SORRENTO I COMMERCIANTI DI VIALE NIZZA MINACCIANO SERRATA

0

Viale Nizza, un centro commerciale naturale costituito da più di trenta attività, rischia il collasso a causa della scarsa volontà dell’Amministrazione Comunale di ascoltare le continue segnalazioni da parte degli stessi commercianti per una situazione di enorme disagio che ogni giorno subiscono passivamente. La situazione in cui versano i commercianti era già stata fatta presente dalla Confesercenti alla nuova Amministrazione Comunale, sono seguite inoltre una lettera dell’Avvocato Giovanni Antonetti, una raccolta di più di 200 firme ad opera del commerciante Ivan Propoli, altre sollecitazioni e tre incontri tra la Confesercenti, gli stessi commercianti e l’Assessore alla Viabilità nonchè Vice-Sindaco Giuseppe Stinga: NULLA è SUCCESSO, nessun provvedimento è stato preso.

Ieri sera è stato organizzato un ulteriore incontro tra la Confesercenti ed i commercianti che esausti di un’amministrazione così silente minacciano una serrata affinchè i loro diritti vengano tutelati e gli stessi ascoltati dal primo cittadino, al quale hanno chiesto attraverso il sindacato di categoria un incontro urgentissimo.

Le proposte per rendere Viale Nizza più attiva commercialmente e più vivibile sono tante e di facile attuazione; i commercianti sono pronti ad una piena collaborazione con l’Amministrazione Comunale ma quello che non si spiegano è: Perchè non si vuole accogliere tali richieste? Perchè questo totale abbandono proprio in un momento economico così delicato? Compito dell’Amministrazione è perseguire e tutelare il bene della collettività e quindi di una strada e delle sue attività commerciali o quello di essere totalmente disinteressata?

Ciò che si chiede è :

1) Eliminazione del cordolo all’incrocio tra il C.so Italia e Via degli Aranci che ha provocato una diminuzione sostanziale del fatturato delle singole attività commerciali a causa del ridotto afflusso veicolare in Viale Nizza. In alternativa a tale rimozione: introduzione di uno spartitraffico nell’ultimo tratto di Corso Italia (zona Marano) che obblighi i veicoli in uscita da Sorrento a svoltare o a sx verso Viale Nizza o a dx verso Via degli Aranci;

2) Eliminazione parziale degli stalli dei motocicli lungo il lato dx di Viale Nizza creando in tal modo (per esempio ogni 5 metri) una zona libera che garantisca una migliore visibilità ed accesso alle attività commerciali contribuendo inoltre ad interrompere l’assurdo muro metallico attualmente presente;

3) Divieto ai condomini, con relativo controllo, di depositare la spazzatura all’esterno dei portoni (e quindi sui marciapiedi) prima delle ore 21,30 e comunque prima della chiusura delle attività commerciali affinchè l’utilizzo del marciapiede non diventi un salto ad ostacoli e di poco decoro per le attività commerciali ancora aperte alla clientela;

4) Pulizia giornaliera dei marciapiedi e della sede stradale di Viale Nizza;

5) Riservare tre spazi per la sosta di autovetture per i diversamente abili lungo il lato sx di Viale Nizza;

6) Più illuminazione lungo la strada spesso buia a causa di lampioni mal funzionanti e la cui accensione molto spesso ritarda.

 

 

Sorrento lì, 13 Agosto 2010

 

 

Il Presidente Confesercenti Penisola Sorrentina

Monica Savarese