Casa a Montecarlo, il Giornale: "Ecco le prove contro Fini"

0

Il quotidiano mostra le ricevute con cui Elisabetta Tulliani avrebbe pagato i mobili per l’appartamento monegasco. La nuova puntata dell’inchiesta all’indomani dell’annucio di querela da parte del presidente della Camera.

“Lui querela noi mostriamo le prove”. Così il Giornale risponde al presidente della Camera, che ha definito “delirio diffamatorio” la ricostruzione del quotidiano diretto da Vittorio Feltri, secondo cui Fini avrebbe scelto personalmente, con la compagnia Elisabetta Tulliani, i mobili per la ormai famosa casa di Montecarlo.

Il quotidiano mostra copie di ricevute che risalgono a gennaio 2010 e che attestano il pagamento di una cucina da 4.523 euro da parte di Elisabetta Tulliani. Secondo il racconto di un dipendente di un mobilificio sulla via Aurelia a Roma, poi, Fini ed Elisabetta Tulliani avrebbero fatto l’acquisto insieme e dicevano di dover spedire i mobili all’estero.

L’inchiesta del Giornale è ripresa anche da Libero: “Fini nega, ma c’è la ricevuta”,
e dal Tempo: “Dopo gli immobili spuntano i mobili”. I mobili incriminati anche sulla prima pagina del Fatto che titola “Fini a Montecarlo, la partita si gioca in cucina”, ma che riporta la testimonianza di Paolo Spano Castellucci, responsabile del mobilificio cui si sarebbe rivolto Fini, che dice: “Non abbiamo portato i mobili all’estero”.

Skytg24ore                                                                         inserito da Michele Pappacoda