Salerno. Due vigili presi a pugni da un fruttivendolo. Gli agenti erano intervenuti per un ingorgo davanti al negozio

0

Salerno. Ennesima aggressione ai danni di rappresentanti della Polizia municipale. Ad avere avuto la peggio, questa volta, sono stati due assistenti che stavano svolgendo il loro quotidiano turno alla viabilità. Il fatto è accaduto nella tarda mattinata di ieri tra lo sgomento dei numerosi presenti. Intorno alle 11.30 i due vigili sono stati chiamati per intervenire nei pressi di via Gaeta all’angolo con via Madonna di Fatima, nella zona orientale, dove si era creato un consistente ingorgo a causa di alcune automobili parcheggiate in divieto di sosta. I due uomini sono arrivati sul luogo e, davanti a quella palese violazione, non hanno potuto far altro che procedere con la redazione dei verbali e multare i trasgressori. Ma ecco accadere quello che nessuno poteva immaginare. Si avvicina a loro un uomo – che successivamente si scoprirà essere il proprietario del negozio di frutta e verdura poco distante dal luogo dove erano parcheggiate le auto, già autore di un’aggressione sempre a danno di vigili – che comincia ad inveire nei loro confronti. Come hanno avuto modo di raccontare i due assistenti ai colleghi, il negoziante li accusava di disturbare la vendita con il loro operato. Il problema è che ben presto dalle parole è passato alle mani e ha letteralmente preso a pugni i due malcapitati. È servito l’intervento di altre due pattuglie della Polizia municipale per riportare la calma. L’uomo è stato immediatamente arrestato e portato in Questura (oggi sarà giudicato con rito direttissimo) mentre i due vigili sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. Qui i medici hanno prestato le prime cure ed alla fine il referto è di otto giorni di prognosi per uno dei due assistenti che presenta diverse ferite al volto mentre per il compagno che ha dei problemi al ginocchio la prognosi è di cinque giorni. «Esprimo la massima solidarietà ai colleghi – ha commentato il rappresentante sindacale Csa Angelo Rispoli – Colgo l’occasione per chiedere a tutti i cittadini di collaborare con i vigili urbani. Anche se forze dell’ordine, siamo soprattutto dei lavoratori che vogliono difendere la tranquillità e garantire il rispetto delle norme civiche. Sicuramente questo episodio fa emergere che ci sono delle zone della città maggiormente sensibili e dove occorrerebbe una maggiore presenza dei nostri contingenti, nonché dei presidi interforze». Sulla vicenda è intervenuta anche il rappresentante della Cgil, Enzo Acconciagioco. «Il nostro corpo è un colabrodo dal punto di vista della sicurezza – denuncia –Occorrono interventi mirati e se questi non dovessero arrivare, saremo pronti a denunciare tutte le mancanze all’Ispettorato del lavoro». (Angela Caso – La Città di Salerno

Salerno. Ennesima aggressione ai danni di rappresentanti della Polizia municipale. Ad avere avuto la peggio, questa volta, sono stati due assistenti che stavano svolgendo il loro quotidiano turno alla viabilità. Il fatto è accaduto nella tarda mattinata di ieri tra lo sgomento dei numerosi presenti. Intorno alle 11.30 i due vigili sono stati chiamati per intervenire nei pressi di via Gaeta all’angolo con via Madonna di Fatima, nella zona orientale, dove si era creato un consistente ingorgo a causa di alcune automobili parcheggiate in divieto di sosta. I due uomini sono arrivati sul luogo e, davanti a quella palese violazione, non hanno potuto far altro che procedere con la redazione dei verbali e multare i trasgressori. Ma ecco accadere quello che nessuno poteva immaginare. Si avvicina a loro un uomo – che successivamente si scoprirà essere il proprietario del negozio di frutta e verdura poco distante dal luogo dove erano parcheggiate le auto, già autore di un’aggressione sempre a danno di vigili – che comincia ad inveire nei loro confronti. Come hanno avuto modo di raccontare i due assistenti ai colleghi, il negoziante li accusava di disturbare la vendita con il loro operato. Il problema è che ben presto dalle parole è passato alle mani e ha letteralmente preso a pugni i due malcapitati. È servito l’intervento di altre due pattuglie della Polizia municipale per riportare la calma. L’uomo è stato immediatamente arrestato e portato in Questura (oggi sarà giudicato con rito direttissimo) mentre i due vigili sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. Qui i medici hanno prestato le prime cure ed alla fine il referto è di otto giorni di prognosi per uno dei due assistenti che presenta diverse ferite al volto mentre per il compagno che ha dei problemi al ginocchio la prognosi è di cinque giorni. «Esprimo la massima solidarietà ai colleghi – ha commentato il rappresentante sindacale Csa Angelo Rispoli – Colgo l’occasione per chiedere a tutti i cittadini di collaborare con i vigili urbani. Anche se forze dell’ordine, siamo soprattutto dei lavoratori che vogliono difendere la tranquillità e garantire il rispetto delle norme civiche. Sicuramente questo episodio fa emergere che ci sono delle zone della città maggiormente sensibili e dove occorrerebbe una maggiore presenza dei nostri contingenti, nonché dei presidi interforze». Sulla vicenda è intervenuta anche il rappresentante della Cgil, Enzo Acconciagioco. «Il nostro corpo è un colabrodo dal punto di vista della sicurezza – denuncia –Occorrono interventi mirati e se questi non dovessero arrivare, saremo pronti a denunciare tutte le mancanze all’Ispettorato del lavoro». (Angela Caso – La Città di Salerno