per possesso ingiustificato di arma bianca.

Nel corso di un altro intervento gli agenti della Polizia di Stato hanno controllato, nei pressi dello Stadio Vestuti di Salerno, due  cittadini, un rumeno di anni 36 e una donna italiana di anni 45, risultati entrambi inosservanti del foglio di via obbligatorio già emesso nei loro confronti dal Questore di Salerno con divieto di far ritorno a Salerno per tre anni. Per tale motivo i due sono stati denunciati in stato di libertà.