Pompei. Caos Ripuaria, il sindaco incontra i commercianti: «Siamo con voi, presto riapriremo la strada»

0

Pompei. Via Ripuaria chiusa al traffico: il sindaco Uliano incontra i commercianti e i residenti della zona per spiegare in prima persona quali sono state le motivazioni di sicurezza alla base dell’ordinanza con cui l’amministrazione comunale è stata costretta a prendere una simile decisione. Una scelta sofferta ma che alla fine dei conti si è rivelata inevitabile per tutelare la pubblica incolumità di tutti, soprattutto della migliaia di automobilisti e di cittadini che ogni giorno passavano per questa importante arteria che collega Scafati e Pompei con Castellammare. Ieri pomeriggio, dunque, il primo cittadino, accompagnato dal dirigente dell’ufficio tecnico Michele Fiorenza e dal comandante della polizia municipale, Gaetano Petrocelli, si è recato di persona in via Ripuaria per spiegare come stanno le cose. A preoccupare maggiormente è la stabilità del ponte che passa al di sopra dell’Autostrada A3 e della linea ferroviaria della Circumvesuviana. Per questo motivo si è reso necessario chiudere la strada prima di effettuare la verifica statica e dinamica del ponte. Il Comune – come ha spiegato ieri anche il sindaco Nando Uliano ai suoi concittadini – è fiducioso in una pronta riapertura del ponte alla circolazione stradale che, però, potrà avvenire solo dopo l’ok dei Vigili del Fuoco sulla stabilità del ponte. Per far sì che i caschi rossi possano procedere, però, a tutte le verifiche del caso è necessario l’ok della Prefettura di Napoli che dovrà stabilire una data per l’effettuazione della verifica statica e dinamica. In quella giornata sarà necessariamente interrotta anche la circolazione dei treni sulla linea Napoli-Sorrento e quella dei veicoli sul tratto della Napoli-Salerno interessato. Quindi sarà decisivo l’ok della Prefettura di Napoli per decidere quando potrà essere effettuata la verifica statica del ponte di via Ripuaria che, nel frattempo, rimane chiusa al traffico: impossibile far passare ancora da quella parte mezzi pesanti (per il trasporto di merci) o auto di privati. Queste le ragioni esposte ieri dal sindaco Uliano ai cittadini durante l’incontro di ieri in via Ripuaria. Cittadini che si sono dimostrati comprensivi rispetto alle decisioni assunte dall’amministrazione comunale nelle ultime ore, anche perché la pericolosità di via Ripuaria era ormai sotto gli occhi di tutti, così come stabilito anche dalla recente relazione del Genio Civile. L’unica cosa che preoccupa seriamente i residenti della zona e, soprattutto, i commercianti di via Ripuaria è la tempistica relativa alle necessarie indagini statiche e dinamiche sul ponte e sui successivi interventi di messa in sicurezza del ponte stesso e dei punti (due quelli critici individuati sinora sul territorio di Pompei) in cui la strada sembra sprofondare verso il fiume. (Marco Pirollo – Metropolis) 

Pompei. Via Ripuaria chiusa al traffico: il sindaco Uliano incontra i commercianti e i residenti della zona per spiegare in prima persona quali sono state le motivazioni di sicurezza alla base dell’ordinanza con cui l’amministrazione comunale è stata costretta a prendere una simile decisione. Una scelta sofferta ma che alla fine dei conti si è rivelata inevitabile per tutelare la pubblica incolumità di tutti, soprattutto della migliaia di automobilisti e di cittadini che ogni giorno passavano per questa importante arteria che collega Scafati e Pompei con Castellammare. Ieri pomeriggio, dunque, il primo cittadino, accompagnato dal dirigente dell’ufficio tecnico Michele Fiorenza e dal comandante della polizia municipale, Gaetano Petrocelli, si è recato di persona in via Ripuaria per spiegare come stanno le cose. A preoccupare maggiormente è la stabilità del ponte che passa al di sopra dell’Autostrada A3 e della linea ferroviaria della Circumvesuviana. Per questo motivo si è reso necessario chiudere la strada prima di effettuare la verifica statica e dinamica del ponte. Il Comune – come ha spiegato ieri anche il sindaco Nando Uliano ai suoi concittadini – è fiducioso in una pronta riapertura del ponte alla circolazione stradale che, però, potrà avvenire solo dopo l’ok dei Vigili del Fuoco sulla stabilità del ponte. Per far sì che i caschi rossi possano procedere, però, a tutte le verifiche del caso è necessario l’ok della Prefettura di Napoli che dovrà stabilire una data per l’effettuazione della verifica statica e dinamica. In quella giornata sarà necessariamente interrotta anche la circolazione dei treni sulla linea Napoli-Sorrento e quella dei veicoli sul tratto della Napoli-Salerno interessato. Quindi sarà decisivo l’ok della Prefettura di Napoli per decidere quando potrà essere effettuata la verifica statica del ponte di via Ripuaria che, nel frattempo, rimane chiusa al traffico: impossibile far passare ancora da quella parte mezzi pesanti (per il trasporto di merci) o auto di privati. Queste le ragioni esposte ieri dal sindaco Uliano ai cittadini durante l’incontro di ieri in via Ripuaria. Cittadini che si sono dimostrati comprensivi rispetto alle decisioni assunte dall’amministrazione comunale nelle ultime ore, anche perché la pericolosità di via Ripuaria era ormai sotto gli occhi di tutti, così come stabilito anche dalla recente relazione del Genio Civile. L’unica cosa che preoccupa seriamente i residenti della zona e, soprattutto, i commercianti di via Ripuaria è la tempistica relativa alle necessarie indagini statiche e dinamiche sul ponte e sui successivi interventi di messa in sicurezza del ponte stesso e dei punti (due quelli critici individuati sinora sul territorio di Pompei) in cui la strada sembra sprofondare verso il fiume. (Marco Pirollo – Metropolis)