Massa Lubrense. Un parco giochi per i bambini del borgo di Monticchio

0

Massa Lubrense. Il borgo di Monticchio avrà il suo parco giochi. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Leone Gargiulo ha avviato i lavori per realizzare la struttura con una spesa di circa 35mila euro. Il parco giochi sorgerà su un’area di 360 metri quadri con ingresso da via Luigi Bozzaotra, a poca distanza da piazza San Pietro e dal parcheggio comunale. Per rendere più sicura la permanenza di bambini e genitori il progetto, affidato all’impresa Esposito costruzioni, prevede la realizzazione di un muro di cinta anche nella strada che porta all’area Pip (Piano d’insediamento produttivo) di Metrano. Oltre ad alcune panchine ombreggiate da piante autoctone il parco sarà dotato di un percorso ludico-didattico dove, accanto ad altalene, scivoli ed altri giochi, i bambini avranno modo di conoscere essenze vegetali tipiche della macchia mediterranea. Restano in attesa di un piano di recupero, invece, gli altri tre parchi-giochi esistenti nel territorio ad iniziare da quello realizzato in via Turro accanto all’insediamento 167 del Parco delle Sirene. (Il Mattino)  

Massa Lubrense. Il borgo di Monticchio avrà il suo parco giochi. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Leone Gargiulo ha avviato i lavori per realizzare la struttura con una spesa di circa 35mila euro. Il parco giochi sorgerà su un’area di 360 metri quadri con ingresso da via Luigi Bozzaotra, a poca distanza da piazza San Pietro e dal parcheggio comunale. Per rendere più sicura la permanenza di bambini e genitori il progetto, affidato all’impresa Esposito costruzioni, prevede la realizzazione di un muro di cinta anche nella strada che porta all’area Pip (Piano d’insediamento produttivo) di Metrano. Oltre ad alcune panchine ombreggiate da piante autoctone il parco sarà dotato di un percorso ludico-didattico dove, accanto ad altalene, scivoli ed altri giochi, i bambini avranno modo di conoscere essenze vegetali tipiche della macchia mediterranea. Restano in attesa di un piano di recupero, invece, gli altri tre parchi-giochi esistenti nel territorio ad iniziare da quello realizzato in via Turro accanto all’insediamento 167 del Parco delle Sirene. (Il Mattino)