Pasquale Iorio incoronato Scrittore dell´Anno 2010

0

ROCCADASPIDE (Salerno) – È andato al giornalista Pasquale Iorio, autore del celebre romanzo «Una Scelta di Vita», il Premio Scrittore dell’Anno 2010 «per aver stimolato la promozione della cultura nei comuni della Campania con un approccio nuovo, condiviso, patrimonio unitario di tutti». Il prestigioso riconoscimento culturale, promosso dalla Pro Loco di Roccadaspide e assegnato dalla giuria presieduta da Nicola Molinaro, è stato consegnato nella sala congressi dell’Hotel Panorama e ha offerto l’occasione ospitare la tappa finale del lungo tour di presentazione del libro che ha girato in lungo e il largo per la regione. Qui, insieme ad un ricco parterre di ospiti e personalità del mondo della cultura, lo scrittore Iorio ha parlato della sua fatica letteraria che sta avendo grande diffusione tra i giovani per la sua trama interessante. «Una Scelta di Vita», romanzo che ha conquistato numerosi riconoscimenti, prende il lettore per mano e lo accompagna in un viaggio fantastico nella quotidianità di un 16enne che travolge con le sue emozioni e i suoi sentimenti. «Siamo stati davvero onorati di ospitare la tappa finale di questo tour culturale di elevata qualità a Roccadaspide – spiega il presidente della pro loco Nicola Molinaro – abbiamo premiato Pasquale Iorio come Scrittore dell’Anno 2010 perché con il suo libro ha  stimolato la promozione della cultura nei comuni della regione, impresa che lo accomuna alla mission delle pro loco impegnate sui territori a valorizzarli e far emergere il volto migliore». «L’importanza di avvicinare i ragazzi alla lettura è rilevante per la crescita culturale delle nuove generazioni, farlo attraverso la conoscenza diretta di un autore e di una sua opera lo è ancora di più – sottolinea lo scrittore Pasquale Iorio – è da questa consapevolezza che ha visto la luce il tuor regionale di presentazione del mio romanzo che ha dato la possibilità a centinaia di giovani di entrare in contatto con la narrativa con un approccio stimolante volto anche alla conoscenza di ciò che c’è dietro una pubblicazione».

Lascia una risposta