VICO EQUENSE: VERGOGNA EAV.

0

(di Giulia Asprino) – Una vicenda che si protrae ormai da fin troppo tempo. Qunado si parla dell’EAV, il servizio di trasporto pubblico in collegamento con tutta l’aerea collinare della Penisola Sorrentina, le proteste ad esso associate sono all’ordine del giorno. Una disorganizzazione che costa a tutte le cittadine, partendo da Vico Equense, un caos e un disordine tale da generare l’esasperazione: gli automezzi si bloccano e ai passeggeri non resta altro che proseguire a piedi il proprio tragitto. Non riescono a portare a termine una corsa, senza imprevisti. L’espressione collettiva del malcontento è affidata ai social network, creando un vero e proprio canale contro il disservizio a cui sono sottoposti i viaggiatori, i quali sono costretti, quotidianamente, a fare i conti con l’inefficienza dei trasporti, nonostante paghino la garanzia di un titolo di viaggio valido per salire a bordo. La vergognosa situazione investe anche i molti studenti che non possono raggiungere i propri istituti scolastici se non in ritardo. Purtroppo, malgrado i numerosi reclami rivolti ai vertici comunali e ai proprietari dell’azienda, semba che la situazione non stia migliorando. 

(di Giulia Asprino) – Una vicenda che si protrae ormai da fin troppo tempo. Qunado si parla dell'EAV, il servizio di trasporto pubblico in collegamento con tutta l'aerea collinare della Penisola Sorrentina, le proteste ad esso associate sono all'ordine del giorno. Una disorganizzazione che costa a tutte le cittadine, partendo da Vico Equense, un caos e un disordine tale da generare l'esasperazione: gli automezzi si bloccano e ai passeggeri non resta altro che proseguire a piedi il proprio tragitto. Non riescono a portare a termine una corsa, senza imprevisti. L'espressione collettiva del malcontento è affidata ai social network, creando un vero e proprio canale contro il disservizio a cui sono sottoposti i viaggiatori, i quali sono costretti, quotidianamente, a fare i conti con l'inefficienza dei trasporti, nonostante paghino la garanzia di un titolo di viaggio valido per salire a bordo. La vergognosa situazione investe anche i molti studenti che non possono raggiungere i propri istituti scolastici se non in ritardo. Purtroppo, malgrado i numerosi reclami rivolti ai vertici comunali e ai proprietari dell'azienda, semba che la situazione non stia migliorando.