L’AiCC parteciperà alla prima edizione della Fiera della Ceramica ad Ariano Irpino

0

Il Centro Fieristico Fiere della Campania ospiterà la prima edizione della “Fiera della Ceramica Artistica Tradizionale e dell’Artigianato 2.0”, patrocinata dell’AICC – Associazione Città della Ceramica che esporrà per l’occasione la mostra “Grand Tour”, recentemente presentata a Bruxelles.

Un altro importante riconoscimento arriva per il Centro Fieristico Fiere della Campania di Ariano Irpino (AV), che vede la prima edizione della “Fiera della Ceramica Artistica Tradizionale e dell’Artigianato 2.0” insignita del patrocino dell’AICC – Associazione Città della Ceramica. L’evento fieristico, che si terrà dal 20 al 22 marzo 2015 in concomitanza con la IV edizione di “Sud con Gusto”, presentandosi come unica manifestazione nel Sud Italia ad essere rivolta a questa particolare produzione artigianale che, proprio ad Ariano Irpino, socia AiCC, vanta una storia antica e consolidata. L’AiCC parteciperà alla manifestazione con un proprio stand, in rappresentanza delle Città della Ceramica di tutta Italia. AiCC è un’associazione senza fini di lucro, nata nel 1999, e alla quale aderiscono 34 (su un totale di 37 riconosciuti in Italia) comuni “di antica tradizione ceramica” previsti da una legge italiana (la 188 del 1990) che tutela e promuove la ceramica artigianale ed artistica nazionale. Tra questi, figura anche la città di Ariano Irpino. I comuni aderenti ad AiCC si trovano nella quasi totalità (15 su 21) delle Regioni italiane, distribuiti da nord a sud e nelle isole, a dimostrazione di come la ceramica sia un concreto, storico e fondamentale patrimonio, tra i tanti altri, dell’arte italiana. Gli obiettivi fondanti dell’Associazione sono quelli di tutelare la documentazione inerente la tradizione ceramica; sostenere, da un lato, musei, centri di ricerca, soggetti pubblici e privati, finalizzati alla salvaguardia e allo studio della ceramica, e, dall’altro, la divulgazione della conoscenza della tradizione delle città della ceramica, nonché mostre ed eventi sulla ceramica contemporanea e valorizzare, infine, scuole d’arte e centri professionali. Nell’ambito di tale attività, AiCC ha realizzato la mostra “Grand Tour”, recentemente presentata a Bruxelles, e che farà tappa anche al Fiere della Campania in occasione dell’evento fieristico di marzo. La mostra, a cura di Jean Blanchaert, Viola Emaldi e Anty Pansera, con il coordinamento di Giuseppe Olmeti, presenta una selezione di ceramiche di gusto tradizionale scelte dalla collezione di rappresentanza di AiCC: opere uniche realizzate a mano secondo i principi stilistici e formali dell’artigianato artistico di antica memoria. La mostra è composta principalmente da vere e proprie riedizioni di pezzi storici o produzioni ispirate al gusto tradizionale, da oggetti di uso comune ad altri puramente decorativi. Assieme alla mostra arrivano anche gli auguri del Senatore Stefano Collina, Presidente di AiCC, << E' con grande piacere che invio alla manifestazione arianese il mio migliore augurio, sottolineando l'importanza di aderirvi in modo attivo e non solo formale: iniziative come questa ed altre che AiCC promuove, rappresentano un nuovo punto di partenza della promozione e valorizzazione culturale, economica e produttiva della Ceramica nazionale e solo attraverso un’unione di intenti e di azione, da parte di tutti coloro che sanno mettersi in gioco, sarà garantito quel risultato oggi necessario e che può e deve superare la semplice somma degli impegni profusi.>> Un’iniziativa di grande rilievo, dunque, che andrà ad arricchire il ricco programma della prima edizione della “Fiera della Ceramica Artistica Tradizionale e dell’Artigianato 2.0”, la quale si colloca in un ampio progetto volto al recupero delle molteplici peculiarità legate al settore dell’artigianato artistico, con particolare riguardo non solo all’aspetto tradizionale consolidato, ma anche alle potenzialità provenienti dalle attività di ricerca e dalla moderne tendenze del design. Da qui l’incontro tra il mondo della ceramica e quello digitale, da cui si originano nuove figure professionali e nuovi modi di intendere il lavoro. L’occasione sarà utile, infine, per presentare al pubblico di visitatori “Buongiorno Ceramica”, ultimo grande progetto di AiCC, che vedrà dal 29 al 31 maggio tutte le Città della Ceramica impegnate e unite nel promuovere la ceramica con numerosi eventi: botteghe aperte, visite guidate ai Musei, laboratori, forni all’aperto, performances.Il Centro Fieristico Fiere della Campania ospiterà la prima edizione della “Fiera della Ceramica Artistica Tradizionale e dell’Artigianato 2.0”, patrocinata dell’AICC – Associazione Città della Ceramica che esporrà per l’occasione la mostra “Grand Tour”, recentemente presentata a Bruxelles.

Un altro importante riconoscimento arriva per il Centro Fieristico Fiere della Campania di Ariano Irpino (AV), che vede la prima edizione della “Fiera della Ceramica Artistica Tradizionale e dell’Artigianato 2.0” insignita del patrocino dell’AICC – Associazione Città della Ceramica. L’evento fieristico, che si terrà dal 20 al 22 marzo 2015 in concomitanza con la IV edizione di “Sud con Gusto”, presentandosi come unica manifestazione nel Sud Italia ad essere rivolta a questa particolare produzione artigianale che, proprio ad Ariano Irpino, socia AiCC, vanta una storia antica e consolidata. L’AiCC parteciperà alla manifestazione con un proprio stand, in rappresentanza delle Città della Ceramica di tutta Italia. AiCC è un’associazione senza fini di lucro, nata nel 1999, e alla quale aderiscono 34 (su un totale di 37 riconosciuti in Italia) comuni “di antica tradizione ceramica” previsti da una legge italiana (la 188 del 1990) che tutela e promuove la ceramica artigianale ed artistica nazionale. Tra questi, figura anche la città di Ariano Irpino. I comuni aderenti ad AiCC si trovano nella quasi totalità (15 su 21) delle Regioni italiane, distribuiti da nord a sud e nelle isole, a dimostrazione di come la ceramica sia un concreto, storico e fondamentale patrimonio, tra i tanti altri, dell’arte italiana. Gli obiettivi fondanti dell’Associazione sono quelli di tutelare la documentazione inerente la tradizione ceramica; sostenere, da un lato, musei, centri di ricerca, soggetti pubblici e privati, finalizzati alla salvaguardia e allo studio della ceramica, e, dall’altro, la divulgazione della conoscenza della tradizione delle città della ceramica, nonché mostre ed eventi sulla ceramica contemporanea e valorizzare, infine, scuole d’arte e centri professionali. Nell’ambito di tale attività, AiCC ha realizzato la mostra “Grand Tour”, recentemente presentata a Bruxelles, e che farà tappa anche al Fiere della Campania in occasione dell’evento fieristico di marzo. La mostra, a cura di Jean Blanchaert, Viola Emaldi e Anty Pansera, con il coordinamento di Giuseppe Olmeti, presenta una selezione di ceramiche di gusto tradizionale scelte dalla collezione di rappresentanza di AiCC: opere uniche realizzate a mano secondo i principi stilistici e formali dell’artigianato artistico di antica memoria. La mostra è composta principalmente da vere e proprie riedizioni di pezzi storici o produzioni ispirate al gusto tradizionale, da oggetti di uso comune ad altri puramente decorativi. Assieme alla mostra arrivano anche gli auguri del Senatore Stefano Collina, Presidente di AiCC, << E' con grande piacere che invio alla manifestazione arianese il mio migliore augurio, sottolineando l'importanza di aderirvi in modo attivo e non solo formale: iniziative come questa ed altre che AiCC promuove, rappresentano un nuovo punto di partenza della promozione e valorizzazione culturale, economica e produttiva della Ceramica nazionale e solo attraverso un’unione di intenti e di azione, da parte di tutti coloro che sanno mettersi in gioco, sarà garantito quel risultato oggi necessario e che può e deve superare la semplice somma degli impegni profusi.>> Un’iniziativa di grande rilievo, dunque, che andrà ad arricchire il ricco programma della prima edizione della “Fiera della Ceramica Artistica Tradizionale e dell’Artigianato 2.0”, la quale si colloca in un ampio progetto volto al recupero delle molteplici peculiarità legate al settore dell’artigianato artistico, con particolare riguardo non solo all’aspetto tradizionale consolidato, ma anche alle potenzialità provenienti dalle attività di ricerca e dalla moderne tendenze del design. Da qui l’incontro tra il mondo della ceramica e quello digitale, da cui si originano nuove figure professionali e nuovi modi di intendere il lavoro. L’occasione sarà utile, infine, per presentare al pubblico di visitatori “Buongiorno Ceramica”, ultimo grande progetto di AiCC, che vedrà dal 29 al 31 maggio tutte le Città della Ceramica impegnate e unite nel promuovere la ceramica con numerosi eventi: botteghe aperte, visite guidate ai Musei, laboratori, forni all’aperto, performances.

Lascia una risposta