TREVISO Non era presente l’avvocato: il risultato dell’alcoltest non vale

0

TREVISO – Non vale l’alcoltest eseguito senza la presenza dell’avvocato dell’automobilista fermato. Per mettere la parola fine alla controversia degli accertamenti con l’alcoltest è però servita una sentenza della Cassazione a sezioni riunite. I giudici del Palazzaccio – bocciando il ricorso della Procura d’appello di Venezia contro l’assoluzione di un automobilista di Vittorio Veneto pescato al volante con un tasso alcolico vicino ai 2 g/l (ben 4 volte superiore al limite) – hanno stabilito una volta per tutte che l’automobilista, essendo l’alcoltest un accertamento unico e irripetibile, ha il diritto d’essere assistito da un legale.

La Cassazione, sposando le tesi della difesa già ritenute fondate dal giudice di primo grado, ha così confermato l’assoluzione dell’automobilista, sebbene l’alcoltest lo avesse inchiodato, annullando sospensione di patente e ammenda di 23.500 euro.

di Roberto Ortolan il GazzettinoTREVISO – Non vale l’alcoltest eseguito senza la presenza dell’avvocato dell’automobilista fermato. Per mettere la parola fine alla controversia degli accertamenti con l’alcoltest è però servita una sentenza della Cassazione a sezioni riunite. I giudici del Palazzaccio – bocciando il ricorso della Procura d’appello di Venezia contro l’assoluzione di un automobilista di Vittorio Veneto pescato al volante con un tasso alcolico vicino ai 2 g/l (ben 4 volte superiore al limite) – hanno stabilito una volta per tutte che l’automobilista, essendo l’alcoltest un accertamento unico e irripetibile, ha il diritto d’essere assistito da un legale.

La Cassazione, sposando le tesi della difesa già ritenute fondate dal giudice di primo grado, ha così confermato l’assoluzione dell’automobilista, sebbene l’alcoltest lo avesse inchiodato, annullando sospensione di patente e ammenda di 23.500 euro.

di Roberto Ortolan il Gazzettino

Lascia una risposta