Champions. Higuain e forza atletica le chiavi per il sorpasso

0

La corsa al secondo posto ufficialmente riaperta. Il Napoli ha recuperato alla Roma sette punti in sei giornate ed ora è a meno quattro. Parte la lunga volata fino allo scontro diretto del 4 aprile all’Olimpico, in programma tra sette partite. Il Napoli può credere più che mai nel sorpasso, questo il pensiero di ex protagonisti in maglia azzurra e giallorossa. «Questo è il bello del campionato, i giochi fino a qualche settimana fa sembravano fatti. Invece adesso il Napoli è tornato prepotentemente incorsa, attraversa un momento molto positivo e deve approfittarne», dice Ciro Ferrara, il tecnico napoletano che ha allenato la nazionale under 21, la Juve e la Sampdoria. «Il Napoli sta meglio dal punto di vista mentale e nel calcio l’aspetto psicologico è fondamentale, in questo momento le parti si sono capovolte perché la Roma ha accarezzato a lungo l’idea di poter vincere lo scudetto e ora dovrà stare attenta innanzitutto a difendere la seconda posizione», aggiunge l’ex difensore azzurro che sottolinea gli aspetti da considerare in questo momento favorevoli agli azzurri. «Il Napoli attraversa una fase più brillante, invece la Roma deve fare i conti con gli infortuni lunghi di Strootman e Iturbe e con quello di De Rossi. Il vantaggio si è ridotto a quattro punti e gli azzurri devono mantenere continuità e restare attaccati per potersela giocare fino all’ultima giornata. Ci saranno da gestire le energie per l’Europa League ma questo aspetto riguarderà in ugual misura le due squadre». Ciro Ferrara sottolinea l’importanza di un nuovo acquisto come Gabbiadini, decisivo nella trasferta a Verona contro il Chievo. «Un ragazzo che conosco bene, un ottimo giocatore, sicuramente un acquisto importante che potrà pesare in questa corsa per il secondo posto». Un doppio ex, Sebino Nela, considera equilibratissima la corsa alla Champions League diretta. «Preferisco sempre stare avanti che inseguire ed a questo punto di vista la Roma comunque parte nella corsa con quattro punti di vantaggio. Il Napoli però in questa fase sta molto meglio sia dal punto di vista mentale che atletico e quindi può recuperare il distacco ma ovviamente dovrà mantenere la media delle ultime settimane». Punti di forza di una e dell’altra, un confronto a tutto campo tra le due rivali. «Il Napoli ha una potenzialità offensiva straordinaria, da questo punto di vista sta meglio rispetto alla Roma. Ora Benitez può contare anche su Gabbiadini, l’acquisto giusto per sopperire all’assenza di Insigne». Un parametro in questa fase sta rendendo più complicato il cammino dei giallorossi. «Garcia deve fare i conti con tanti infortuni nei ruoli chiave e il rallentamento si può spiegare anche con questa problematica. Il Napoli ha avuto maggiori problemi all’inizio della stagione ma ora è riuscito a ritrovare convinzioni e motivazioni. Deve però limitare gli errori difensivi, un problema che Benitez non è ancora riuscito a risolvere totalmente». Uno che di corse se ne intende, Nando De Napoli, ex azzurro, in campo non si risparmiava mai e ha vinto due scudetti, una coppa Uefa e una coppa Italia con il Napoli. «Gli azzurri sono nel momento migliore della stagione, la Roma invece sta perdendo colpi ed è evidente che la corsa al secondo posto si è riaperta. Per me il Napoli deve essere sempre l’antagonista della Juve per lo scudetto e ogni anno deve cominciare la stagione con questo obiettivo». L’ex centrocampista sceglie l’uomo decisivo, quello che può fare la differenza. «Higuain può spostare gli equilibri e non solo per i gol. In queste ultime settimane sta giocando da leader assoluto e in queste volate è indispensabile avere in campo qualcuno che riesce a trascinare tutti gli altri. Sarà importante anche ritrovare il miglior Hamsik». Allarga il discorso a reparto per reparto e li mette a confronto. «La Roma è più forte a centrocampo, anche se ha perso per infortunio Strootman e in questa fase manca anche De Rossi. Il Napoli sicuramente ha un potenziale offensivo maggiore, in attacco è più forte. Gabbiadini è stato molto bravo a fare subito la differenza, si vede che è un ragazzo serio ed equilibrato perfetto per una piazza come Napoli. Lo scontro diretto può essere molto importante, non credo che per la Roma sia un vantaggio giocare all’Olimpico visto che il Napoli sta facendo meglio fuori casa». Ciccio Graziani, ex attaccante giallorosso, non vede favoriti nella corsa alla piazza d’onore, considera le due squadre alla pari nonostante i quattro punti in più in classifica dei giallorossi. «Corsa apertissima, nei campionati ci sono i momenti di alti e bassi. La Roma è partita fortissimo con cinque vittorie consecutive mentre il Napoli all’inizio è andato piano. Adesso sta avvenendo l’esatto contrario, la squadra di Benitez è la più in forma di tutte, quella di Garcia attraversa un periodo di difficoltà». Battere il ferro quando è caldo: a giudizio di Graziani questo è il momento in cui il Napoli può sferrare l’assalto decisivo. «Sì, questo è il momento di approfittarne, il Napoli deve recuperare ora quanti più punti possibili e proseguire nella rimonta. Quattro punti di vantaggio della Roma possono essere pochi o tanti, certo è che la squadra che insegue non può permettersi di sbagliare». L’importanza del mercato, l’ex attaccante giallorosso sottolinea l’impatto positivo degli innesti azzurri. «Molto bene Strinic, Gabbiadini lo conoscevo e non avevo dubbi, un attaccante molto promettente anche in chiave futura. Alla Roma potrà servire moltissimo Doumbia, un centravanti vero, visto che finora ha sfruttato soprattutto le doti dei contropiedisti». I difetti da migliorare, punti sui quali Benitez e Garcia devono ottenere di più per questa volata Champions. «Il Napoli deve subire meno gol e quindi migliorare la fase difensiva, in attacco invece la Roma deve ritrovare l’incisività persa nelle ultime settimane». (Roberto Ventre – Il Mattino) 

La corsa al secondo posto ufficialmente riaperta. Il Napoli ha recuperato alla Roma sette punti in sei giornate ed ora è a meno quattro. Parte la lunga volata fino allo scontro diretto del 4 aprile all’Olimpico, in programma tra sette partite. Il Napoli può credere più che mai nel sorpasso, questo il pensiero di ex protagonisti in maglia azzurra e giallorossa. «Questo è il bello del campionato, i giochi fino a qualche settimana fa sembravano fatti. Invece adesso il Napoli è tornato prepotentemente incorsa, attraversa un momento molto positivo e deve approfittarne», dice Ciro Ferrara, il tecnico napoletano che ha allenato la nazionale under 21, la Juve e la Sampdoria. «Il Napoli sta meglio dal punto di vista mentale e nel calcio l’aspetto psicologico è fondamentale, in questo momento le parti si sono capovolte perché la Roma ha accarezzato a lungo l’idea di poter vincere lo scudetto e ora dovrà stare attenta innanzitutto a difendere la seconda posizione», aggiunge l’ex difensore azzurro che sottolinea gli aspetti da considerare in questo momento favorevoli agli azzurri. «Il Napoli attraversa una fase più brillante, invece la Roma deve fare i conti con gli infortuni lunghi di Strootman e Iturbe e con quello di De Rossi. Il vantaggio si è ridotto a quattro punti e gli azzurri devono mantenere continuità e restare attaccati per potersela giocare fino all’ultima giornata. Ci saranno da gestire le energie per l’Europa League ma questo aspetto riguarderà in ugual misura le due squadre». Ciro Ferrara sottolinea l’importanza di un nuovo acquisto come Gabbiadini, decisivo nella trasferta a Verona contro il Chievo. «Un ragazzo che conosco bene, un ottimo giocatore, sicuramente un acquisto importante che potrà pesare in questa corsa per il secondo posto». Un doppio ex, Sebino Nela, considera equilibratissima la corsa alla Champions League diretta. «Preferisco sempre stare avanti che inseguire ed a questo punto di vista la Roma comunque parte nella corsa con quattro punti di vantaggio. Il Napoli però in questa fase sta molto meglio sia dal punto di vista mentale che atletico e quindi può recuperare il distacco ma ovviamente dovrà mantenere la media delle ultime settimane». Punti di forza di una e dell’altra, un confronto a tutto campo tra le due rivali. «Il Napoli ha una potenzialità offensiva straordinaria, da questo punto di vista sta meglio rispetto alla Roma. Ora Benitez può contare anche su Gabbiadini, l’acquisto giusto per sopperire all’assenza di Insigne». Un parametro in questa fase sta rendendo più complicato il cammino dei giallorossi. «Garcia deve fare i conti con tanti infortuni nei ruoli chiave e il rallentamento si può spiegare anche con questa problematica. Il Napoli ha avuto maggiori problemi all’inizio della stagione ma ora è riuscito a ritrovare convinzioni e motivazioni. Deve però limitare gli errori difensivi, un problema che Benitez non è ancora riuscito a risolvere totalmente». Uno che di corse se ne intende, Nando De Napoli, ex azzurro, in campo non si risparmiava mai e ha vinto due scudetti, una coppa Uefa e una coppa Italia con il Napoli. «Gli azzurri sono nel momento migliore della stagione, la Roma invece sta perdendo colpi ed è evidente che la corsa al secondo posto si è riaperta. Per me il Napoli deve essere sempre l’antagonista della Juve per lo scudetto e ogni anno deve cominciare la stagione con questo obiettivo». L’ex centrocampista sceglie l’uomo decisivo, quello che può fare la differenza. «Higuain può spostare gli equilibri e non solo per i gol. In queste ultime settimane sta giocando da leader assoluto e in queste volate è indispensabile avere in campo qualcuno che riesce a trascinare tutti gli altri. Sarà importante anche ritrovare il miglior Hamsik». Allarga il discorso a reparto per reparto e li mette a confronto. «La Roma è più forte a centrocampo, anche se ha perso per infortunio Strootman e in questa fase manca anche De Rossi. Il Napoli sicuramente ha un potenziale offensivo maggiore, in attacco è più forte. Gabbiadini è stato molto bravo a fare subito la differenza, si vede che è un ragazzo serio ed equilibrato perfetto per una piazza come Napoli. Lo scontro diretto può essere molto importante, non credo che per la Roma sia un vantaggio giocare all’Olimpico visto che il Napoli sta facendo meglio fuori casa». Ciccio Graziani, ex attaccante giallorosso, non vede favoriti nella corsa alla piazza d’onore, considera le due squadre alla pari nonostante i quattro punti in più in classifica dei giallorossi. «Corsa apertissima, nei campionati ci sono i momenti di alti e bassi. La Roma è partita fortissimo con cinque vittorie consecutive mentre il Napoli all’inizio è andato piano. Adesso sta avvenendo l’esatto contrario, la squadra di Benitez è la più in forma di tutte, quella di Garcia attraversa un periodo di difficoltà». Battere il ferro quando è caldo: a giudizio di Graziani questo è il momento in cui il Napoli può sferrare l’assalto decisivo. «Sì, questo è il momento di approfittarne, il Napoli deve recuperare ora quanti più punti possibili e proseguire nella rimonta. Quattro punti di vantaggio della Roma possono essere pochi o tanti, certo è che la squadra che insegue non può permettersi di sbagliare». L’importanza del mercato, l’ex attaccante giallorosso sottolinea l’impatto positivo degli innesti azzurri. «Molto bene Strinic, Gabbiadini lo conoscevo e non avevo dubbi, un attaccante molto promettente anche in chiave futura. Alla Roma potrà servire moltissimo Doumbia, un centravanti vero, visto che finora ha sfruttato soprattutto le doti dei contropiedisti». I difetti da migliorare, punti sui quali Benitez e Garcia devono ottenere di più per questa volata Champions. «Il Napoli deve subire meno gol e quindi migliorare la fase difensiva, in attacco invece la Roma deve ritrovare l’incisività persa nelle ultime settimane». (Roberto Ventre – Il Mattino)