Amalfi – Agerola strada chiusa per frana lavori di bonifica. Domani riunione per la SITA

0

Amalfi – Agerola strada chiusa per frana lavori di bonifica . Una giornata campale oggi con la strada chiusa per Agerola da Amalfi e dall’altro lato chiusa per Positano . Con difficoltà organizzative anche per l’Anas, che inizialmente a Positano aveva indicato come percorso alternativo Agerola che era chiuso.Stanno cominciando i lavori di bonifica a cura della  Domina S.r.l. di Maiori sta affrontando subito i lavori ,  Il problema è per gli studenti. La SITA dovrà rivoluzionare gli orari con due tratti interrotti, quelli per Sorrento e quello per Agerola, mentre per Sorrento gli studenti positanesi e di Praiano dovranno arrangiarsi perchè la SITA non andrà oltre Positano, da Agerola e Furore cercano di organizzarsi e per domani mattina il sindaco Raffaele Ferraioli ha convocato una riunione al Comune di Conca dei Marini fra i vari comuni interessati e la provincia di Salerno proprietaria della strada con la SITA. , 

Ci vuole poco per capire che la chiusura della SP ex SS 366 “di Agerola”, disposta dalla Provincia di Salerno a seguito della caduta di massi in località Vottara, crea una situazione di grandissimo disagio per la popolazione e in particolare, per i lavoratori pendolari e per gli studenti di Agerola e di Furore, frequentanti le Scuole Superiori di Amalfi.

Il Sindaco Ferraioli, ha convocato per domani una riunione organizzativa presso la Casa Comunale di Conca dei Marini, al fine di concordare tutte le azioni più utili per una pronta riapertura dell’importante arteria e nel contempo per esaminare le possibili alternative per il ripristino, sia pure in condizioni di emergenza, del trasporto pubblico Sita.

A tale incontro sono stati invitati a partecipare il Commissario Prefettizio del Comune di Amalfi, competente per territorio, i Sindaci di Agerola e Conca dei Marini, il Presidente della Provincia di Salerno e il Dirigente della Sita. In attesa delle decisioni che si andranno ad adottare domani, il Sindaco di Furore ha disposto l’organizzazione autonoma del trasporto scolastico con l’utilizzo dello scuolabus comunale. Tale servizio prevede il trasferimento interno da e per la località Portella, con un tratto a piedi da e per il Fiordo e
l’accesso agli autobus dell’autolinea SITA Positano/Amalfi.

Il servizio è gratuito, riservato agli alunni residenti a Furore frequentanti le scuole di Amalfi. “Non consentiremo il solito palleggio di responsabilità, tristemente registratosi negli ultimi tempi in occasioni analoghe e saremo vigili”, afferma Ferraioli, “affinché i lavori di stabilizzazione del costone interessato, vengano iniziati e completati con il rito della somma urgenza, in tempi quanto più brevi è
possibile. La situazione venutasi a creare scopre, ammesso che ce ne sia ancora bisogno, l’assoluta precarietà del sistema di mobilità del nostro territorio.

Un problema annoso, mai affrontato con la dovuta determinazione. E’ tempo di uscire dalle emergenze e di programmare seriamente le soluzioni più idonee a rimuovere gli ostacoli che da sempre condizionano la vita delle nostre comunità.”

Amalfi – Agerola strada chiusa per frana lavori di bonifica . Una giornata campale oggi con la strada chiusa per Agerola da Amalfi e dall'altro lato chiusa per Positano . Con difficoltà organizzative anche per l'Anas, che inizialmente a Positano aveva indicato come percorso alternativo Agerola che era chiuso.Stanno cominciando i lavori di bonifica a cura della  Domina S.r.l. di Maiori sta affrontando subito i lavori ,  Il problema è per gli studenti. La SITA dovrà rivoluzionare gli orari con due tratti interrotti, quelli per Sorrento e quello per Agerola, mentre per Sorrento gli studenti positanesi e di Praiano dovranno arrangiarsi perchè la SITA non andrà oltre Positano, da Agerola e Furore cercano di organizzarsi e per domani mattina il sindaco Raffaele Ferraioli ha convocato una riunione al Comune di Conca dei Marini fra i vari comuni interessati e la provincia di Salerno proprietaria della strada con la SITA. , 

Ci vuole poco per capire che la chiusura della SP ex SS 366 “di Agerola”, disposta dalla Provincia di Salerno a seguito della caduta di massi in località Vottara, crea una situazione di grandissimo disagio per la popolazione e in particolare, per i lavoratori pendolari e per gli studenti di Agerola e di Furore, frequentanti le Scuole Superiori di Amalfi.

Il Sindaco Ferraioli, ha convocato per domani una riunione organizzativa presso la Casa Comunale di Conca dei Marini, al fine di concordare tutte le azioni più utili per una pronta riapertura dell’importante arteria e nel contempo per esaminare le possibili alternative per il ripristino, sia pure in condizioni di emergenza, del trasporto pubblico Sita.

A tale incontro sono stati invitati a partecipare il Commissario Prefettizio del Comune di Amalfi, competente per territorio, i Sindaci di Agerola e Conca dei Marini, il Presidente della Provincia di Salerno e il Dirigente della Sita. In attesa delle decisioni che si andranno ad adottare domani, il Sindaco di Furore ha disposto l’organizzazione autonoma del trasporto scolastico con l’utilizzo dello scuolabus comunale. Tale servizio prevede il trasferimento interno da e per la località Portella, con un tratto a piedi da e per il Fiordo e
l’accesso agli autobus dell’autolinea SITA Positano/Amalfi.

Il servizio è gratuito, riservato agli alunni residenti a Furore frequentanti le scuole di Amalfi. “Non consentiremo il solito palleggio di responsabilità, tristemente registratosi negli ultimi tempi in occasioni analoghe e saremo vigili”, afferma Ferraioli, “affinché i lavori di stabilizzazione del costone interessato, vengano iniziati e completati con il rito della somma urgenza, in tempi quanto più brevi è
possibile. La situazione venutasi a creare scopre, ammesso che ce ne sia ancora bisogno, l’assoluta precarietà del sistema di mobilità del nostro territorio.

Un problema annoso, mai affrontato con la dovuta determinazione. E’ tempo di uscire dalle emergenze e di programmare seriamente le soluzioni più idonee a rimuovere gli ostacoli che da sempre condizionano la vita delle nostre comunità.”

Lascia una risposta