Cilento, enti, associazioni, commercianti all’Expo di Milano, una Pro Loco dice

0

Usare il ciuccio, anche per i turisti in arrivo… migliora l’ecosistema ambientale; di questi tempi, visto le strade (disastrate) del Cilento, non è  la solita battutina ridicola. Una Pro Loco, molto attiva quella di Ortodonico (Montecortice) si interroga sul fatto di come enti e associazioni del Cilento che saranno all’Expo prossimo di Milano., Lo fa con una lettera aperta…  Giovanni Farzati

La lettera della Pro Loco Ortodonico – Chi mi spiega una cosa??? Sono ignorante ed ho studiato poco, non conosco certi meccanismi. E’ da un pò di tempo che leggo qua e la di enti, associazioni e commercianti cilentani che si vantano che saranno all’expò di Milano…..
 Ma non riesco proprio a spiegarmi come fanno a presentare il Cilento, ognuno per i c…. propri, senza mettersi d’accordo su di un programma comune. Al posto di far venire la fine del mondo per lo schifo di accoglienza turistica che daremo ai nostri visitatori che solo per arrivare da noi ci metteranno una vita e mezza….magari tutti contenti di chissà quante belle “bufale” ,non quelle del latte, gli faremo imboccare a Milano. Ma dove vogliamo andare non lo so proprio sempre di più isolati e divisi. Mhaa!!! Turismo rurale???? Una barzelletta.

Usare il ciuccio, anche per i turisti in arrivo… migliora l'ecosistema ambientale; di questi tempi, visto le strade (disastrate) del Cilento, non è  la solita battutina ridicola. Una Pro Loco, molto attiva quella di Ortodonico (Montecortice) si interroga sul fatto di come enti e associazioni del Cilento che saranno all'Expo prossimo di Milano., Lo fa con una lettera aperta…  Giovanni Farzati

La lettera della Pro Loco Ortodonico – Chi mi spiega una cosa??? Sono ignorante ed ho studiato poco, non conosco certi meccanismi. E' da un pò di tempo che leggo qua e la di enti, associazioni e commercianti cilentani che si vantano che saranno all'expò di Milano…..
 Ma non riesco proprio a spiegarmi come fanno a presentare il Cilento, ognuno per i c…. propri, senza mettersi d'accordo su di un programma comune. Al posto di far venire la fine del mondo per lo schifo di accoglienza turistica che daremo ai nostri visitatori che solo per arrivare da noi ci metteranno una vita e mezza….magari tutti contenti di chissà quante belle "bufale" ,non quelle del latte, gli faremo imboccare a Milano. Ma dove vogliamo andare non lo so proprio sempre di più isolati e divisi. Mhaa!!! Turismo rurale???? Una barzelletta.